Voli “Low Cost” e spese nascoste

Condividi questo articolo su :

Voli low cost? Prezzi stracciati vien subito da pensare, raggiungendo mete ambite a cifre assolutamente abbordabili. Un affarone per il turismo e per le stesse compagnie aeree «no frills», ossia senza fronzoli, che stanno spuntando come funghi sul territorio europeo.
Le offerte sono strabilianti, con biglietti il cui prezzo si riduce a sole tasse e spese aeroportuali. A meno che, e questo dipende ovviamente dal viaggiatore, non si pensi di usufruire dei servizi offerti dal vettore low cost, un elenco infinito di opzioni e proposte che, una sommata all’altra, fanno lievitare il prezzo del viaggio.

Voli low cost? Prezzi stracciati vien subito da pensare, raggiungendo mete ambite a cifre assolutamente abbordabili. Un affarone per il turismo e per le stesse compagnie aeree «no frills», ossia senza fronzoli, che stanno spuntando come funghi sul territorio europeo.
Le offerte sono strabilianti, con biglietti il cui prezzo si riduce a sole tasse e spese aeroportuali. A meno che, e questo dipende ovviamente dal viaggiatore, non si pensi di usufruire dei servizi offerti dal vettore low cost, un elenco infinito di opzioni e proposte che, una sommata all’altra, fanno lievitare il prezzo del viaggio.

Decolla così una ricerca, tra pagine e pagine di Internet e chiamate ai call center, di tutte le varianti e possibilità che le principali compagnie low cost in partenza da Orio al Serio offrono ai propri clienti: dalla scelta di un posto più comodo sull’aereo alla possibilità di cambiare giorno e destinazione, fino alla richiesta di ricevere fattura cartacea a casa. Senza contare tutti i servizi abbinati al volo: prenotazione di alloggi, servizi di autonoleggio, taxi e transfer da e per l’aeroporto.

LA PRENOTAZIONE COSTA
Con carta di credito, attraverso il call center o le pagine Web, prenotare un biglietto ha un suo costo, a eccezione delle prenotazioni effettuate con Virgin Express. Per Ryanair, così come per SkyEurope, si tratta di 2,50 euro per l’utilizzo della carta di credito, spesa da considerare per ogni passeggero e per singola tratta, mentre per Myair.com la cifra sale a 2,75 euro. L’utilizzo della carta di credito costa invece 3 euro con Wizzair (che prevede un costo anche per la prenotazione via call center di 5 euro), cifra che sale a 6 euro con Jet2.

REGOLA NUMERO UNO: NO AI RIPENSAMENTI
Se capitano, il biglietto aereo non sarà più così conveniente. Cambiare nominativo al biglietto, così come giorno, orario e destinazione ha il suo prezzo. Partiamo da Ryanair: la data, l’ora e la rotta possono essere modificati in base a disponibilità e dietro pagamento di una tariffa per tratta di volo singola e per persona. Si tratta di 25 euro se la variazione è effettuata on line, 45 se effettuata tramite un centro di prenotazioni. In entrambi i casi sarà inoltre addebitata l’eventuale differenza tra il prezzo originale pagato del volo e la tariffa minima disponibile al momento della prenotazione mentre, se la tariffa totale è inferiore a quella pagata in origine, non è previsto alcun rimborso. Il cambio del nome ha invece un costo di 65 euro.
Stessi servizi, prezzi diversi per Myair.com: i cambiamenti relativi al biglietto emesso hanno un costo di 25 euro a eccezione delle tariffe «Myflex» (le più alte e segnalate da questa dicitura al momento della prenotazione) che permettono di modificare la prenotazione senza pagamento di alcun supplemento o differenze di prezzo sul biglietto. Wizzair specifica invece le penali sul suo sito Internet: per il cambio nome è di 30 euro, di 28 euro per la modifica del volo se compiuta on line, 35 da call center. Venticinque euro è poi il costo per eventuali cambiamenti, sempre a tratta e per persona, per SkyEurope e Jet2 (cifra a cui si aggiunge l’eventuale differenza tariffaria), prezzo che sale a 30 euro con Virgin Express.

ANCHE IL BAGAGLIO HA IL SUO PREZZO
Wizzair ha il suo tariffario on line: 5 euro dal secondo bagaglio se richiesto durante la prenotazione, cifra che si raddoppia se l’opzione è scelta dopo aver acquistato il viaggio. Prevista anche una penale per bagagli in eccesso, di 7 euro ogni chilo in più. Tutti i bagagli in stiva hanno un supplemento con Ryanair: 4,50 euro a bagaglio e a tratta, costo che sale a 10 euro se la richiesta viene effettuata al call center o in aeroporto. Myair.com comprende nella tariffa del biglietto fino a due bagagli e fino a 15 chilogrammi di peso: ogni chilo in eccedenza avrà un costo di 10 euro. Se Jet2 arriva fino a 18 chilogrammi gratuiti, con ogni chilo in eccesso a 8 euro, SkyEurope trasporta gratis fino ai 20 chilogrammi: ogni chilo supplementare costerà 7 euro in più. Il più caro è Virgin Express: 20 chili sono gratuiti, fino a 5 chili in eccesso il costo è di 25 euro, prezzo che si raddoppia dai 10 chili in su.

FATTURA E SPESE POSTALI
Del biglietto serve fattura? Solo SkyEurope, Virgin Express e Wizzair offrono il servizio: i primi due gratuitamente, il terzo fissa a 3 euro la spesa per l’invio della fattura cartacea (è di 5 la penale per un cambiamento nei dati della fattura) e a 2 euro le spese postali.

SERVIZI AGGIUNTIVI, CHI PIÙ NE HA PIÙ NE METTA
Myair.com permette di comprare direttamente on line carte telefoniche, prenotare soggiorni in alberghi, case ma anche dimore d’epoca, noleggiare auto, stipulare assicurazioni. Tutti servizi, ognuno con la sua tariffa, che fanno anche le altre compagnie low cost. Tra le curiosità, sempre Myair.com propone sul suo sito un’offerta di vini e vende a bordo i «Vola Vinci», schede gratta e vinci da 3 euro ciascuna con in premio biglietti aerei e bonus in denaro. Spazio extra è invece proposto da Virgin Express che offre, con 10 euro a tratta, 7,5 centimetri in più di spazio per le gambe. I posti dell’uscita di emergenza hanno invece un supplemento di 15 euro così come è possibile scegliere il proprio posto preferito con un’aggiunta di 2,50 euro. Anche Ryanair abbina al volo il soggiorno, offrendo tour mirati a seconda delle esigenze oltre al check in on line che, per 3 euro a tratta, dà la precedenza all’imbarco sull’aeromobile. Novità delle ultime settimane anche la carta di credito di Ryanair che offre due voli gratuiti: senza costo l’attivazione, ha una spesa di 25 euro per il secondo anno. Tutte informazioni, queste, raccolte navigando sui portali Internet e telefonando ai call center: anche questi, del resto, hanno i loro tempi di attesa e il loro prezzo. E non è sempre low cost

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: