Vacanze nella Foresta Nera, cosa vedere e come organizzare il viaggio

Condividi questo articolo su :

Alla scoperta della Foresta Nera e dei suoi angoli più incantati che regalano l’emozione di trovarsi catapultati in un libro delle favole dei fratelli Grimm.

Castello di Hohenzollern iStockphoto

Un viaggio nella Foresta Nera, la bellissima regione mountuosa del sud-ovest della Germania caratterizzata da paesaggi che ricordano le favole, rappresenta un’ottima opzione per regalarsi un break tra Pasqua 2019 e il 1° Maggio. Secondo, infatti, il calendario dei Ponti e Festività 2019 in questo periodo prendendo solo 5 giorni di ferie è possibile fare 2 settimane di vacanza, un’opportunità da cogliere al volo!

I mesi primaverili sono perfetti per godersi il risveglio della lussureggiante natura della Foresta Nera e le sue attrazioni più suggestive, come la cittadina di Friburgo in Brisgovia dominata dalla torre campanaria della sua Cattedrale e caratterizzata da migliaia di Bächle, piccoli canali d’acqua che costeggiano i suoi marciapiedi, le Cascate di Triberg, le più alte di tutta la Germania, oppure il Castello di Hohenzollern dove regalarsi un fantastico tuffo nella storia.

Un’altra incredibile esperienza da inserire nel proprio itinerario alla scoperta della Foresta Nera è la salita sulla Baumwipfelpfad, una torre di legno che grazie alla sua avveniristica architettura regala l’emozione di una passeggiata tra le cime di altissimi alberi mentre il luogo perfetto dopo riposarsi dopo tante emozioni è Baden-Baden, una splendida cittadina termale dove i fasti della Belle Époque sono più che mai vivi e presenti.

Scoprite, allora, cosa vedere durante un viaggio nella Foresta Nera:

  1. Friburgo in Brisgovia
  2. Cascate di Triberg
  3. Castello di Hohenzollern
  4. Baumwipfelpfad
  5. Baden-Baden

1 – Friburgo in Brisgovia

Friburgo
Una suggestiva immagine della porta Martinstor di Friburgo.

Una prima tappa consigliata durante un viaggio nella Foresta Nera è Friburgo in Brisgovia, una frizzante cittadina al confine tra Francia e Svizzera che offre ai propri visitatori diverse attrazioni.

Una delle caratteristiche che rendono unica questa cittadina sono i Bächle, ovvero dei piccoli canali d’acqua larghi circa 30 cm. e profondi tra i 15 e i 10 cm. che costituiscono una rete idrica di oltre 12 km. Questi curiosi ruscelli, unici in tutta Europa, sono stati costruiti oltre 600 anni fa come rifornimento idrico per spegnere eventuali incendi.

Il simbolo di Friburgo è, invece, la sua Cattedrale di Nostra Signora, un antico luogo di culto la cui costruzione è iniziata nel 1200 per terminare 300 anni dopo. Una delle particolarità di questa imponente chiesa, considerata una delle più suggestive d’Europa, è il suo campanile alto 116 metri che domina tutta la città. Ai piedi del campanile, in Münsterplatz, tutte le mattine eccetto la domenica si tiene, inoltre, un pittoresco mercato dove è possibile acquistare generi alimentari, abbigliamento e oggettistica.

Durante un break a Friburgo è, anche, consigliata una visita alle due porte d’accesso della città, la Schwabentor e la Martinstor, una passeggiata nella colorata Rathausplatz dove sorgono l’Altes Rathaus e il Neue Rathaus, il Vecchio e il Nuovo Municipio e nel quartiere Gerberau dove si concentrano numerose botteghe che hanno preservato l’aspetto di un tempo.

Se avete ancora tempo a disposizione e volete regalarvi una vista mozzafiato su questa cittadina, dove tradizione e modernità convivono alla perfezione, regalatevi una gita sulla collina Schlossberg raggiungibile tramite una funicolare che parte dallo Stadtgarten, il parco pubblico della città.

  • Dove dormire a Friburgo: Stadthotel Freiburg Kolping Hotels & Resorts un moderno e confortevole hotel situato vicino al centro storico della cittadina oppure Zum Roten Bären il più antico albergo di Friburgo che offre spaziose e confortevoli camere e un ristorante dove assaporare piatti della cucina tipica tedesca.

2 – Cascate di Triberg

Cascate Triberg
Le Cascate Triberg, la forza della natura in tutto il suo splendore.

Una della tappe imperdibili durante un viaggio nella Foresta Nera è rappresentata dalle Cascate di Triberg, un pittoresco paese famoso, anche, per i suoi straordinari orologi a cucù.

Le Cascate di Triberg, le più alte di tutto il territorio tedesco, si sviluppano lungo il percorso del fiume Gutach, presentano 7 salti e sono immerse in uno scenario naturale da favola. Percorrendo i vari sentieri di diverse difficoltà che conducono a questo luogo incantato è possibile ammirare l’incontaminata e rigogliosa natura della Foresta Nera e fare simpatici incontri ravvicinati con le migliaia di scoiattoli presenti in questa oasi naturale.

Il consiglio in più per arricchire la vostra giornata a Triberg con un’esperienza surreale è la visita agli orologi a cucù più grandi al mondo. Il primo è Eble Uhren-Park e si trova lungo la B33, fra Triberg e Hornberg, mentre il secondo è a Schonach.

  • Dove dormire a Triberg: Gasthof Adler, un hotel a conduzione familiare immerso nella campagna vicino a Lautenbach a soli 16 Km da Triberg oppure Parkhotel Wehrle una bella struttura dotata di centro benessere situata a solo 10 minuti a piedi dalle Cascate.

3 – Castello di Hohenzollern

La Foresta Nera è un territorio costellato da meravigliosi castelli come quello di Herrenchiemsee considerato la Versailles della Baviera, il Castello di Neuschwanstein che grazie a Walt Disney è entrato nell’immaginario comune come il Castello delle Fiabe per antonomasia e il Castello di Hohenzollern, probabilmente il più suggestivo.

Questo maniero domina il massiccio del Giura Svevo a 855 metri sul livello del mare e vanta una lunga e travagliata storia. Fu costruito nella prima metà dell’XI secolo ed è stato più volte distrutto e ricostruito, infatti, le torrette e le guglie in stile neogotico che lo caratterizzano sono il frutto della terza e ultima ristrutturazione.

Durante una visita alle sale interne del Castello di Hohenzollern è possibile ammirare stupendi affreschi, mobili originali d’epoca e nella Sala del Tesoro è esposta la corona del Re di Prussia e altri fantastici gioielli in oro e pietre preziose appartenuti ai membri della casata degli Hohenzollern.

  • Informazioni utili: il Castello di Hohenzollern è aperto dal 16 marzo al 31 ottobre dalle 10.00 alle 17.30 mentre dal 1° novembre al 15 marzo chiude alle 16.30. Il costo del biglietto d’ingresso intero è pari a 12 euro, il biglietto ridotto per ragazzi fino ai 17 anni costa euro e sono previsti sconti per le famiglie.
  • Dove dormire vicino al Castello di Hohenzollern: Hotel Brielhof, un confortevole albergo situato ai piedi del castello che offre un ristorante dove vengono serviti piatti della tradizione oppure Schloss Haigerloch, un hotel ricavato da un castello che offre una terrazza solarium, un ristorante gourmet ed eleganti camere dotate di tutti i comfort.
Castello di Hohenzollern
Una bella immagine del Castello di Hohenzollern che domina la natura circostante.

4 – Baumwipfelpfad

Un’esperienza particolare da regalarsi durante un viaggio nella Foresta Nera è una passeggiata sulla Baumwipfelpfad un’avveniristica torre di legno che consente di camminare su una passerella a spirale che conduce sino alla cima di altissime piante.

Durante la salita sulla Baumwipfelpfad si ha l’incredibile impressione di camminare sugli alberi ed è possibile scorgere ogni loro dettaglio, respirare un intenso profumo di resina e ascoltare il fruscio del vento tra le loro foglie da una posizione privilegiata.

Una volta arrivati in cima ci si sente un po’ come degli uccelli nel nido e si gode di una fantastica vista sulla natura circostante.

  • Informazioni utili: la Baumwipfelpfad è aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 16.00 , il costo del biglietto d’ingresso intero è di 10 euro, i bambini di età inferiore ai 6 anno entrano gratis, mentre fino a 14 anni pagano solo 8 euro. Purtroppo durante la visita della Baumwipfelpfad non è possibile portare con sé i propri amici a quattrozampe.
  • Dove dormire vicino alla Baumwipfelpfad: Hotel Ochsen una bella struttura ricettiva dotata di ogni comfort situata a Höfen an der Enz oppure Wellnesshotel Rothfuss un hotel a conduzione familiare a Bad Wildbad che offre un’ampia zona benessere con vista panoramica, una sala fitness e biciclette a noleggio.
Baumwipfelpfad
L’incredibile costruzione Baumwipfelpfad che svetta sulle cime degli alberi.

5 – Baden-Baden

Un viaggio nella Foresta Nera non è solo sinonimo di fantastiche avventure alla scoperta dei suoi meravigliosi scenari naturali e delle sue cittadine, villaggi e castelli ma rappresenta, anche, un’occasione per regalarsi un pò di relax nella città termale di Baden-Baden.

Le proprietà curative dell’acqua che sgorga dalle 12 sorgenti termali presenti in questo territorio erano già note al tempo dei Romani che vi costruirono le prime terme nel 69 d.C. Successivamente, vennero edificati altri centri termali divenuti meta privilegiata dalla classe agiata tedesca ed europea durante la Belle Époque, un periodo di particolare splendore per questa cittadina.

Tra le migliori terme di Baden-Baden dove trascorrere rigeneranti ore prima di ripartire alla scoperta della Foresta Nera vi sono il centro termale Friedrichsbad costruito in stile romano e il centro termale Caracalla.

  • Informazioni utili: sia il centro termale Friedrichsbad che quello Caracalla offrono diverse opzioni per godere dei benefici delle loro acque e numerosi trattamenti medici ed estetici.
  • Dove dormire a Baden-Baden: Hotel Bischoff un piccolo e confortevole hotel situato nel quartiere termale della cittadina davanti alle terme Friedrichsbad oppure Brenners Park-Hotel & Spa – an Oetker Collection Hotel un raffinato hotel circondato da splendidi giardini che offre ai suoi clienti due ristoranti, una piscina, una sala fitness e diverse saune.
Baden-Baden
Uno scorcio della città termale di Baden-Baden.

Fonte articolo originale

Hits: 10

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: