Tutto sui voli Low Cost

Condividi questo articolo su :

Voli low cost a prezzi imbattibili: raggiungere una capitale europea a 1 €, a 10 € o magari a 19 €, si può anche in alta stagione? Proviamo: Roma-Barcellona, 17 – 20 luglio 2009: una breve vacanza ma un lungo week-end. Volo di linea o volo low cost?

Escludiamo qualsiasi riflessione sulla sicurezza, tutti gli aeromobili autorizzati ad atterrare e decollare dagli aeroporti italiani devono presentare una documentazione rigorosa e uguale per tutti, valutiamo solo servizi e costo del biglietto aereo. Con Alitalia il costo andata e ritorno è quotato dal sistema on line minimo 237 € . Con Iberia, volo di linea, si arriva a spendere, tasse aeroportuali incluse 220 euro.

Voli low cost a prezzi imbattibili: raggiungere una capitale europea a 1 €, a 10 € o magari a 19 €, si può anche in alta stagione? Proviamo: Roma-Barcellona, 17 – 20 luglio 2009: una breve vacanza ma un lungo week-end. Volo di linea o volo low cost?

Escludiamo qualsiasi riflessione sulla sicurezza, tutti gli aeromobili autorizzati ad atterrare e decollare dagli aeroporti italiani devono presentare una documentazione rigorosa e uguale per tutti, valutiamo solo servizi e costo del biglietto aereo. Con Alitalia il costo andata e ritorno è quotato dal sistema on line minimo 237 € . Con Iberia, volo di linea, si arriva a spendere, tasse aeroportuali incluse 220 euro.

Prenotando con Ryan Air, famosa compagnia low cost, stesse date ma dall’aeroporto di Ciampino e atterrando a Girona che è a un centinaio di chilometri da Barcellona, costerebbe circa 222 € inclusi 10 € per pagare con carta di credito il biglietto on line. Consideriamo però che il massimo peso consentito per il bagaglio da spedire è di 15Kg a persona, mentre con il volo linea è 20Kg e che, oltre al biglietto, bisogna farsi la carta d’imbarco da soli sul web altrimenti in aeroporto si pagano 40 € a persona per il check-in.

Vueling, altra famosa compagnia low cost, pubblicizza tariffe a partire da 40 euro per volare fino a Barcellona ma il 17 luglio la tariffa più bassa è 90€ e per tornare a Roma il volo più economico è di 70€, con l’assicurazione si arriva 175 € . Una valigia costa 20 euro e il pagamento on line altri 8,50€. Vueling ci porta a Barcellona spendendo circa 203,50. Più o meno la stessa tariffa di Click Air.

Ed ecco la sorpresa, il volo di linea Iberia è in realtà operato da proprio da Click Air che infatti è la linea low cost dell’Iberia. In questi giorni sta per essere definita la fusione di Vueling con Click Air, Iberia parteciperebbe al 45% nella nuova compagnia. Forse le tariffe saranno tutte da rivedere e, comunque, la tariffa aerea trovata oggi non è mai la tariffa che si può trovare domani, un giorno può significare una differenza importante: chi prima arriva più risparmia.

Volare a basso prezzo in piena estate? Prendendo una destinazione a caso e confrontando voli di linea con voli low cost, non c’è poi tutta la differenza che si ottiene in bassa stagione o prenotando con grande anticipo. Tentare la stessa ricerca, stesse date ma altre capitali europee, conferma mediamente differenze tra voli di linea e low cost di pochi euro, dai 15 ai 35 in totale. Non c’è molta differenza neanche in termini di modalità, in tutti i casi acquisto del biglietto e prenotazione devono essere contemporaneamente conclusi, ripensarci potrebbe costare caro in ogni caso.

Alcune compagnie low cost in caso di cancellazione da parte del passeggero non rimborsano neanche le tasse aeroportuali che invece anche con livelli molto bassi di tariffa, per i voli di linea, vengono sempre restituite al cliente, magari in tempi biblici, ma restituite.

Già, perché le compagnie low cost le trattengono? Se un passeggero cancella prima della partenza non compare nella lista passeggeri e quindi la compagnia aerea non deve pagare le tasse. In compenso se a cancellare il volo sono le compagnie low-cost rimborsano solo il costo del biglietto aereo. Molti vettori non si curano affatto delle spese che l’eventuale disservizio genera: costi alberghieri, trasporti alternativi. E’ successo a tanti e continuerà a succedere.

Tutte le compagnie hanno portali web di facile accesso e utilizzo, spiacevole è invece scoprire che diversi motori di ricerca on line evidenziano la tariffa migliore esistente ma quando si conferma prenotazione si scopre che non è disponibile: uno spreco di tempo infinito.

Non solo, ciascun motore omette o include solo alcune compagnie, l’unica soluzione è verificare la reale disponibilità compagnia per compagnia. Sarebbe troppo bello immaginare un portale unico con reale disponibilità immediata di posti e tariffe e con tutte le compagnie che operano nei cieli da e per ogni aeroporto? Una volta si faceva così, ma era molto prima della “deregulation”, dei voli “no frills”, dei voli “low cost”.

Infine, se si acquista e prenota un biglietto tramite agenzia di viaggio la ricerca è meno faticosa, al risparmio in termini di tempo corrisponde però un prezzo da pagare per il servizio, variabile da 10-15€ a 50€ e più per ogni biglietto, sono i “diritti di agenzia” . Le spese si riferiscono al servizio di prenotazione ed emissione del biglietto aereo e non implicano alcuna responsabilità da parte dell’agenzia.

Se la compagnia aerea decide di cancellare il volo, di far pagare l’uso delle scale per accedere all’aeromobile, se obbligasse all’acquisto di un pratico catetere vescicale da viaggio per non sporcare la toilette di bordo o se legasse i passeggeri sulle ali per viaggiare gratis: non prendetevela con l’agente di viaggio! A quanto pare volare low cost potrebbe, nel futuro, significare anche questo: chi poco vuole pagare, un poco deve soffrire! Eravamo disposti a farlo per la “bellezza” una volta, ma erano altri tempi, oggi vogliamo solo spendere meno e volare di più.

Fonte: www.ilmessaggero.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: