Shopping Vintage a Parigi

Condividi questo articolo su :

Shopping nell’ Haut Marais a caccia di pezzi unici e rarità vintage. Tra gallerie, atelier e boutique di stilisti che fanno la nuova moda.

Al 111 di Boulevard Beaumarchais, in una vecchia fabbrica tessile ristrutturata, ha da poco aperto i battenti un negozio originalissimo, a metà strada tra una galleria d’arte e un gran bazar. Si chiama Merci ed è l’ultimo nato tra le boutique dell’Haut Marais parigino, il quartiere che fa tendenza. Fare acquisti da queste parti è diventato ormai un must, specialmente per le mademoiselle alla moda, alla ricerca di capi unici, chic e vintage.

Shopping nell’ Haut Marais a caccia di pezzi unici e rarità vintage. Tra gallerie, atelier e boutique di stilisti che fanno la nuova moda.

Al 111 di Boulevard Beaumarchais, in una vecchia fabbrica tessile ristrutturata, ha da poco aperto i battenti un negozio originalissimo, a metà strada tra una galleria d’arte e un gran bazar. Si chiama Merci ed è l’ultimo nato tra le boutique dell’Haut Marais parigino, il quartiere che fa tendenza. Fare acquisti da queste parti è diventato ormai un must, specialmente per le mademoiselle alla moda, alla ricerca di capi unici, chic e vintage.

Senza dubbio, la via dello shopping più in voga è rue de Saintonge, dove continuano ad aprire nuovi negozi, atelier, gallerie d’arte e di design. Al numero 28 c’è lo stilista del revival della Lacoste, Christophe Lemaire: nel negozio si trovano, oltre a capi Lacoste in edizioni limitate, le sue collezioni uomo e donna dallo stile dandy-rock. Al numero 21 si entra nella boutique di Erik Linz, una casa di bambole con gli abiti chic parisien stile Audrey Hepburn che il couturier crea per giovani donne romantiche. Al numero 46 si trova invece la boutique specializzata in moda femminile vintage Pretty Box: in vendita, abiti originali, pezzi unici non necessariamente supergriffati, e accessori degli anni ‘70 e ‘80. Mondo vintage pour elle anche al numero 57, da Esprit Vinyle con marchi originali di abbigliamento, scarpe, borse e gioielli. All’angolo con rue de Normandie, di fronte a Isabel Marant, che ha deciso di portare la sua firma nel Marais, si aprono le vetrine della boudoir boutique della stilista Estelle Yomeda. Le sue calzature sono un coups de cœur, pezzi unici realizzati artigianalmente, molto amati da celebrities come Bjork.

Al numero 60, per il guardaroba enfants, le mamme che per le proprie bambine agli abitini froufrous preferiscono uno stile più svagato si rivolgono alla stilista Thérèse Yang, nella sua boutique Talc. Al numero 13 si trova il negozio di design e arredo per la casa Robert le Héros, pioniere di rue de Saintonge. Tra un acquisto e l’altro, ci si può concedere una sosta al bistro Café Charlot (38 rue de Bretagne), il più frequentato dal popolo dei creativi, oppure si fa tappa ai tavoli del celebre Glou (101 rue Vieille du Temple), uno dei migliori ristoranti della zona. Non solo negozi. Per gli amanti dell’arte c’è solo l’imbarazzo della scelta. Su rue de Saintonge, tre gli indirizzi da annotare, nuovi templi del contemporaneo e di giovani promesse: Galerie Martine et Thibault de la Chatre, al numero 4; Galerie Jaeger Bucher, tra il 5 e il 7 della rue, e Galerie Almine Rech, al 19. Poco lontano, merita una visita la Galerie di Thaddaeus Ropac, diventata un’istituzione in materia d’arte e Passage de Retz , d’obbligo per chi vuole tenersi aggiornato in fatto di cultura, scienza, filosofia e architettura.

Non si può però andare via dalla capitale dell’haute couture senza prima aver acquistato una creazione di MinaPoe. Definita “l’essenza del lusso moderno” da una delle giornaliste di moda più autorevoli, Suzy Menkes dell’Herald Tribune, è un tocco francese che viene dall’Est quello di questa parigina di origine slava. L’eclettismo è forse la sua seconda natura, visto che Mina ha cominciato come attrice e regista teatrale per approdare alla creazione di accessori e abiti che conservano uno spiccato gusto della messa in scena. Il leitmotiv di Mina è la natura, in particolare il tema vegetale. Molti i pezzi unici, come anche borse e scarpe dipinte a mano.

Gli indirizzi

Christophe Lemaire
Nel negozio che lo stilista del revival della La coste, collezioni uomo e donna dallo stile vintage e dandy-rock.
Indirizzo: 28 rue de Poitou/Saintonge, tel. 0033.1.44.78.00.09, www.lemairestyle.com . Orari: 11-19 (chiuso dom.). C/credito: tutte.

Esprit Vinile
Il negozio è un tripudio di abiti, accessori e gioielli per il guardaroba femminile in stile vintage.
Indirizzo: 57 rue de Saintonge, tel. 0033.1.42.71.55.95, www.esprit-vinyle.com . Orari: 13-20 (chiuso dom.).

Estelle Yomeda
Nella boudoir boutique della stilista si trovano soprattutto calzature da donna dalle forme originali e stravaganti.
Indirizzo: 4 rue de Normandie, tel. 0033.1.44.59.80.33, www.estelleyomeda.com . Orari: 11.30-19.30 (chiuso dom. e lun.).

Isabel Marant
Considerata la pioniera dell’etno-chic, la stilista, che a Parigi ha diversi punti vendita, disegna 3 linee: la sofisticata Isabel Marant, la basic Étoile, e una per bimbi.
Indirizzo: 1 rue Jacob, tel. 0033.1.43.26.04.12, www.isabelmarant.tm.fr  Orari: 10.30-19.30 (chiuso dom.).

MinaPoe
È la boutique di Mina D’Ornano, la stilista più di tendenza a Parigi.
Indirizzo: 19 rue Duphot, tel. 0033.1.42.61.06.41, www.minapoe.com . Orari: 10-19 (chiuso dom. e 3-20 agosto).

Robert le Héros
Nel Marais, il negozio è stato tra i primi ad aprire in rue de Saintonge. Vasta gamma di complementi d’arredo design, accessori ma anche borse e bijoux. Indirizzo: 13 rue de Saintonge, tel. 0033.1.44.59.33.22, www.robertleheros.com .Orari: 13-19 (chiuso dom. e lun.).

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: