Viaggio a Yellowstone

Condividi questo articolo su :

Yellowstone è, con ogni probabilità, il più famoso parco naturale al mondo. Il primo parco naturale degli Stati Uniti d’America e dal 1978 è entrato a fare parte di diritto nella lista UNESCO come Patrimonio dell’umanità. E’ situato a Nord degli Stati Uniti, precisamente tra l’Idaho, il Montana ed il Wyoming, ad un’altezza media di 2400 metri. Per il fotografo professionista, per il neofita, per chi ha voglia di imparare o semplicemente per l’appassionato di natura, Yellowstone è una delle mete che deve essere visitata almeno una volta nella vita.

Yellowstone è, con ogni probabilità, il più famoso parco naturale al mondo. Il primo parco naturale degli Stati Uniti d’America e dal 1978 è entrato a fare parte di diritto nella lista UNESCO come Patrimonio dell’umanità. E’ situato a Nord degli Stati Uniti, precisamente tra l’Idaho, il Montana ed il Wyoming, ad un’altezza media di 2400 metri. Per il fotografo professionista, per il neofita, per chi ha voglia di imparare o semplicemente per l’appassionato di natura, Yellowstone è una delle mete che deve essere visitata almeno una volta nella vita.

Chi c’è già stato, chi ha assaporato lo spirito selvaggio di questo ambiente unico al mondo, non può fare a meno di tornarci.

E’ il paradiso del fotografo naturalista: all’interno del parco è possibile avvistare orsi neri, coyote, antilocapre, bisonti (spesso erroneamente chiamati bufali), cervi canadesi, alci, aquile calve, lupi, i famosi grizzly e molti altri mammiferi ed uccelli.
Dopo varie “spedizioni”, abbiamo ritenuto opportuno concentrare il nostro workshop nel periodo migliore per l’avvistamento degli animali. Nella seconda metà di Maggio avremo infatti le possibilità maggiori di avvistarli, quando il turismo di massa non è ancora presente e la fauna non si è già ritirata lontano dalle valli e dalle strade che invece si riempiono di turisti fino alla fine di Settembre.
Saremo inoltre accompagnati dal graduale disgelo della neve nelle zone più alte dello Yellowstone Park, a volte aiutandoci nella ricerca grazie alle impronte visibili lasciate dagli animali al loro passaggio.
In questo periodo, inoltre, avremo l’opportunità di immortalare con le nostre fotocamere, gli spettacolari paesaggi del parco, che cambiano ad ogni curva, dalle cime montane innevate alle steppe d’erba che nelle valli si fanno spazio in mezzo alle ultime tracce di neve, dai numerosissimi geyser (Yellowstone conta la più alta concentrazione di sorgenti calde e geyser dell’intero pianeta, oltre 10000!) alle cascate, dal Grand Canyon di Yellowstone ai vulcani di fango. Insomma, le occasioni per fotografie eccezionali non mancano!

Una volta partiti dall’Italia, atterreremo a Salt Lake City ed è da qui che partirà il nostro viaggio fotografico. Due settimane all’insegna della natura. Dall’aeroporto della capitale dello Utah partiremo immediatamente verso il Wyoming, sede del Grand Teton National Park.
Passeremo in questo parco tre giorni, per scorgerne i lati migliori e provare ad avvistare i numerosi volatili (specialmente rapaci) e mammiferi che lo popolano. Avremo l’opportunità di scattare suggestive immagini della catena montuosa del Teton Range. Da qui saliremo per entrare nel parco nazionale dello Yellowstone, dove si svolgerà gran parte del nostro viaggio fotografico e dove infatti passeremo ben dieci giorni. Le aree scelte per il pernottamento sono state perfettamente studiate e adattate al nostro viaggio ed ai nostri bisogni fotografici. Le maggiori probabilità di avvistare la fauna le avremo alle prime luci dell’alba e vicino al tramonto, ed anche queste nostre necessità sono state analizzate per creare un viaggio “su misura”, giorno per giorno, sempre all’insegna dello spirito naturalistico. Visiteremo l’area di West Yellowstone dopo esserci gustati lo spettacolo della parte South. Ci sposteremo poi ancora più a Nord dove ci aspetta l’area del Mammoth Hot Springs.

Nei dintorni è facile avvistare cervi canadesi, cervi mulo, bisonti e altri animali. La parte più selvaggia del parco si snoda però tra la Hayden Valley e la Lamar Valley. Quest’ultimo è per eccellenza il paradiso della fauna del parco. Non a caso viene chiamata “il Serengeti del Nord America”. In queste zone riusciremo ad assaporare appieno quello che è lo spirito del nostro viaggio, passando più giorni fianco a fianco alla natura libera ed incontaminata in uno degli ultimi paradisi terrestri. Infine abbandoneremo il Wyoming per ritornare verso Salt Lake City, con la possibilità di una fermata nel paradiso dei bighorn, non troppo lontano dal Gran Teton National Park. Per riuscire a comprendere ancora meglio come lo Yellowstone ed il Grand Teton National Park siano territorio favorevole per decine e decine di specie faunistiche, questa è una lista, incompleta, di alcuni animali presenti all’interno dei due parchi: grizzly, orso nero, bisonte, alce, cervo canadese, cervo mulo, cervo dalla coda bianca, bighorn sheep, capra delle nevi, antilocapra, lupo, coyote, volpe rossa, puma (o leone di montagna), bobcat, lince, porcospino, ghiottone, tasso, lontra, castoro, marmotta, aquila calva, aquila reale, falco pescatore, gufo, pellicano, cigno, oca canadese, airone grigio e molti altri ancora!!! Sarà certamente un’esperienza unica ed indimenticabile.

Altre utili informazioni, anche sull’ abbigliamento, saranno date a tutti i partecipanti prima della partenza.
Nel costo del viaggio sono comprese la maggior parte delle spese, pernottamenti dentro e fuori dal parco, noleggio auto, assicurazione base auto, chilometraggio e benzina illimitate ed altro ancora. Per ulteriori indicazioni vedere in dettaglio a “la quota comprende”.

 Programma completo

16 Maggio – 1^ giorno: Partenza da Salt Lake City nel pomeriggio in direzione Jackson Hole. Sistemazione in albergo, introduzione del viaggio fotografico e consegna del materiale informativo ed indicazioni utili per vivere al meglio il viaggio.
17 Maggio – 2^ giorno: Partenza dalla cittadina di Jackson Hole. Entreremo al Gran Teton National Park, ma prima proveremo ad avvistare i grandi cervi che si trovano abbondanti nella zona, rifugiatosi a sud qualche mese prima per sfuggire al rigido inverno dello Yellowstone. Continueremo la nostra visita del Teton dirigendoci in un luogo conosciuto per essere l’habitat ideali per le alci. Esploreremo la parte est del parco prima di scendere per la Teton Park Road. Prima di ritornare al nostro hotel ci fermeremo poi al Mormon Row per provare qualche scatto. Potrebbe anche essere l’occasione giusta per provare un bello star trails o qualche starscapes.
18 Maggio – 3^ giorno: Al mattino presto lasceremo Jackson dirigendoci  nuovamente al Mormon Row. E’ infatti con le prime luci del giorno che avremo la luce migliore a disposizione. Continueremo fino al Jenny Lake con la possibilità di immortalare lo spettacolo che offre la vista del Teton Range innevato. Nel pomeriggio non possiamo dimenticare la zona del Jackson Lake dove potremmo avvistare alci, cervi, bisonti, castori, lontre, orsi e aquile calve, simbolo stesso degli Stati Uniti
19 Maggio – 4^ giorno: Ci sveglieremo con le prime luci dell’alba e ci dirigeremo all’Oxbow Bend, dove ci aspetta un altro fantastico paesaggio mozzafiato. Il quarto giorno lo distribuiremo tra la parte nord del Gran Teton e la parte sud dello Yellowstone dove entreremo nella zona dei geyser e delle pozze prismatiche. Come già annunciato, i colori di quest’ultime (come quelli del Grand Prismatic Spring, le cui acque sono abitate da differenti tipi di batteri che proliferano a diverse temperature e che donano la caratteristica colorazione alle pozze) saranno i protagonisti indiscussi di queste giornate, con un occhio, come sempre, all’avvistamento di mammiferi, uccelli e animali in genere. Dormiremo all’Old Faithful.
20 Maggio – 5^ giorno: Visita della zona West del parco nella prima parte della giornata, con attenzione particolare alle numerose caldere fumanti, considerando anche che nella zona c’è il Gibbon Pack: attualmente uno dei branchi di lupi più numerosi. Nel pomeriggio arrivo a West Yellowstone e pernottamento.
21 Maggio – 6^ giorno: In mattinata ci sarà la possibilità (facoltativa) di una visita al Grizzly and Wolf Discovery Center, importante cento di recupero faunistico proprio al confine con il parco. La giornata proseguirà in direzione nord, fino ad arrivare al Mammoth Hot Springs: incredibili terrazze a cascate di sorgenti calde che si trovano su una larga collina di travertino e che scavano pozze che toccano addirittura i 90 metri. Se il tempo ce lo permetterà potremo anche avvistare i bighorn. Sempre al Mammoth Hot Springs, pernotteremo.
22 Maggio – 7^ giorno:  Resteremo in zona nelle prime ore del mattino, alla ricerca di qualche bello scatto ai bighorn, poi ci dirigeremo verso le Tower Fall per altri momenti da incorniciare. Nella zona sono spesso stati avvistati orsi, sia grizzly che orsi neri, senza dimenticare i cervi muli, molto presenti in tutto lo Yellowstone e pure i lupi, con il Blacktail Pack.
23 Maggio – 8^ giorno: Dedicheremo qualche ora attorno alla zona di Tower Roosevelt, poi ci sposteremo in direzione della parte più selvaggia del parco: la Lamar Valley, dove concentremo le nostre forze per avvistare i re di quest’area: i lupi ed i grizzly. Da anni ormai si consuma una lotta serrata tra branchi di lupi per il territorio: per quasi dieci anni i Druid Peak Pack hanno lottato per la conservazione di questo importante lembo di terra. Ma anche i grizzly sono nel pieno della loro attività. Il letargo è finito e devono immediatamente accumulare grasso in vista della nuova impegnativa stagione. E’ anche il tempo delle cucciolate. Con un po’ di fortuna avremo la possibilità di immortalare qualche bella scena di cuccioli, di orso, lupo o bisonte che siano. Arrivo e pernottamento a Silver Gate, a neppure un km dall’entrata nordest del parco.
24 Maggio – 9^ giorno: La Lamar Valley offre occasioni multiple, sia per chi vuole fare qualche facile trail, sia per chi invece se ne vuole stare in auto appostato aspettando lo spunto di qualche timido animale. Dopo una giornata passata all’insegna della natura torneremo a Silver Gate, nostro punto di riferimento per questi giorni.
25 Maggio – 10^ giorno: Nella zona orientale della Lamar Valley avremo la possibilità di fare un breve ma interessante trail per scovare alcuni dei mammiferi presenti nella zona ma non solo, anche lontre, o le coloratissime anatre arlecchino oppure il raro quattrocchi d’Islanda.
26 Maggio – 11^ giorno:  Ci sposteremo in direzione dello Yellowstone Lake. La giornata sarà all’insegna di un emozionante trail che potrebbe regalarci diverse occasioni fotografiche con alcuni esemplari di bighorn che negli ultimi anni si sono stabiliti nella zona. Una volta esaurito il trail, nel pomeriggio inizieremo ad osservare la zona dell’Hayden Valley, ricca di fauna. Pernotteremo al Lake Hotel.
27 Maggio – 12^ giorno: Dal Lake Hotel risaliremo la strada che costeggia il famoso Yellowstone River: l’area tra il lago e l’Hayden Valley è ricca di volatili, dall’aquila calva alle oche canadesi, dal falco pescatore ai cosiddetti wading birds, i trampolieri, fino ai piccoli sialia che aspettano solo lo scioglimento del ghiaccio sul fiume per banchettare con gli insetti. Ma non solo. Frequentatori abituali della valle sono anche lupi, orsi neri, grizzly, bisonti, antilocapre e molti altri animali. Pernottamento al Lake Hotel.
28 Maggio – 13^ giorno: Dopo una breve ricognizione mattutina allo splendido paesaggio dello Yellowstone Lake, scenderemo nuovamente al Gran Teton National Park, fermandoci nella zona nordest, e scattando le ultime foto al Teton Range. Inoltre avremo anche la possibilità di percorrere un trail davvero emozionante per avvicinare gli sfuggenti bighorn sheep. Nel tardo pomeriggio avvicinamento a Salt Lake City, da dove ripartiremo.
29 Maggio – 14^ giorno: Mattinata libera a Salt Lake City o breve escursione (facoltativa) all’Antilope Island State Park, prima della partenza verso l’Italia.
30 Maggio – 15^ giorno: Arrivo in Italia.

INFORMAZIONI: Le temperature allo Yellowstone sono piuttosto imprevedibili. Nonostante questo si può avere un’indicazione dalle medie degli ultimi anni. Tra la seconda metà di Maggio e la prima di Giugno le temperature medie oscillano tra i 15 ed i 25 gradi di giorno mentre la notte si scende anche sotto zero. Per quanto riguarda la neve, nella Lamar Valley, il fulcro del nostro viaggio, ne dovremmo trovare al massimo pochi centimetri, mentre nella zona dell’Hayden Valley e dello Yellowstone Lake la neve rimane presente per qualche giorno in più, senza però creare alcun tipo di problema. In questo periodo è anche più facile avvistare i vari animali, in quanto il loro manto contrasta con il bianco candido della neve. Le strade sono pulite, perfettamente tenute dalla NPS e sgombrate  da ogni ostacolo. Vengono chiuse quasi tutte durante l’inverno per le fitte nevicate ma poi vengono riaperte in primavera. Per affrontare al meglio il viaggio abbiamo deciso di utilizzare dei mezzi come spaziose 5 porte e minivan  a 7 posti (solitamente 4 passeggeri + guidatore per ogni veicolo), per garantire ai partecipanti la comodità e lo spazio necessario per le attrezzature fotografiche, valigie e quant’altro possa servire ad ognuno durante il nostro tour. Ogni veicolo avrà la possibilità di contattare l’altro per comunicarsi le varie informazioni durante i nostri percorsi in auto, durante i vari appostamenti e per avvertirsi l’un l’altro dei vari avvistamenti. Le sistemazioni per il pernottamento saranno all’interno dei caratteristici ed accoglienti lodge od hotel, a seconda della disponibilità, sia all’interno del parco che fuori. Riguardo ai pasti, al fine di dare la maggiore libertà possibile alle esigenze alimentari individuali, questi sono a discrezione dei partecipanti e quindi non compresi nella quota di partecipazione. Il tour potrebbe subire piccole variazioni per eventuali contrattempi, ma senza snaturare il viaggio.
Altre utili informazioni, anche sull’abbigliamento, saranno date a tutti i partecipanti prima della partenza.

CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO E QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
Difficoltà: Medio/facile. Non c’è bisogno di preparazione fisica particolare. I trail che faremo non saranno assolutamente difficili, ma più simili a semplici passeggiate.
Periodo: dal 16 al 30 Maggio 2012
Durata: 15 giorni (13 notti)
Documenti necessari: Si può usufruire del programma “Visa Waiver Program” (Viaggio senza visto). A tutti i partecipanti verranno fornite tutte le indicazioni ed informazioni necessarie.
Vaccinazioni: nessuna necessaria.

Quota di partecipazione:
Minimo di 5 persone: 1835€
Minimo di 9 persone: 1675€

Quota accompagnatori:
Minimo di 5 persone: 1695€
Minimo di 9 persone: 1475€

I prezzi sono stati calcolati con cambio euro/dollaro a 1,35. Prezzi bloccati e garantiti fino al 15 Febbraio 2012
Supplemento singola: 595€
Partecipanti: il viaggio prenderà il via con un minimo di 5 fino ad un massimo di 12 partecipanti.
Sconti:
– sconto di 50€ per chi prenota entro il 28 Gennaio 2012.
– sconto di 50€ per qualunque viaggio successivo con GrandiViaggiFotografici.com *
– sconto di 50€ per chi presenta un partecipante.
– sconto di 50€ anche per chi è stato presentato.
– Gli sconti SONO cumulabili tra loro.

 La quota comprende:
 Noleggio veicoli
 Benzina e chilometraggio illimitato
 Tutte le assicurazioni auto
 Tutti i pernottamenti fuori e dentro dal parco come da programma
 Ingresso ai parchi
 Accompagnamento di fotografo italiano professionista ed esperto del parco
 Possibilità utilizzo materiale professionale
 Attestato di partecipazione
 Assistenza professionale durante tutto il viaggio per ogni esigenza
 Buono sconto per successivi workshop/viaggi con GrandiViaggiFotografici.com
 Mini guida su parchi e wildlife
 Carta prepagata per chiamare dai telefoni fissi verso tutta l’Italia
 Abbigliamento e gadget di Grandiviaggifotografici.com

 La quota NON comprende:
 Volo A/R (viste le continue oscillazioni del mercato si è preferito non comprendere nella quota il volo aereo. Contattateci comunque, vi possiamo aiutare a scegliere le migliori quotazioni: ad oggi 750€ circa tasse incluse)
 Supplemento camera singola
 Colazioni, pranzi e cene
 Assicurazione annullamento viaggio e medica (non obbligatoria ma consigliata)
 Mance, escursioni facoltative, extra e tutto quanto non espressamente indicato sopra a “la quota comprende”

*tranne dove espressamente indicato.

 
INFORMAZIONI GENERALI E RELATIVE ALL’ORGANIZZAZIONE FOTOGRAFICA:

Alessandro Beconi
www.grandiviaggifotografici.com
[email protected]

cell. 333-3781294
cell. 347-9455420

 ORGANIZZAZIONE TECNICA DEL VIAGGIO:
                                
PAPAYA VIAGGI
VIA G. PUCCINI 132                  
50041 Calenzano FI
Tel. 055 8825791 Fax. 055 8879282
[email protected]

 

 Scarica il programma completo

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: