Volterra e Twilight

Condividi questo articolo su :

Non poteva non essersi conquistata la cittadinanza onoraria di Volterra, Stephenie Meyer, la scrittrice americana che con il suo bestseller “New Moon”, secondo episodio della saga di "Twilight" ha regalato a Volterra, già di per sé borgo etrusco di incredibile bellezza e suggestione, un antico e misterioso passato all’insegna dei vampiri, innescando il fenomeno di una newmoonmania turistica nel cuore della Toscana.

Non poteva non essersi conquistata la cittadinanza onoraria di Volterra, Stephenie Meyer, la scrittrice americana che con il suo bestseller “New Moon”, secondo episodio della saga di "Twilight" ha regalato a Volterra, già di per sé borgo etrusco di incredibile bellezza e suggestione, un antico e misterioso passato all’insegna dei vampiri, innescando il fenomeno di una newmoonmania turistica nel cuore della Toscana.

E se Volterra gioca un ruolo predominante all’ombra della "luna nuova" (interi capitoli del libro evocano la città fino all’apoteosi del ventesimo intitolato proprio “Volterra”), nell’attesa febbricitante dell’uscita nelle sale italiane il 18 novembre del film “New Moon”, distribuito dalla Eagle Pictures, con la coppia d’oro Robert Pattinson e Kristen Stewart, ecco che il comitato Volterra eventi promuove una serie di iniziative per riscoprire la città sulle tracce di Edward e Bella, l’affascinante vampiro centenario vegetariano dai capelli color del bronzo, gli occhi dorati e un fisico da Apollo prassitelico, e la normale ma brillante diciassettenne di Forks, tutta coraggio, romanticismo e risolutezza.

Volterra diventa la città etrusca di Velathri, l’a utentica città dei Volturi, riletta sotto la fascinazione della saga di Twilight, come antica e enigmatica roccaforte dei terribili Volturi che qui vivono nei sotterranei dal 1000 a.C. e sono il più temibile clan di vampiri esistente al mondo. Alla scoperta dei luoghi di “New Moon” significa immergersi nell’atmosfera tutta amor fou e scenari gotici tra il bellissimo Edward che, credendo per errore che l’amata Bella sia morta, decide di recarsi a Volterra per violare le leggi dei Volturi e farsi uccidere, e l’intrepida
Bella che aiutata dalla veggente Alice, sorella vampira di Edward, corre a Volterra, prima con la porche gialla, poi a piedi tra la folla incappucciata di rosso per la festa di S. Marco (immaginario vescovo che aveva liberato la città dai vampiri, anche se nella realtà il patrono di Volterra è San Giusto) per mostrare ad Edward che lei è ancora viva. 

Le emozioni della "luna nuova" si possono rivivere allora toccando con un tour guidato tutti i luoghi clou della romantica avventura letteraria e, presto cinematografica. Ed è una sequenza di meraviglie di pietra. Si attraversa Porta San Francesco e ci si tuffa nell’intricato mosaico di vie e viuzze che caratterizza l’a ntico centri storico. Si può curiosare intorno alla Porta dell’Arco (la più antica della città, capolavoro di archeologia etrusca, che custodisce l’enigma delle tre teste, tre busti ritratto scolpiti nella roccia corrosi dal tempo e mai interpretati dagli archeologici, ma che ora sfoggiano una sorprendente similitudine con i vertici dei Volturi, tre teste che rimandano ai tre capi Aro, Marcus e Caius).

Si risale per via Franceschini, si approda a piazza dei Priori dove spicca l’austero Palazzo dei Priori con l’a lta torre dell’orologio, il palazzo comunale più antico della Toscana. Ma non chiedete dov’è la fontana in Piazza dei Priori, perché questa è frutto della fervida fantasia di “zia Stephenie” come la chiamano i suoi fan. Nel capitolo di “New Moon” dedicato a Volterra patria ancestrale dei Volturi, nella Piazza dei Priori, dove Edward sta per mostrare allo scoccare di mezzogiorno il suo busto scintillante da vampiro, l’autrice ha collocato una fontana che nella realtà non c’è.
Si entra a palazzo dei Priori per poi uscire sul vicolo Mazzoni dove spicca il tombino individuato da Stephenie Meyer come l’accesso segreto al palazzo sotterraneo dei Volturi. Ci si lascia sedurre dal raffinato Palazzo Viti, riconosciuto come la corte dei vampiri dove per l’o ccasione viene aperta la cisterna romana, quartier generale del clan, dove Edward e Bella vengono condotti al cospetto dei Volturi.

Proprio questo sotterraneo diventerà lo sfondo "da brivido" di uno spettacolo a sorpresa per il pubblico messo in scena con gli attori de La Compagnia della Fortezza di Armando Punzo. Un percorso che lascia cogliere tutto il fascino delle fonti, delle chiese, delle Case Torri e dell’imponente Fortezza Medicea. Fino alla grandiosità del Teatro Romano, e alla quiete della Badia Camaldolese immersa nelle dolci colline. Magari, chi ha tempo, può approfittare per visitare la pinacoteca che custodisce la "Deposizione" del Rosso Fiorentino, capolavoro del manierismo.

Ecco allora, per godersi la magia di "New Moon" a Volterra, un pacchetto turistico messo a punto dal tour operator Emozioni Toscane del consorzio turistico, partner dell’a ssociazione Volterra eventi.

Tre giorni (due notti) per scoprire il lato "oscuro" di Volterra, un soggiorno presentato con tanto di autentici sbandieratori volterrani nella cornice della quarta edizione del Festival internazionale del Film di Roma, in occasione dell’anteprima da delirio di fan dei venti minuti del film.

E anche se Montepulciano ha soffiato il set originario a Volterra, la passeggiata dei vampiri diventa puro divertimento per grandi e adolescenti con un fitto programma di iniziative, tra passeggiate notturne, trekking guidati sui resti archeologici riconducibili a questo passato enigmatico vampiresco, tra urne cinerarie, percorsi sotterranei aperti eccezionalmente per l’occasione, tombe sotterranee e ipogei abitati da pipistrelli per immergersi in luoghi dove tremila anni fa i defunti partivano per un viaggio ultraterreno scortati da demoni infernali.

Compresa la visita al terribile Museo della Tortura. E tanti gli appuntamenti orchestrati per accrescere la suggestione vampiresca, tra aperitivi "rosso sangue" ispirati ai tre capi Volturi Aro, Caius e Marcus, pizze di Charlie e Bella da degustare sotto le volte di un antico palazzo, cene a tema negli antichi palazzi dei Volturi, persino una caccia al tesoro. Buon divertimento.

Fonte: www.repubblica.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: