Topolino sbarca a Shanghai

Condividi questo articolo su :

Il mondo Disney mette radici in Cina, in quella "vera". Disneyland, simbolo del divertimento e se si vuole del consumismo a stelle e strisce, sbarca a Shanghai, la più grande tra le tante metropoli del Paese asiatico: da sempre la più occidentale del grande Paese – Hong Kong esclusa – ma pur sempre il cuore pulsante di quello che tuttora è uno stato comunista, nel quale i simboli del mondo capitalista erano banditi fino all’altro ieri.

Il mondo Disney mette radici in Cina, in quella "vera". Disneyland, simbolo del divertimento e se si vuole del consumismo a stelle e strisce, sbarca a Shanghai, la più grande tra le tante metropoli del Paese asiatico: da sempre la più occidentale del grande Paese – Hong Kong esclusa – ma pur sempre il cuore pulsante di quello che tuttora è uno stato comunista, nel quale i simboli del mondo capitalista erano banditi fino all’altro ieri.

La posa della prima pietra è avvenuta oggi, presenti il n.1 del colosso dell’entertainment, Bob Eger e il segretario del partito comunista della città, Yu Zhengsheng, che hanno fisicamente compiuto il gesto. I lavori saranno ultimati nel 2016, costo totale intorno ai 3 miliardi di euro. Il tutto sorgerà nel distretto del Pudong.
 
Il Disneyland di Shanghai sarà il sesto fuori dagli Stati Uniti, il terzo in Asia, ma soprattutto il primo nella Cina "mainland", quella che fu governata da Mao, e per questo è di per sé un evento, al di là dei movimenti turistici che potrà generare. Perché è vero che anche Hong Kong ha il suo parco con Topolino e Paperino (il terzo asiatico è a Tokyo), e che questo è stato inaugurato nel 2005, quando l’ex colonia britannica era stata riaccorpata, da 8 anni, alla sua madrepatria, ma la città di Kowloon e del Victoria Peak è tuttora un territorio "a statuto speciale" della Repubblica popolare ed è costellato di loghi e usanze occidentali da decenni. Insomma, è un’altra storia.
 
La cerimonia segue un decennio di trattative. L’annuncio ufficiale del comune di Shanghai risale al 2009. Ora la cerimonia, dove i rappresentanti cinesi hanno esultato all’arrivo del "Regno Magico" di Walt Disney mentre Eger a sua volta parlava di "pietra miliare" nella storia dell’azienda di Burbank. Prima di una festa in costumi rigorosamente a tema – ma con  Topolino, Minnie e soci a indossare costumi cinesi – l’Ad americano ha spiegato che Disneyland Shanghai avrà "tutte le ultime attrazioni" contenuti nei parchi a tema del marchio, ma "ritagliati specificamente sul pubblico Cinese". La Disney sarà socio di minoranza del parco, con il 43 per cento della quota, mentre il rimanente sarà appannaggio dello Shanghai Shendi Group, una società statale.

Le aspettative sul nascituro parco sono molto alte, nonostante il flop del Disney Hong Kong. Il parco della metropoli della baia, tra il 2008 e il 2010, ha perso oltre 300 milioni di euro, e proprio in queste ore – forse per sottrarre la vetrina al nascituro, potenziale concorrente – ha annunciato che la prima fase di espansione sarà completata entro il 2013. Ma Shanghai – è questa la convinzione dei creatori della nuova attrazione turistica – sarà una cosa diversa, per la sua capacità di pescare visitatori da un immenso bacino (il "continente" Cinese), in cui molti ancora non si possono permettere viaggio e  soggiorno nella costosa Hong Kong. Senza contare che, per i cinesi, ottenere un permesso di "transito" nell’ex colonia britannica rimane tutt’altro che semplice e scontato. Per la Disney, d’altra parte, il parco rappresenta l’occasione di entrare in un mercato immenso con una forza senza precedenti.
 
Secondo le prime stime, Disneyland Shanghai attirerà, solo nel primo anno, 7 milioni di visitatori. Inizialmente conterrà il "Regno Magico", ma in seguito dovrebbe aggiungere il "Regno Animale" ed "Epcot", un’area dedicata alla cultura internazionale, simile a quella che esiste nel Walt Disney World Resort (noto anche come Disneyworld) di Orlando, Florida.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: