Social eating: a cena nelle “case museo”

Palazzi d’epoca, residenze artistiche, ma anche dimore d’autore e gioielli storici trasformati in laboratori e studi di fotografi, scultori e pittori. Luoghi magici ed insoliti, che grazie a un nuovo sito di social eating, aprono le loro porte e diventano indirizzi gourmet per mangiare all’insegna del gusto della cultura

la nuova frontiera dell’home restaurant, il fenomeno di chi ama andare a mangiare in un’abitazione privata come se fosse un ristorante, che da anni ha preso piede anche da noi. Ora, a rendere ancora più speciale questa dinner experience, sono le location esclusive: palazzi d’epoca, residenze artistiche e dimore d’autore, di solito non accessibili al grande pubblico, che aprono le loro porte per cene, pranzi ed aperitivi gourmet all’insegna bellezza. La convivialità diventa così un’occasione per conoscere luoghi inediti e sorprendenti, un’opportunità di incontro e di confronto anche culturale con gli altri ospiti e i padroni di casa, che spesso sono pittori, scultori, fotografi, architetti, antiquari e collezionisti di arte antica e moderna.

Palazzo-Positano

Home gallery, ville storiche e laboratori artistici

Tra i luoghi più carichi di fascino, a Napoli c’è “La Grotta”, lo studio d’arte di Michele Iodice, celebre artista napoletano. Ricavata nella roccia tufacea, lungo le pendici della collina di Capodimonte, in questa “bottega moderna” si cena tra le sue opere, con una mise-en-place scenografica. Ma nella città partenopea si può mangiare anche sul tetto di una Chiesa, quella di San Gennaro dell’Olmo, o nelle maestose sale di Palazzo Positano, nei pressi di via Toleto. Chi ama l’atmosfera e il gusto liberty, a Milano, lungo il canale della Martesana, si possono gustare le prelibatezze realizzate dagli chef a Villa Singer, residenza di famiglia di artisti, un tempo fabbrica di profumi e ora oasi di quiete con un giardino sempre curato e fiorito.

Villa-Singer-Milano

Per fare amicizia o per eventi privati: quando il social eating diventa personalizzato

Per partecipare, basta prenotare sul sito di Homeating, piattaforma dedicata al social eating, che ha selezionato indirizzi esclusivi per questi happening culinari insoliti. Si può scegliere tra il private dinner – ovvero cene organizzate su richieste specifiche da due a duecento persone – e social dinner in condivisione con altri ospiti. Un progetto ideato da due giovani imprenditrici napoletane, Carolina Pignata e Marcella Buccino, che per ora propone case spettacolari a Napoli, nella Costiera Amalfitana e Sorrentina e a Milano. Ma a breve coinvolgerà altre città italiane, come Firenze e Torino.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: