Un decalogo per le vacanze nei paesi esotici

Condividi questo articolo su :

Aumentano i viaggi in destinazioni esotiche e con essi i casi di italiani colpiti da malattie tropicali e malesseri di origine alimentare. La Società italiana per la Medicina dei viaggi e delle migrazioni ha stilato una serie di raccomandazioni sanitarie.

Aumentano i viaggi in destinazioni esotiche e con essi i casi di italiani colpiti da malattie tropicali e malesseri di origine alimentare. La Società italiana per la Medicina dei viaggi e delle migrazioni ha stilato una serie di raccomandazioni sanitarie.

Volare costa sempre meno, le distanze si accorciano e sono quindi sempre di più gli italiani che scelgono una destinazione tropicale per le proprie vacanze. Tra questi, non sono pochi coloro che vedono le ferie rovinate da malesseri e patologie proprie di quelle zone: per questo la Simvim, la Società italiana per la Medicina dei viaggi e delle migrazioni ha stilato una serie di raccomandazioni sanitarie per i 10 milioni di italiani in viaggio per nazioni lontane. “I consigli per non rovinarsi la vacanza” spiega Angelo Cordone, vice presidente della Simvim “differiscono a seconda che si parta per paesi tropicali, in cui è opportuno mangiare cibi ricchi di acqua privilegiando quelli leggeri. O verso quelli freddi, dove si dovrebbe optare per pasti calorici ma riducendo l’alcool”. In ogni caso sono i paesi dei tropici, col loro clima caldo e umido e le condizioni igieniche precarie delle città ad essere fonte di maggiori disagi. Questo il decalogo della Simvim:

1. bere soltanto da bevande imbottigliate e sigillate

2. non aggiungere ghiaccio alle bevande

3. non bere latte o mangiare latticini non pastorizzati

4. frutta e verdura crude vanno consumate solo dopo averle sbucciate

5. non consumare pesce o frutti di mare crudi o poco cotti

6. non mangiare carni crude

7. consumare solo cibi ben cotti, e appena cotti.

8. non acquistare generi alimentari da venditori ambulanti

9. curare l’igiene personale, usare acqua potabile anche per lavarsi i denti, lavarsi sempre le mani prima dei pasti e dopo l’uso dei servizi igienici

10. in mancanza di acqua potabile consumarla solo dopo bollitura o con l’aggiunta di qualche disinfettante

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: