Weekend a Zurigo

Condividi questo articolo su :

E’ strano pensare che a 2 ore di treno da Milano si esce dall’Europa. Se non fosse  per il pagamento in franchi, anche se l’euro è spesso accettato, sembrerebbe proprio di stare nel cuore del vecchio continente. Zurigo è un’ottima destinazione anche per il tempo di un fine settimana data la vicinanza, l’efficienza e rapidità dei trasporti e le opportunità di shopping, gastronomia, arte e cultura, racchiuse in uno spazio percorribile anche a piedi o in bicicletta (il noleggio è gratuito).

E’ strano pensare che a 2 ore di treno da Milano si esce dall’Europa. Se non fosse  per il pagamento in franchi, anche se l’euro è spesso accettato, sembrerebbe proprio di stare nel cuore del vecchio continente. Zurigo è un’ottima destinazione anche per il tempo di un fine settimana data la vicinanza, l’efficienza e rapidità dei trasporti e le opportunità di shopping, gastronomia, arte e cultura, racchiuse in uno spazio percorribile anche a piedi o in bicicletta (il noleggio è gratuito).

Un percorso comodo può iniziare gia dall’arrivo: la stazione centrale! (se anche arrivate in aereo l’aeroporto dista dieci minuti  di treno). La prima “istituzione” che incontrerete, se andate in questo periodo, è  il mercato di Natale di fronte all’efficientissimo ufficio del turismo con ottime pubblicazioni sulla vita diurna e  notturna, di Zurigo; lì potete acquistare la Zurich card che vi permette di viaggiare su tutti i mezzi di trasporto della città e della regione.  

Uscendo  sul lato est della stazione  inizia  una delle strade di shopping più eleganti del mondo, la Bahnhofstrasse che, con i suoi 4 chilometri di vetrine internazionali e grandi magazzini raggiunge il lago, dove la città si specchia e respira. Zurigo, infatti, ha un rapporto privilegiato con l’acqua con le sue 1200 fontane, il fiume Limnat che la attraversa e si immette nel lago costituendo un’ ampia e valorizzata via d’acqua per il trasporto turistico. Le gite in battello partono da Burkiplatz  e, con possibilità di pranzare a bordo  costeggiando il lago,  si può raggiungere in un paio d’ore Rapperswil, sovrastata dal suo castello medioevale. Sul lago vige anche il libero diritto di pesca che vi permette di praticare questo sport senza alcun patentino.  

Se gia conoscete il centro e la città vecchia, meritano una visita le nuove realtà di Zurigo: Zurigh-west l’ex zona industriale ora teatro della vita notturna della città e del continuo fermento culturale nel campo dell’arte, dell’architettura e del design: spazi enormi che danno il senso di una industriosità  trasformata,  qui vale le pena frequentare il Pulse 5, ex fonderia ora centro culturale con uno splendido ristorante cambogiano l’Angkor. Ma Zurigo continua a crescere anche verso sud con il nuovo centro commerciale di Sihltcity che sta dando nuova vita anche  al quartiere circostante. Costruito in una ex cartiera contiene 80 negozi un hotel 5 stelle e la raffinatissima Asia Spa.

Le origini di parte del fermento innovativo della città, si possono trovare tornando in centro nello storico Cabaret Voltaire sulla Spiegelgasse che ha mantenuto una parte originale con alcuni elementi e opere del movimento dadaista che qui vide la luce. Per chi volesse approfondire la conoscenza di questo periodo dell’arte può trovarne un’ ampia collezione nella Kunsthauss. Per avere una visione d’insieme della città ci sono diverse possibilità di ammirarla dall’alto: la Polyterrass del politecnico raggiungibile in 5 minuti di funicolare, la Karlsturm ( Torre di Carlo) nel Grosse Munster o, con una gita di 20 minuti in treno Uetillberg, la “montagna di Zurigo” a 871 metri d’altezza con un ristorante panoramico e una rete di sentieri  nel bosco. Ai bordi della città siete gia nella natura. Per chi invece la natura vuole mangiarsela  Zurigo ospita il più antico ristorante vegetariano d’Europa, HILTL costruito nel 1898.

Fonte: www.ilsole24ore

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: