Tra arte e gusto a Colmar

Condividi questo articolo su :

La bella cittadina di Colmar, cuore artistico e gastronomico dell’Alsazia, conquista il visitatore con le splendide architetture medievali e rinascimentali, le case a graticcio che si specchiano nei canali del centro, le torri aguzze, i tetti spioventi e i loggioni fioriti che le regalano un’atmosfera di grande suggestione. Colmar si trova in un territorio tradizionalmente legato alla viticoltura.

La bella cittadina di Colmar, cuore artistico e gastronomico dell’Alsazia, conquista il visitatore con le splendide architetture medievali e rinascimentali, le case a graticcio che si specchiano nei canali del centro, le torri aguzze, i tetti spioventi e i loggioni fioriti che le regalano un’atmosfera di grande suggestione. Colmar si trova in un territorio tradizionalmente legato alla viticoltura.

La regione produce ogni anno 13.000 ettolitri di vino al 95 per cento bianco. Solo il Pinot Nero, è rosso. Una produzione di vini eccellenti, profumati e di grande struttura che si accostano perfettamente ai piatti della cucina locale a base di carni e salumi. C’è anche un vino dalle note floreali e speziate che si sposa perfettamente con il celebre foie gras, piatto tipico della cucina alsaziana. Da provare assolutamente a Colmar! Un grande patrimonio artistico è custodito al Musèe d’Unterlinden, nel cuore dell’antico centro storico. L’architettura medievale del convento dei Domenicani d’Unterlinden, fa da cornice ad una preziosa collezione di arte antica e medievale. All’interno si ammirano sculture romaniche e gotiche, bronzi, vetri e tappezzerie, oltre a importanti dipinti di Martin Schongauer e della sua scuola, come il Polittico della Passione, su ventiquattro pannelli di straordinaria fattura. Ma il pezzo più celebre della raccolta, è sicuramente il Polittico d’Issenheim, capolavoro di Mathias Grünewald, il pittore tedesco di cui si conosce solo il nome.

L’opera, è realizzata su ante rotanti, con tavole dipinte sia sul retro che sul davanti con le scene dell’Annunciazione, la Resurrezione, la Natività, il Concerto degli angeli e la Crocifissione, le Tentazioni di sant’Antonio e la visita di sant’Antonio a san Paolo eremita. Le piazze e i vicoli del centro accolgono testimonianze della ricchezza artistica della Colmar medievale e rinascimentale. Da place des Unterlinden, si snoda rue des Têtes, che deve il nome alla Maison des Têtes, che sulla facciata presenta oltre cento teste di pietra. Da qui, attraverso rue des Boulangers, si arriva ai Dominicains, la bella chiesa dei Domenicani dalle linee semplici e slanciate.

L’interno, custodisce La Vergine del roseto, capolavoro di Martin Schongauer. A poca distanza, in place de la Cathédrale, si trova la collegiata di St-Martinun edifico di notevole bellezza in gotico severo, impreziosito da elementi decorativi in stile gotico fiammeggiante. Nell’adiacente rue des Marchands, sorgono la Maison Pfister, gioiello tardogotico-rinascimentale e il Museo Bartholdi, la casa natale del celebre scultore trasformata in museo di storia locale. Negli appartamenti privati, arredati come al tempo del proprietario, si ripercorre la storia della sua vita e delle sue opere. Il secondo piano è interamente dedicato alla sua realizzazione più celebre: la statua della Libertà di New York. Molti dei monumenti di Colmar, si devono a Bartholdi, come la fontana Schwendi, nell’incantevole cornice di place de l’Ancienne Douane. Dalla piazza, parte la Grand’Rue, la principale arteria del centro storico, dove si trovano la Maison des Arcades, una delle case più belle e il tempio protestante di St-Matthieu, con la quattrocentesca vetrata della Grande Crocifissione.

Dal ponte St-Pierre, si gode di una splendida vista sulle rive della Lauch, che attraversa la città. Passeggiando per il quartier des Tanneurs, l’antico quartiere dei conciatori, si ammirano le architetture più pittoresche della vecchia Colmar, il suo cuore romantico, legato agli antichi mestieri: la pesca e la concia delle pelli. Trova voli economici e alloggi confortevoli come gli hotel Parigi per un viaggio indimenticabile tra l’arte, le tradizioni e i sapori unici di questa città.

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: