Telefonare in volo con Ryanair

Condividi questo articolo su :

Sempre raggiungibili, anche su un aereo a 10mila metri di quota. Da oggi i passeggeri Ryanair possono telefonare anche in volo. Grazie ad una cooperazione con la compagnia telefonica OnAir la low cost irlandese mette, infatti, a disposizione dei propri clienti un servizio di telefonia mobile a bordo di 22 velivoli; la maggior parte sulle tratte attorno a Dublino. Entro un anno e mezzo il servizio verrà poi ampliato all’intera flotta di 170 aerei, ha assicurato Michael O’Leary, a capo della compagnia.

Sempre raggiungibili, anche su un aereo a 10mila metri di quota. Da oggi i passeggeri Ryanair possono telefonare anche in volo. Grazie ad una cooperazione con la compagnia telefonica OnAir la low cost irlandese mette, infatti, a disposizione dei propri clienti un servizio di telefonia mobile a bordo di 22 velivoli; la maggior parte sulle tratte attorno a Dublino. Entro un anno e mezzo il servizio verrà poi ampliato all’intera flotta di 170 aerei, ha assicurato Michael O’Leary, a capo della compagnia.

RETE INTERNA – Come funziona? Dal punto di vista tecnico i telefoni dei passeggeri saranno collegati a una rete cellulare a bordo, a sua volta collegata a terr a via satellite – in pratica potranno telefonare, rispondere alle chiamate, spedire messaggi di testo o usare il portatile in qualsiasi momento, ha comunicato Ryanair. Le chiamate costeranno tra i 2 e i 3 euro al minuto. Un sms si può invece spedire con 50 centesimi, mentre riceverlo sarà gratis. La tariffa per una e-mail arriva fino ad un massimo di 1,50 euro. Il costo per la navigazione in Rete varia invece tra 10 e 15 euro per megabyte di dati trasferiti. Lo scorso anno la Commissione europea aveva dato il via libera al pacchetto di misure che permette a manager, uomini d’affari e normali viaggiatori di chiamare, mandare sms e controllare la posta elettronica anche ad alta quota, in modo sicuro e senza interferenze. La prima compagnia a sdoganare il cellulare in volo è stata la Emirates di Dubai meno di una anno fa. Resta un’unica domanda: il relax a bordo sarà assicurato?

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: