Un weekend alle porte di Dublino: la Contea di Kilkenny

Condividi questo articolo su :

In quello che viene chiamato il ‘sud-est soleggiato’ del paese si trova la verdeggiante valle del River Barrow, che separa i villaggi adagiati sulle sponde del fiume e gli atelier di artisti e artigiani della Contea di Kilkenny dalle fattorie e dai giardini fioriti della Contea di Carlow. L’affascinante città di Kilkenny ospita un imponente castello, una cattedrale, vicoli medievali, fantastici pub e ristoranti alla moda. Grazie al clima favorevole, infine, in queste quattro contee è possibile praticare alcune delle attività all’aperto più entusiasmanti d’Irlanda. Insomma, è il luogo perfetto per un weekend o un’escursione a meno di due ore da Dublino.

weekend Irlanda Kilkenny L’affascinante Kilkenny, con il suo castello medievale ©Rolf G Wackenberg/Shutterstock

Kilkenny

Kilkenny incarna alla perfezione l’archetipo dell’Irlanda che molti viaggiatori stranieri immaginano. A volte è anche soprannominata ‘la città di marmo’ per via della pietra calcarea grigia punteggiata di conchiglie fossili con cui sono stati costruiti molti dei suoi edifici. Il pittoresco ‘Medieval Mile’, il labirinto di vicoli ed edifici medievali che si estende sulle sponde del River Nore tra il castello e la cattedrale, è una delle attrattive più visitate di tutta l’Irlanda sud-orientale. Vale la pena di mescolarsi alla folla di turisti per immergersi nell’atmosfera di una delle fucine creative del paese, sede di artisti e artigiani di straordinario talento, dove troverete un gran numero di eccellenti ristoranti, cafe, pub e negozi.

Una cittadina ricca di storia

Nel corso del Medioevo Kilkenny assunse a più riprese la funzione di capitale ufficiosa dell’Irlanda, ospitando un parlamento anglo-normanno che nel 1366 approvò i cosiddetti Statutes of Kilkenny, che miravano a impedire l’assimilazione dell’aristocrazia anglo- normanna all’interno della società irlandese. Con questo provvedimento, agli anglo- normanni venne proibito di sposare irlandesi, di prendere parte ad attività sportive irlandesi, di parlare e abbigliarsi come gli irlandesi e addirittura di suonare qualsiasi tipo di musica irlandese. Sebbene siano rimaste ufficialmente in vigore per oltre due secoli, queste leggi non furono mai applicate con grande rigore e non riuscirono a impedire l’integrazione degli anglo-normanni nella cultura locale.

Nel corso degli anni ’40 del XVII secolo la popolazione di Kilkenny si schierò apertamente con i monarchici cattolici nella guerra civile inglese e nel 1641 fu istituita la Confederation of Kilkenny, una precaria alleanza tra irlandesi e anglo-normanni che mirava a restituire le terre e il potere ai cattolici. Dopo l’esecuzione di Carlo I d’Inghilterra, Kilkenny fu assediata per cinque giorni dalle truppe parlamentariste di Oliver Cromwell, che distrussero buona parte delle mura meridionali del castello prima di ottenere la resa della famiglia Ormonde, che governava la città. Questa sconfitta pose fine per sempre all’influenza della città sulla politica irlandese.

Il castello di Kilkenny, Irlanda ©alredosaz/Shutterstock

Che cosa vedere e fare

Kilkenny Castle

Costruito sulle sponde del River Nore, il Kilkenny Castle è una delle attrattive di interesse storico e culturale più visitate di tutta l’Irlanda. Roccaforte della potente famiglia Butler, il primo castello fu costruito nel corso del XII secolo, anche se la struttura che si può vedere oggi risale per la maggior parte all’epoca vittoriana.

Il pezzo forte del castello è la Long Gallery, con i suoi alti soffitti decorati e il magnifico camino in marmo scolpito. In quelle che erano le cucine del castello è stata allestita una bella sala da tè, tutta in marmo bianco e rame scintillante.

Per la maggior parte dei visitatori il fulcro della visita è costituito dalla Long Gallery, dove sono esposti i ritratti dei membri della famiglia Butler, il più antico dei quali risale al XVII secolo. Si tratta di una grandiosa sala dal soffitto a capriate decorato da vivaci motivi celtici, medievali e preraffaelliti opera di John Hungerford Pollen.

Medieval Mile Museum

La St Mary’s Church, risalente al XIII secolo, è stata trasformata in un affascinante e moderno museo che traccia la storia di Kilkenny in epoca medievale. Non perdetevi la Rothe Chapel, con una serie di tombe decorate risalenti al XVI e al XVII secolo scolpite nella pietra calcarea locale, i resti del soffitto a travi del XVII secolo sopra la crociera e le lapidi del XIII-XIV secolo. Un’enorme cartina interattiva di Kilkenny vi consentirà di esplorare le mappe e i documenti relativi alla città medievale.

St Canice’s Cathedral, Kilkenny, Irlanda ©Ivica Drusany/Shutterstock

St Canice’s Chathedral

La cattedrale medievale più grande d’Irlanda dopo quella di St Patrick a Dublino ha una storia lunga e molto affascinante. Il primo monastero costruito in questo luogo fu fondato nel VI secolo da san Canizio, santo patrono di Kilkenny. La struttura attuale risale a un periodo compreso tra il XIII e il XVI secolo, con una parte piuttosto estesa ricostruita nel XIX secolo. Al suo interno si trovano antiche lapidi e le tombe dei membri della dinastia dei Butler, i proprietari del Kilkenny Castle. All’esterno sorge una torre circolare alta 30 metri, una delle uniche due presenti in Irlanda sulle quali sia possibile salire.

Rothe House & Garden

Il più bell’esempio in Irlanda di dimora in stile Tudor giunto fino ai giorni nostri è questo edificio del 1594 con tanto di giardino medievale rimesso a nuovo. Costruita intorno a una serie di cortili come residenza di un mercante, oggi la Rothe House ospita un museo con una piccola collezione di antichi reperti rinvenuti nei dintorni di Kilkenny, tra cui una spada vichinga arrugginita e la scultura in pietra di una testa ghignante, opera di un artista celtico. Il pezzo forte della visita è il delizioso giardino cinto da mura, suddiviso in orto delle verdure, orto delle erbe aromatiche e frutteto, come si usava nel XVII secolo.

La Butler House, una delle suggestive abitazioni di Kilkenny ©Gimas/Shutterstock

Arte e artigianato a Kilkenny

Nella Contea di Kilkenny lavorano a tempo pieno almeno 130 tra artisti e artigiani – si tratta di una delle maggiori concentrazioni di tutta l’Irlanda – grazie alle eccellenti materie prime e al paesaggio che costituisce un’ottima fonte di ispirazione.

Tra i luoghi migliori per ammirare i loro lavori meritano di essere citati i seguenti:

  • Kilkenny Design Centre Ospita opere di oltre una decina di artigiani locali.
  • National Craft Gallery Espone mobili, gioielli e tessuti provenienti da tutta l’Irlanda.
  • Rudolf Heltzel Goldsmith Raffinati gioielli.
  • Jerpoint Glass Studio Ammirate i soffiatori di vetro all’opera.
  • Moth to a Flame Candele artigianali.
  • Nicholas Mosse Ceramiche e stoviglie dai colori vivaci.
  • Bridge Pottery Piccolo atelier che crea splendide ceramiche.
  • Cushendale Woollen Mill Tessuti irlandesi di alta qualità.
  • Clay Creations Galleria che espone originali e insoliti oggetti in ceramica.

Fonte articolo originale

[amazon_link asins=’8859245958,8891810517,8859226198,8874932219,889182240X,8836568203,8854027057,885923817X,1675022216′ template=’ProductCarousel’ store=’zonaviaggi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b5cfa1c7-63f8-4f44-b14a-ea1d52d35b4b’]

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: