Viaggio dentro ad un vulcano

Condividi questo articolo su :

A St. Ours-les-Roches, quindici chilometri da Clermont Ferrand, nell’Alvernia, patria di Maigret e di Vercingetorige e sede storica della Michelin, sorge Vulcania, il primo parco europeo didattico-ludico interamente dedicato ai vulcani. E non è una coincidenza che questo complesso, unico nel suo genere al mondo, sorga nel cuore della più grande regione vulcanica francese.

A St. Ours-les-Roches, quindici chilometri da Clermont Ferrand, nell’Alvernia, patria di Maigret e di Vercingetorige e sede storica della Michelin, sorge Vulcania, il primo parco europeo didattico-ludico interamente dedicato ai vulcani. E non è una coincidenza che questo complesso, unico nel suo genere al mondo, sorga nel cuore della più grande regione vulcanica francese.

Qui milioni di anni addietro, grandi crateri oggi spenti, ma ancora visibili, scuotevano la terra. Vulcania presenta in modo interattivo una sintesi delle conoscenze attuali sui vulcani e in generale sulla geologia, conducendo i visitatori in un virtuale viaggio al centro della Terra. Come? Mettendo in scena con proiezioni e calore (vero) grandi fenditure di lava rosso incandescente. O ancora, facendo provare l’emozione di un’eruzione vulcanica grazie a uno speciale schermo di 415 mq e a terremoti simulati: proprio come se ci si trovasse sull’orlo del cratere. Avvalendosi di sistemi altamente sofisticati e collaborando con le più autorevoli fonti scientifiche del campo, Vulcania è diventata un punto di riferimento per gli appassionati e gli esperti della materia, geologi e vulcanologi.

Per chi ha intezioni di fare una pausa a soli pochi minuti il ristorante Mazayes propone cucina del territorio accompagnata da un’ottima selezione di vini, con menù completi a partire da 23 euro. E possibilità di giro in mongolfiera (tel. 0033.4.73.88.93.30, www.auberge- mazayes.com). Per alloggiare, sempre in zona, Le relais des Puys nato nel 1795 e arrivato oramai alla settima generazione (tel. 0033.4.73.62.10.51, www.relaisdespuys.com . Doppia da 63 €). All’esterno, l’edificio ha la forma di un tronco di cono culminante a ventotto metri di altezza, coperto da rocce vulcaniche; anche se ancora più impressionante è l’interno: una discesa agli inferi lungo le pareti di un vertiginoso cratere profondo trentacinque metri, lungo la “galleria del rimbombo”, il “itunnel di lava”, ricavato da un’antica colata, e il “teatro dell’universo”, per concludersi nel giardino vulcanico, un’immensa serra di piante esotiche e felci arborescenti, graminacee dell’emisfero meridionale e altre specie che crescono rigogliose sui suoli vulcanici.

"Vulcania è una struttura ricavata negli strati della lava basaltica e non c’è segno di confine tra edificio e paesaggio", commentava Hans Hollein, l’architetto cui fu affidata la costruzione dell’opera in collaborazione con l’architetto paesaggista Gilles Clément e lo scenografo della “Cité des sciences” Rainer Verbizh. Da questa felice sinergia, fondata sulla scelta di trattare i fenomeni vulcanici radicandoli nella memoria della terra (essendo per tre quarti sotterranea, la costruzione si integra appieno col luogo), è sortita una struttura in perfetta armonia con il paesaggio circostante. Paladino del progetto fu l’ex presidente francese Valéry Giscard d’Estaing, determinato a modernizzarne l’immagine permettendo così alle strutture turistiche regionali di compiere un salto di qualità. Così come la piramide del Louvre ha immortalato Mitterand e il Beaubourg il suo predecessore Pompidou, Vulcania rappresenta per Giscard il segno indelebile del suo passaggio.

Info: Vulcania, Route de Mazayes, Saint-Ours-Les-Roches, Francia, tel. 0033.4.73.19.70.00, www.vulcania.com . Prezzi: 19,50 €, bambini 12 € ( da 6 a 16 anni).

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: