USA – I bulldog non volano più

Condividi questo articolo su :

Già imbronciati per natura e dall’aria simpaticamente triste, i bulldog forse lo saranno ancora di più perchè non potranno seguire i propri padroni a bordo dei voli della Delta Air Lines.
 
La compagnia aerea statunitense infatti ha espressamente vietato ai possessori di questi cani di farli salire a bordo nelle stive destinate a bagagli e animali. Non si tratta però di un atteggiamento incomprensibilmente discriminatorio: la decisione è stata presa a seguito dei numerosi incidenti di volo subìti da questi animali e con la benedizione delle associazioni animaliste.
 

Già imbronciati per natura e dall’aria simpaticamente triste, i bulldog forse lo saranno ancora di più perchè non potranno seguire i propri padroni a bordo dei voli della Delta Air Lines.
 
La compagnia aerea statunitense infatti ha espressamente vietato ai possessori di questi cani di farli salire a bordo nelle stive destinate a bagagli e animali. Non si tratta però di un atteggiamento incomprensibilmente discriminatorio: la decisione è stata presa a seguito dei numerosi incidenti di volo subìti da questi animali e con la benedizione delle associazioni animaliste.
 
Sembra infatti che a causa del loro muso schiacciato e del loro respiro già rantolante in condizioni normali, questi cani soffrano tantissimo l’alta quota fino a morirne per asfissìa. Lo rivela l’Atlanta Journal-Constitution, che lo scorso gennaio aveva riferito del brusco incremento di questi episodi, osservando che i bulldog sono tra gli animali più colpiti dai rischi del volo.
 
Secondo quanto indicato sul sito web di Alitalia, e confermato dal centralino della società, sulla compagnia aerea italiana non esistono invece limitazioni per bulldog, carlini, gatti persiani, né per qualsiasi altra tipologia di cani e gatti. L’unica regola adottata da Alitalia è infatti che gli animali il cui peso è inferiore ai 10 chili possono entrare in cabina, gli altri devono invece essere inseriti nella stiva.
 
EasyJet vieta invece il trasporto di animali vivi, inclusi cani, gatti, insetti, rettili e qualsiasi altro tipo di animale. Unica eccezione consentita, i cani guida per i ciechi. Air Italy al contrario ammette il trasporto di qualsiasi specie di gatto e dei cani, purché non appartengano alle seguenti razze: American Bulldog, Pitbull-Terrier, American Pitbull, American Staffordshire Terrier, Staffordshire Bullterrier, Bullterrier, Dogo Argentino, Fila Brasileiro, Kangal (Karabash), Kaukasian Owtscharka, Mastiff, Mastino Napoletano, come da disposizioni del Ministero della Sanità.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social