Scuola di fotografia

Condividi questo articolo su :

Paese che vai workshop fotografico che trovi. Ogni appassionato può scegliere il luogo più adatto ai propri gusti per mettere alla prova diaframma e otturatore. Complice l’avvento del digitale, che ha riportato incredibilmente in auge uno strumento – la macchina fotografica – che sembrava conoscere un lento ma inesorabile declino, ora scattare è diventato un fenomeno pandemico, lo si fa sempre e ovunque. E così si moltiplicano anche le occasioni di contatto tra aspiranti reporter e veri e propri professionisti dell’immagine.

Paese che vai workshop fotografico che trovi. Ogni appassionato può scegliere il luogo più adatto ai propri gusti per mettere alla prova diaframma e otturatore. Complice l’avvento del digitale, che ha riportato incredibilmente in auge uno strumento – la macchina fotografica – che sembrava conoscere un lento ma inesorabile declino, ora scattare è diventato un fenomeno pandemico, lo si fa sempre e ovunque. E così si moltiplicano anche le occasioni di contatto tra aspiranti reporter e veri e propri professionisti dell’immagine.

Educational e workshop sono di tutti i tipi, e possono durare dal semplice fine settimana all’estensione di un viaggio intercontinentale dove la guida è il fotograo. Le opportunità, offerte da agenzie, da singoli grande guru della macchina da scatto, o anche dalle stesse case produttrici, sono molte, dall’Italia all’Africa, passando per la Francia e la Germania. Molti i fotografi con cui si può lavorare: la giapponese Rinko Kawauchi, Francesco Cocco, Davide Monteleone, Massimo Sciacca e Massimo Berruti, Massimo Mastrorillo, Alex Majoli e Thom Hogan. Abbiamo selezionato alcuni workshop e proposto qualche idea per viaggiare scattando.

Kawauchi a Roma – Nella capitale, la terza settimana di maggio, l’Istituto superiore di fotografia e 3/3 organizzano un workshop di cinque giorni con la giapponese pluripremiata Rinko Kawauchi che torna in Italia dopo la partecipazione all’ultimo Festival della Fotografia di Roma. L’obiettivo è arrivare ad acquisire la consapevolezza del passaggio da progetto fotografico a libro, confrontandosi con alcuni aspetti alla base dell’approccio all’immagine, come la costruzione di un percorso narrativo, forme, supporti, dimensioni e proporzioni. Il miglior lavoro verrà trasformato in un volume e le maquette prodotte, ovvero i prototipi, troveranno spazio all’Isf in una mostra che si terrà a settembre. Il tutto in partnership con il photobook festival di Kassel. Per informazioni  qui o qui.
 
Roma, Contrasto. Sempre a Roma, nella sede della Contrasto, una tre giorni in compagnia di Francesco Cocco e Davide Monteleone,  sabato 11, sabato 18 e domenica 19 aprile. Un incontro con i responsabili dell’agenzia fotografica e dell’archivio fotografico di Contrasto permetterà di comprendere meglio i meccanismi e le modalità con cui lavora un’agenzia nella pratica quotidiana di realizzazione e diffusione delle immagini e dei reportage fotografici.

Barcellona. Da Roma invece parte il viaggio organizzato dalla rivista Rearviewmirror diretto a Barcellona: una nave, due fotografi, tre giorni per affinare il proprio talento visivo. RVM Photography On Board è il workshop di fotografia narrativa in compagnia di Massimo Sciacca e Massimo Berruti. I fotografi guideranno i fotonauti in un viaggio tra il mare e la terra, a bordo tra una nave da crociera, dividendo il tempo tra insegnamento teorico e lavoro pratico. Articolato in tre giorni, il workshop si svilupperà tra lezioni a bordo, sessioni sul campo. Le due migliori fotografie scattate dagli allievi verranno pubblicate su Rearviewmirror Magazine e avranno la possibilità di concorrere al premio giornalistico internazionale Mare Nostrum Awards 2010, che mette in palio cinque premi da 10mila euro l’uno.

Sardegna. La Sardegna è la meta del fotografo Massimo Mastrorillo. Il protagonista è il paesaggio, lo scatto diventa lo strumento per approfondire il rapporto tra l’uomo e ambiente, per indagare le tracce che lascia sulla natura la civiltà. Proprio per questo il workshop sarà incentrato sul racconto della festa popolare di Sant’Efisio, a Cagliari. Dal 30 aprile al 5 maggio, si farà base a Villanova Monteleone presso la Fondazione\ Su Palatu, dove hanno esposto autori come Joel Meyerowitz, Roger Ballen e dove si svolge il Festival Meno trentuno. 

Nikon school travel. Il Nikon school travel è il modo migliore per abbinare la fotografia alla passione del viaggio lungo, nomade, itinerante. Un vero e proprio programma di viaggi, costantemente presente e aggiornato sul sito dell’importatore Nital in cui scegliere. In ogni itnerario, la guida coinciderà con un fotografo professionista del Nikon Professional Services che saprà dare consigli sul come utilizzare al meglio le attrezzature. I prossimi esempi. La prima occasione è dal primo al 17 marzo al Kumbh Mela di Haridwar. Un viaggio fotografico nel periodo più sacro dell’induismo con Edoardo Agresti. A seguire, Ghana, Togo, Benin, è il viaggio organizzato da Michele Dalla Palma. Un’avventura attraverso tre nazioni che rappresentano l’Africa più autentica, legata a riti ancestrali e incomprensibili, alle feste sfarzose dei re Ashanti, al culto dei morti e degli antenati Si parte il 16 e si torna il 29 marzo. Si può scattare anche la Costa Rica con Simone Tossani e Michele Monari dal 20 al 31 marzo e la Tanzania sempre con Edoardo Agresti dal 2 al 16 ottobre.

Fnac. Gli appuntamenti milanesi vedono in prima linea gli otto incontri proposti dalla Fnac realizzati in collaborazione con Renata Ferri. Come è strutturata un’agenzia? Come ci si presenta? Come si prepara un portfolio? Sono le domande a cui vuole rispondere questo lavoro. Gli incontri sono intensivi (dalle 10 alle 18) e prevedono: proiezione del lavoro del fotografo, di quelli dell’agenzia, editing e progettazione, analisi dei progetti degli allievi, simulazione della costruzione di un piccolo portfolio. L’agenzia VII è tra i protagonisti dei workshop, insieme a Magnum, Agence Vu, Noor, Contrasto, Prospekt, Getty, H&K.

Magnum. Cesuralab per l’estate 2010 propone comeesperienza formativa, un corso di 2 giorni con Alex Majoli, fotografo Magnum. Durante il weekend, c’è la visione del portfolio degli studenti e il fotografo mostrerà i progetti realizzati negli ultimi anni. Questo workshop non offre nozioni tecniche ma è strutturato per migliorare la visione fotografica di ogni singolo studente, e la capacità di raccontare una storia attraverso le immagini.

Europa. Uscendo dai confini nazionali e tornando al concetto estensivo di viaggio, ci si può spostare tra la Francia e la Germania passando per l’Irlanda. È l’iniziativa Skellig photo tours con il fotografo Michael Herrmann. Un weekend per guardare tre, tra le mete europee più ambite, con gli occhi di un fotografo e non con quello del turista.

Thom Hogan. Infine chi si è mosso in tempo parteciperà ai workshop di Thom Hogan, fotografo e scrittore, nonché esperto di tutto quanto concerne la fotografia, compreso il mercato e le novità di attrezzatura su cui tiene un sito aggiornatissimo. Le mete 2010 sono il Sud Africa (dal 21 agosto al 2 settembre), il Botswana (dal 4-19 settembre) e la Patagonia, previsto dal 27 dicembre al 13 gennaio. Il percorso di viaggio è organizzato nel dettaglio e gli studenti ammessi sono pochissimi, al massimo 6 o 7 per docente. Al momento – scrive Thom sul proprio sito, solo il Sudafrica ha posti disponibili certi, per Patagonia e Botswana occorre mettersi in lista d’attesa. O aspettare il 2011.

Fonte: www.repubblica.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: