Turchia – Cappadocia – Le città sotterranee

Condividi questo articolo su :

Fra i bellissimi passaggi della Cappadocia possiamo incontrare un altra merviglia: le 36 città sotterranee scavate nel tufo a profondità che raggiungono i 50 metri.

Gli studiosi comunque ritengono che ce ne siano numerose altre da scoprire. Le città furono costruite circa 4000 anni fa, quando la minaccia delle invasioni costrinse gli abitanti a trovare dei rifugi nascosti. La visita della città, poco adatta per chi soffre di claustrofobia, si snoda fra stretti cunicoli scavati nel tufo, finestre e ambienti più grandi dove si conservava il cibo.

Fra i bellissimi passaggi della Cappadocia possiamo incontrare un altra merviglia: le 36 città sotterranee scavate nel tufo a profondità che raggiungono i 50 metri.

Gli studiosi comunque ritengono che ce ne siano numerose altre da scoprire. Le città furono costruite circa 4000 anni fa, quando la minaccia delle invasioni costrinse gli abitanti a trovare dei rifugi nascosti. La visita della città, poco adatta per chi soffre di claustrofobia, si snoda fra stretti cunicoli scavati nel tufo, finestre e ambienti più grandi dove si conservava il cibo.

Le città conservano ancora tracce di vita con cucine annerite dal fumo e pozzi per l’acqua. Si ritiene che alcune città fossero collegate fra loro da cunicoli lunghi anche 10 km. Le più famose sono sicuramente Kaymakli e Derinkuyu il cui ingresso si nasconde nell’ anonimo villaggio agricolo di Yeralti Sehri.

L’ingresso della città si trova su una collinetta dove si apre una grotta che segna l’inizio della suggestiva discesa, 8 livelli di cui 4 aperti al pubblico raggiungendo una profondità di 45m.

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: