TravelPod: arriva la camera d’albergo portatile

Condividi questo articolo su :

Quanti vacanzieri non sognano una camera da letto perfettamente attrezzata, da poter trasportare a proprio piacimento e nel luogo dove più si desidera? Adesso il desiderio potrebbe diventare realtà grazie al “Travelpod”, la prima “stanza d’albergo mobile” che risolve i problemi di quanti vanno nel panico alla sola idea di pernottare in una tenda da campeggio o non trovano un buco che è uno in nessun hotel o bed&breakfast, perché nella zona c’è qualche festival musicale o evento sportivo.
 

Quanti vacanzieri non sognano una camera da letto perfettamente attrezzata, da poter trasportare a proprio piacimento e nel luogo dove più si desidera? Adesso il desiderio potrebbe diventare realtà grazie al “Travelpod”, la prima “stanza d’albergo mobile” che risolve i problemi di quanti vanno nel panico alla sola idea di pernottare in una tenda da campeggio o non trovano un buco che è uno in nessun hotel o bed&breakfast, perché nella zona c’è qualche festival musicale o evento sportivo.
 
L’IDEA – L’idea è della famosa catena inglese di hotel a basso costo, Travelodge che quest’estate ha lanciato l’esperimento del “Travelpod” in diverse soluzioni ambientali, per poi pensare a una diffusione più vasta e capillare a partire dal prossimo anno. «Noi siamo sempre alla ricerca di nuove soluzioni a basso costo per ospitare i nostri clienti – ha spiegato Wayne Munnelly sul sito web di Travelodge – e il “Travelpod” lo è di sicuro e, inoltre, è anche divertente. Dopo alcuni test privati che ci hanno permesso di sistemare dei dettagli tecnici come le luci, il rumore e la privacy, sperimenteremo queste “stanze mobili” anche con i clienti, soprattutto in occasione di festival o eventi di grande richiamo, perché non tutti quelli che vi partecipano amano dormire in una tenda. Con il nostro “Travelpod”, invece, possono divertirsi, ballare tutta la notte e poi andare a dormire in un vero, confortevole letto».

COME E’ FATTO – Concepito come una scatola in vetro policarbonato, lunga 6 metri, larga 2,4 e alta 2,6, e arredato come una normale camera di un qualsiasi hotel Travelodge (letto a due piazze completo di piumone e cuscini, comodini, moquette, specchio e poltrona), il “Travelpod” è dotato anche di bagno privato, oltre che di televisore e aria condizionata, mentre delle tende bianche garantiscono la necessaria privacy a chi sta all’interno. Per invogliarne l’utilizzo e farne conoscere le potenzialità, le “camere mobili” si possono anche affittare e trasportare poi ovunque. Conferma al «Daily Mail» Leigh McCarron, portavoce della catena inglese (290 alberghi in tutta la Gran Bretagna): «una donna ne voleva addirittura 20 da piazzare in giardino, per ospitare a dormire gli invitati al suo matrimonio, mentre un ragazzo ha chiesto di trasportarne uno in un posto meraviglioso della Regione dei Laghi, per potersi così dichiarare alla fidanzata». Stando al sito web di Travelodge, i “Travelpod” che verranno sperimentati l’anno prossimo avranno prezzi in linea con le attuali tariffe della compagnia, ovvero a partire da 26 sterline (circa 38 euro) a notte.

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social