Ubriacature baltiche: la crociera alcolica tra Tallinn e Helsinki

Condividi questo articolo su :

È venerdì sera e sono le 20.00: da qualche parte nel Mar Baltico, un traghetto si fa strada tra le acque gelide. A bordo è in corso un party: pinte di birre spillate al pub, gente festante che si dirige verso la band che suona una selezione di hit del momento. Gli adulti aprono lattine di intrugli alcolici e si dirigono verso la console di un videogame arcade o sorseggiano un bicchiere sfidando il vento artico sul ponte scoperto. Si tratta del traghetto che unisce Tallinn e Helsinki, uno stupendo mezzo di trasporto che rende semplice un weekend tra le città gemelle e fornisce i mezzi per trasformarlo in un epica traversata alcolica tra due delle più atipiche capitali del nord Europa.

traghetto Tallinn Helsinki Il tour parte da Tallinn, tra visita della città e birre locali, Estonia ©KavalenkavaVolha/Getty Images

Tallinn e Helsinki: unite nel tempo

La Finlandia e l’Estonia hanno radici storiche e culturali che le uniscono e le separano dal resto degli stati confinanti. Tanto per iniziare, fanno parte della stessa famiglia linguistica – quella ugrofinnica – che unisce elementi finlandesi, estoni e ungheresi e si distingue dal lituano e dal lettone, che fanno parte della famiglia delle lingue baltiche, così come i vicini scandinavi.

Il traghetto tra Tallinn e Helsinki non è la prima crociera alcolica a solcare le acque baltiche. Nel diciottesimo secolo le navi inglesi salpavano dal Tamigi, risalivano il Golfo di Finlandia portando le birre scure amate dall’imperatrice di Russia Caterina la Grande. Le truppe facevano varie soste lungo il viaggio e la bevanda diventò presto popolare nei porti baltici, dove venivano eventualmente mischiate con altre bevande provenienti dalla Germania, dando vita a birre dense, intense e uniche. Questo intruglio scuro fu poi chiamato Baltic porter dall’esperto di birre Michael Jackson ed è uno stile che è stato raffinato nei secoli, diventando popolare in Finlandia, Estonia, Polonia fino ad oggi.

Baltic Porter sul traghetto che unisce Tallinn e Helsinki © Megan Eaves / Lonely Planet

I pub di Tallinn

Tradizionalmente la città in cui imbarcarsi era Helsinki. I finlandesi sceglievano di attraversare il mare per trarre vantaggio dai prezzi più bassi, dovuti a tasse inferiori sulle bevande alcoliche, e godersi una notte di bagordi a poco prezzo. Sebbene il governo estone abbia aumentato in modo significativo i prezzi dell’alcol negli ultimi anni, nei pressi del porto di Tallinn si possono ancora vedere supermercati dai nomi significativi, come SuperAlko, o negozietti che offrono sconti di gruppo ai finlandesi in visita.

Ma se avete in programma un weekend tra le due città, allora ha più senso partire da Tallinn, che è semplice da visitare e ha un’offerta di sistemazioni a prezzi accessibili, numerosi monumenti da visitare e ristoranti molto economici. Gli amanti della birra si possono dirigere al birrificio Põhjala, che prende spunto dalla sua eredità estone per creare le sue birre, come la Ferest Series, che utilizza ingredienti come la corteccia di betulla, mirtilli rossi e erbe raccolte nei boschi estoni. E per restare in contatto con le loro radici hanno aperto un nuovo locale (con tanto di sauna) in un locale storico di Tallinn che una volta era un cantiere navale.

Potete anche assaggiare le birre del posto alla birreria Humalakoda o al bar Pudel, che si trovano nel quartiere, ormai gentrificato, della vecchia ferrovia: la Telliskivi Creative City. È probabile che passerete tutta la sera qui, passando da un cocktail, alla cena, a un bicchiere di vino e assaggiando tutto quello che i locali trendy hanno da offrire (non perdete l’occasione di un pasto al quotatissimo ristorante F-hoone).

Uno dei traghetti che collegano Tallinn, Estonia, a Helsinki, Finlandia © Dmitry Tkachenko Photo / Shutterstock

La traversata Tallin – Helsinki

Sono numerosi i traghetti che, a velocità diverse, attraversano questo tratto di Mare Baltico, ma la maggior parte dei viaggiatori si trova sul rapido Tallink Shuttle che già di suo è un’esperienza notevole. Si tratta essenzialmente di un party galleggiante a più piani che ha qualcosa da offrire a tutti: un enorme duty free in cui fare acquisti, bar, un buffet, un ristorante (che ovviamente serve vino sin dalla colazione), un pub dove trovare tutto quello che potrete volere in un’ora di viaggio, e poi musica live in ogni angolo, uno Starbucks e, proprio accanto, il pezzo da novante dello Shuttle: l’unico Burger King galleggiante al mondo (in cui troverete anche una fantastica sala giochi arcade).

La traversata dura soltanto due ore, che potrebbero sembrare sufficienti, fino a che non salite a bordo e vi perdete tra una strana dimensione atemporale dal sapore baltico. Sia Tallinn che Helsinki sono città spettacolari, ma in qualche modo il viaggio in traghetto per raggiungerle è la parte migliore, con il suo intrattenimento fantasticamente mediocre.

I pub di Helsinki

Andare a Helsinki per un giorno è più che sensato. Per la maggior parte dei viaggiatori è una città cara in cui fermarsi a soggiornare. E sebbene sia una città molto affascinante e accogliente, in confronto a Tallinn ha un po’ meno da vedere dal punto di vista più turistico. Helsinki è il posto giusto per prendere una boccata di gelida aria finlandese, per scaldarsi con un paio di tazze di glögi (vin brûlé), visitare alcuni birrifici innovativi e ammirare il mare, che sarà probabilmente grigio. E per girare da pub a pub, cosa che si può benissimo fare in un giorno.

Il sistema di tram cittadino connette il punto di attracco del traghetto alla città, rendendo semplice raggiungere il centro (un biglietto giornaliero può essere acquistato direttamente dai distributori che troverete vicino alla fermata del tram). Il primo posto da visitare è il Vanha Kauppahalli, un mercato coperto creato nel 1888 traboccante di bancarelle di cibo ricche di delizie baltiche come carne di renna essiccata e pesce affumicato. All’interno recatevi da Story e supplicate i camerieri per avere un posto con veduta sul porto mentre gustate un piatto di gigante di stufato di salmone e una tazza bollente di glögi.

Finlandia

Dopo aver sistemato lo stomaco potete dedicarvi sul serio al bere e i luoghi in cui abbeverarsi nella capitale finlandese sono veramente molti. Il Bryggeri Helsinki è stato uno dei primi birrifici ad aprire in città e i suoi piccoli spazi sono un posto accogliente in cui assaggiare la vostra prima pinta del posto. Con una breve passeggiata arriverete poi alla Sori Brewing, dal tipico design scandinavo e con una storia veramente pan-baltica: i due birrai Pyry e Heikki hanno aperto una birreria a Tallinn, ma creano la loro birra dall’altro lato del mare. Se ve la sentite di continuare e lasciare Sori (attenzione, è molto facile perdersi tra i vari fusti e potreste perdere il traghetto di ritorno), troverete i birrifici internazionali Tommyknocker e BrewDog. Chiudete la serata a Tislaamo, un cocktail bar all’interno della distilleria Helsinki, dove troverete bevande e cibo di ispirazione nordica. La distilleria propone anche tour di degustazione, per cui se preferite le bevande forti vi conviene venire qui sin dal principio.

Alla fine è possibile che vi tocchi correre verso il tram o prendere un taxi per tornare al porto e, diciamocelo, un buon vecchio Burger King galleggiante potrebbe essere quel che ci vuole per assorbire questo fantastico weekend tra i pub e il Mare Baltico.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: