Un viaggio fra i giardini

Condividi questo articolo su :

A dare il la è stato il New York Botanical Garden che ospita dal 25 aprile una mostra interamente dedicata al Giardino di Darwin, un omaggio all’amore per le piante del celebre evoluzionista britannico. Sono passati gli anni e i secoli, infatti, ma i green travels sono ancora adesso un’esperienza fondamentale per il bagaglio culturale di qualsiasi viaggiatore.

A dare il la è stato il New York Botanical Garden che ospita dal 25 aprile una mostra interamente dedicata al Giardino di Darwin, un omaggio all’amore per le piante del celebre evoluzionista britannico. Sono passati gli anni e i secoli, infatti, ma i green travels sono ancora adesso un’esperienza fondamentale per il bagaglio culturale di qualsiasi viaggiatore.

E il messaggio è stato recepito anche in Europa dove molti giardini botanici si sono attrezzati per offrire al meglio ai loro visitatori degli itinerari a metà tra passione per la natura e curiosità scientifica. Per festeggiare la primavera i più famosi giardini botanici della Gran Bretagna, i Kew Gardens, ad est di Londra si sono inventati fino al 20 aprile un festival. Cinque milioni di fiori e specie diverse accoglieranno i visitatori tra i viali dei giardini. Ci saranno, una novità per il luogo, anche una selezione di fiori alpini e alcuni esemplari di narcisi e tulipani selvaggi.

In Irlanda gli appassionati di orchidee potranno imparare tutti i segreti dei loro fiori preferiti nei National Botanic Gardens che organizzano sessioni speciali sull’argomento. L’ingresso è libero. Al Wilhelma di Stoccarda, in Germania, considerato uno dei più importanti giardini botanici europei, non si può mancare il consueto appuntamento di stagione con le orchidee, circa 4mila, e ben 30 tipi diversi di camelie. Per chi ama il passato, da non perdere è la visita alla collezione di alberi di magnolia. Alcuni hanno addirittura più di 160 anni.

In Portogallo il giardino botanico di Coimbra non nasconde il suo sapore d’altri tempi. Fondato nel lontano 1772 dal Marchese di Pombal oggi offre al visitatore un itinerario che si estende per tutti i suoi 13 ettari. Fiori e profumi lo accompagnano in un tuffo nella natura europea più raffinata. In Spagna invece, all’interno del Parco di Montjuic il giardino botanico di Barcellona offre una collezione notevole di piante mediterranee e più in generale di piante provenienti da tutto il mondo, dall’Australia alla California. Per un totale di circa 1.500 specie.

Fonte: www.panorama.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: