USA, la festa del 4 Luglio

Condividi questo articolo su :

Il 4 luglio negli Stati Uniti si festeggia l’Independence Day. Si celebra nell’anniversario della firma della Dichiarazione di Indipendenza, il 4 luglio 1776, che sancì appunto l’indipendenza degli Stati Uniti dalla Gran Bretagna. Tra i principali fautori del documento ci fu Franklin Roosevelt, terzo presidente americano.

Ecco tutti i numeri della festa, divisi per argomento.

Il 4 luglio negli Stati Uniti si festeggia l’Independence Day. Si celebra nell’anniversario della firma della Dichiarazione di Indipendenza, il 4 luglio 1776, che sancì appunto l’indipendenza degli Stati Uniti dalla Gran Bretagna. Tra i principali fautori del documento ci fu Franklin Roosevelt, terzo presidente americano.

Ecco tutti i numeri della festa, divisi per argomento.

Storia 1776: firma della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti d’America. 13: colonie britanniche sulla costa atlantica dell’America settentrionale che dichiararono la propria indipendenza dalla madrepatria. 2,5 milioni: persone che, nel luglio 1776, vivevano nella nuova nazione indipendente. 305 milioni: persone che vivono negli Stati Uniti oggi.

Fuochi d’artificio: 207 milioni di dollari spesi dagli Stati Uniti per i fuochi d’artificio importati dalla Cina. Le esportazioni americane di materiale pirotecnico sono arrivate a 14,9 milioni di dollari nel 2007, con il Giappone che ha acquistato più degli altri paesi, spendendo 3,8 milioni di dollari. 17,3 milioni di dollari spesi dagli Stati Uniti per la spedizione dei fuochi artificiali nel 2002. 120.000: gli "spari" di fuochi d’artificio previsti nella città di New York per quest’anno. 40%: secondo i meteorologi è questa la probabilità che un temporale guasti la visione dei fuochi d’artificio.

Cucina: Una su quattro: le possibilità che la carne di maiale consumata durante i barbecue provenga dall’Iowa, il primo produttore americano prima di Carolina del Nord e Minnesota. Il 42% dei fagioli consumati per il 4 luglio è arrivato nel 2007 da Nord Dakota. Altro alimento molto popolare durante i festeggiamenti è il granoturco: Florida, California, Georgia e New York insieme hanno prodotto il 60% di mais dolce di tutta la nazione nel 2007. Il 52% di insalate di patate e di patatine fritte, di grande consumo nei barbecue del 4 luglio, è prodotto in Idaho, nella parte occidentale degli Stati Uniti, e dallo stato di Washington. Più di 74 milioni: gli americani che ha detto di aver partecipato ad almeno un barbecue lo scorso anno.

Bandiere: 4,7 milioni di dollari spesi per l’importazione di bandiere americane. La maggior parte della cifra, 4,3 milioni di dollari, è stata spesa per le bandiere americane "made in Cina". 2,4 milioni di dollari per le bandiere americane esportate nel 2007. Il Messico è stato il cliente numero uno, spendendo 1,4 milioni di dollari. 349,2 milioni di dollari spesi in spedizioni di bandiere, emblemi e simboli patriottici americani.

Patriottismo: 31: numero di luoghi in tutta la nazione ad avere la parola "liberty", liberà, nel proprio nome. Il più popolare dal 1 luglio 2006 è Liberty, nel Missouri. L’Iowa utilizza invece il termine in quattro aree: Libertyville, New Liberty, North Liberty e West Liberty.

Fonte: www.alice.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: