Tenerife fra parchi e surf

Un paesaggio lunare, di blocchi di lava nera sovrastati dalla cima del Teide, vulcano e montagna più alta di Spagna. Un mare ventoso perfetto per cavalcare le onde sulla tavola. E poi le grotte visitabili più grandi d’Europa.
Tenerife, la più grande delle Canarie, è un delle mete preferite da turisti grazie al suo clima di eterna primavera, con temperature che non scendono mai sotto i 20 gradi. Ma l’isola è sempre più una destinazione per chi ama lo sport: dal trekking alle attività in acqua.

Un paesaggio lunare, di blocchi di lava nera sovrastati dalla cima del Teide, vulcano e montagna più alta di Spagna. Un mare ventoso perfetto per cavalcare le onde sulla tavola. E poi le grotte visitabili più grandi d’Europa.
Tenerife, la più grande delle Canarie, è un delle mete preferite da turisti grazie al suo clima di eterna primavera, con temperature che non scendono mai sotto i 20 gradi. Ma l’isola è sempre più una destinazione per chi ama lo sport: dal trekking alle attività in acqua.

Parco nazionale del Teide
Il parco nazionale del Teide è il simbolo dell’isola. Istituito nel 1954, è il più grande e il più antico parco nazionale delle Canarie e patrimonio Unesco dal 2007. Questa vasta area copre quasi ventimila ettari e geologicamente è formata da due grandi depressioni coronate dal Teide, vulcano che tocca i 3718 metri.
Il paesaggio è arido con spettacolari colate lavica, bocche vulcaniche e una grande varietà di alberi. Qui si contano circa 170 tipi di piante, delle quali una sessantina endemiche delle canarie. Gli abitanti del parco sono principalmente invertebrati tra cui insetti e rettili, e poi uccelli, conigli, pipistrelli e qualche muflone.
Il parco si può visitare in auto ma per raggiungere la cima più alta si prende la funivia. La teleferica si ferma a La Rambleta (3.555 metri) e da qui, per raggiungere la cima a 3718, si prosegue a piedi lungo il "Sentiero Telesforo Bravo" (n. 10 della rete del Parco). Per percorrere questo tracciato bisogna ottenere un permesso da chiedere collegandosi al sito del ministero (clicca qui) perché, data la fragilità del territorio e per motivi di sicurezza, le autorità fissano una quota massima di visitatori giornaliera. L’ascesa è impegnativa ma dalla cima lo spettacolo sull’isola, su Gran Canaria, La Palma, La Gomera e El Hierro è mozzafiato.
Con l’autorizzazione si ottiene l’accesso alla cima ma non è permesso abbandonare il sentiero né accedere al cratere. Gli altri due sentieri che partono da La Rambleta, vicino alla stazione della teleferica, in direzione dei belvedere di Pico Viejo e La Fortaleza possono essere percorsi liberamente e offrono comunque una vista spettacolare.

Speleologi nella Cueva del Viento
La Cueva del Viento-Sobrado, accanto al Teide, è un complesso sotterraneo e la più grande galleria vulcanica dell’Unione europea. La grotta si trova nel comune di Icod de los Vinos e si è formata per i flussi di lava del Pico Viejo 27000 anni fa.
I cunicoli si estendono su tre piani per una lunghezza di 17 km. Le gallerie presentano affascinanti formazioni geologiche come cascate di lava, terrazza, stalattiti e profonde fenditure. I passaggi sono una rete labirintica con diverse ramificazioni ancore inesplorate.
Qui vivono 190 specie di animali sotterranei, per la maggior parte invertebrati.
La grotta è visitabile con guide che accompagnano i gruppi in tour di due ore in diverse lingue.

Spiaggia del Médano, per gli amanti del kitesurf
La parte sud dell’isola è la più ventosa e adatta a chi ama gli sport acquatici. Ci sono diverse spiagge per praticare surf e kitesurf ma una delle più frequentate è quella del Médano, dove si tiene anche una delle tappe dei campionati mondiali di kitesurf, e dove si trovano scuole per imparare la disciplina e negozi per noleggiare l’attrezzatura.
La spiaggia si raggiunge in pullman da diversi punti dell’isola o in auto, che poi si parcheggia nei tanti spazi dedicati.
La cittadina di El Médano è un polo turistico, proprio a ridosso della spiaggia, punto d’appoggio perfetto per gli sportivi.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: