Viaggiare cercando le “locations” dei film e dei libri

Condividi questo articolo su :

L’Italia ringrazia cinema e fiction. Grazie alle splendide location del nostro bel paese, infatti, il turismo ha visto un incremento, nel 2006, del 12,3%, rispetto al 2005. Lo scorso anno, infatti, 41 milioni e 622 mila stranieri hanno visitato l’Italia. Il dato è emerso da una ricerca che ha coinvolto i principali tour operator internazionali e le principali testate giornalistiche straniere, commissionata all’ Osservatorio Stampa Estera Nathan il Saggio dall’Assessorato al turismo della regione Campania.

L’Italia ringrazia cinema e fiction. Grazie alle splendide location del nostro bel paese, infatti, il turismo ha visto un incremento, nel 2006, del 12,3%, rispetto al 2005. Lo scorso anno, infatti, 41 milioni e 622 mila stranieri hanno visitato l’Italia. Il dato è emerso da una ricerca che ha coinvolto i principali tour operator internazionali e le principali testate giornalistiche straniere, commissionata all’ Osservatorio Stampa Estera Nathan il Saggio dall’Assessorato al turismo della regione Campania.

La ricerca è stata presentata lo scorso martedì a Roma dal nostro assessore al Turismo Marco Di Lello, dal massmediologo Klaus Davi e della produttrice cinematografica e attrice Maria Grazia Cucinotta. E proprio la capitale e la nostra regione sono tra le cinque zone più visitate grazie alle location cinematografiche, assieme a Venezia, Toscana e Sicilia.
La ricerca dimostra, così,  come 4 turisti su 10 scelgano la meta della propria vacanza in Italia dopo aver visto un film o una fiction ambientate da noi, o perché vogliono rivivere luoghi e atmosfere raccontati nel libro preferito. 

E proprio la nostra Campania, sembra beneficiare maggiormente di questo fenomeno. Grazie ad importanti produzioni internazionali come “Mission impossibile” e “Guerre stellari”, ambientato nella Reggia di Caserta, le bellissime immagini di Ischia e della costiera amalfitana che fanno da sfondo a “Il talento di Mr. Ripley” e la recente fiction “Pompei”. Insomma i turisti stranieri dopo essersi rifatti gli occhi sul grande schermo, hanno pensato bene di ammirare di persona le bellezza nostrane. A questi si aggiungono le tante fiction che hanno riscosso un grande successo anche all’estero come La Squadra, Un Posto al Sole, Capri e Capri 2, in fase di lavorazione e perfino giochi da tavolo come quello su Pompei prodotto in Germania.

Hanno detto sul New York Times: "Leggi il libro e poi vedi dove è ambientato", sottolineando come l’offerta di itinerari turistici aumenti attraverso tour letterari. Il giornale americano ha spiegato: “a chi ha amato il Talento di Mr Ripley piacerà sicuramente Il Giardino, una villa che si trova in costiera amalfitana”.
“Cinema, fiction e letteratura rappresentano un traino eccezionale per la Campania – ha commentato Di Lello – Riscontriamo sempre maggiori presenze di turisti stranieri e siamo pronti a sostenere ed investire sul cineturismo, grazie anche all’attivita’ della Film Commission e al grande progetto degli Studios di produzione cinematografica che realizzeremo a Bagnoli”.

Un ulteriore incentivo al turismo ma soprattutto all’industria cinematografica locale, ricca di talenti e di belle idee troppo spesso trascurate.

Alcuni siti utili:

 

Condividi questo articolo su :

Lascia un commento

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: