Yellowstone National Park

Condividi questo articolo su :

Il Parco Nazionale più antico del mondo è una delle mete più famose delle Rocky Mountains: dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco regala atmosfere ancora più magiche durante la stagione invernale.

Se Stati Uniti d’America per molti è sinonomo di grandi metropoli, shopping, parchi di divertimento o abbronzatura sulle spiagge della West Coast, per altri significa qualcosa di più, vale a dire la ricerca della bellezza della natura e autentiche avventure all’aria aperta.

Il Parco Nazionale più antico del mondo è una delle mete più famose delle Rocky Mountains: dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco regala atmosfere ancora più magiche durante la stagione invernale.

Se Stati Uniti d’America per molti è sinonomo di grandi metropoli, shopping, parchi di divertimento o abbronzatura sulle spiagge della West Coast, per altri significa qualcosa di più, vale a dire la ricerca della bellezza della natura e autentiche avventure all’aria aperta.

La regione delle Rocky Mountains è il luogo ideale per realizzare i sogni d’avventura e andare alla scoperta della Real America. Sono numerose le zone d’interesse, e lo Yellowstone National Park è una tra le più note. E’ il più antico Parco Nazionale del mondo, fondato nel 1872, che si estende per la maggior parte nello stato del Wyoming, ma sconfina, per un piccolo tratto, anche in Idhao ad est e nel Montana a nord.

Si tratta del nucleo centrale dell’ecosistema di Yellowstone, uno dei più grandi ecosistemi intatti della zona temperata rimasto sulla terra: dal 1978 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco a ben ragione, essendo infatti uno dei posti più spettacolari del pianeta. La sua fama la deve soprattutto ai celebri geyser, che qui raggiungono la più alta densità del mondo: sono oltre 300 e i più grandi emettono getti di vapore ad intervalli regolari che arrivano a sfiorare anche i 50 metri di altezza.

Sono presenti più di 10 mila fonti termali con piscine d’acqua calda naturali e crateri da cui fuoriesce vapore incandescente. L’acqua di queste sorgenti calde è ricca di minerali che creano coni e terrazzi nei terreni circostanti, come quello del Mammoth Hot Springs, famoso per i depositi che toccano i 90 metri.

Tra le altre formazioni rocciose presenti ci sono numerosi vulcani di fango, il Golden Gate Canyon e l’Obsidian Cliff, una formazione di ossidiana alta quasi una cinquantina di metri. Tra le 10 imperdibili tappe dello Yellowstone National Park la maggiore attrazione è l’Old Faithful, il primo spettacolare geyser del parco a ricevere un nome, assegnato nel 1870. Le sue eruzioni, della durata variabile dal minuto e mezzo fino ai 5 minuti, si manifestano ad intervalli di 65 – 92 minuti, arrivando a sparare getti d’acqua bollente che arrivano ad un’altezza media di 44 metri, regalando incredibili emozioni.

Pur non essendo grande quanto il Grand Canyon dell’Arizona, anche lo Yellowstone’s Grand Canyon offre scorci che lasciano senza fiato: complici anche le Lower Falls, uno dei luoghi più fotografati di tutto il parco. Altrettanto meravigliosa è l’immagine che regala lo Yellowstone Lake, incorniciato dalle montagne innevate che costeggiano l’orizzonte, dove più che mai si respira l’atmosfera della Real America.

Fonte: www.fastweb.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: