Sconto al pomeriggio sulle spiaggie

Condividi questo articolo su :

C’è crisi. È ormai il mantra più gettonato e non passa giorno che qualcuno non ce lo ricordi. I prezzi volano e gli stipendi no, così, anche «una giornata al mare con sole mille lire», come cantava Paolo Conte e oggi ha ripreso Daniele Silvestri, è veramente roba d’altri tempi. E non solo perché oggi ci si «dissangua» in euro.

C’è crisi. È ormai il mantra più gettonato e non passa giorno che qualcuno non ce lo ricordi. I prezzi volano e gli stipendi no, così, anche «una giornata al mare con sole mille lire», come cantava Paolo Conte e oggi ha ripreso Daniele Silvestri, è veramente roba d’altri tempi. E non solo perché oggi ci si «dissangua» in euro.

Qualcosa però si muove. Ieri a Roma, dopo le sollecitazioni del ministro per lo Sviluppo Economico Claudio Scajola, è stato firmato un accordo tra Antonio Lirosi, alias Mister Prezzi, e le principali associazioni degli stabilimenti balneari (Sib, Fiba, Assobalneari e Oasi) per applicare tariffe ridotte nel mese di agosto su tutte le spiagge italiane, così da combattere il caro-spiaggia.

Lo hanno chiamato «Pomeriggio convenienza», una sorta di low-cost del lettino «che speriamo – dice il viareggino Vincenzo Lardinelli, presidente della Fida, ci aiuti a conquistare clienti in più, anche a fronte di qualche sacrificio da parte nostra». Da domani, insomma, chi andrà al mare di pomeriggio troverà sedie a sdraio e ombrelloni scontati fino al 50%, a partire dall’ora di pranzo, «ma non solo e non dovunque – dice ancora Lardinelli -, infatti ogni esercente sarà libero di aderire o meno all’iniziativa e potrà anche scegliere di offrire, invece di una riduzione sul prezzo standard, pacchetti tipo autogrill. Che so, prezzo speciale per lettino e bibita o ombrellone e gelato, così da andare incontro alle diverse esigenze degli stabilimenti e della tipologia di clientela».

L’iniziativa punta a «far riavvicinare gli utenti alla qualità dei servizi offerti dagli stabilimenti», ha spiegato Mister Prezzi sottolineando che compito delle associazioni degli stabilimenti balneari sarà quello di una maggiore trasparenza. Oltre a «un risparmio sostanzioso, l’utente dovrà anche avere informazioni chiare sui prezzi e sulla qualità dei servizi per scegliere la tipologia a sé più vicina».

Ci vorrà però tempo perché l’iniziativa funzioni a pieno regime, «anche perché siamo a tre quarti di stagione e non è facile comunicare e coordinare tutti gli esercenti -, dicono dalle associazioni -, ma questo va letto come un gesto di buona volontà da parte nostra, perché capiamo il momento difficile. Gli altri capiscano però noi. Non ci piace passare per “aumentatori” di prezzi». «Si deve iniziare ad osservare il rapporto qualità-prezzo – sottolinea Lardinelli – e capire che la concorrenza sleale della Cina noi la patiamo da anni. La nostra Cina si chiama Egitto, Tunisia, Costa Brava, Algarve e quest’anno Croazia».

Tra i firmatari dell’accordo c’è anche Riccardo Borgo, presidente della Sib, e proprietario di un bagno a Bergeggi (Savona): «Io una riduzione al pomeriggio già l’adottavo, ora la renderò ufficiale. Daremo indicazione ai nostri associati che vorranno aderire di appendere un cartello, uguale per tutti, che comunichi al cliente il “Pomeriggio convenienza”» che varrà ogni giorno. Nel primo semestre le tariffe degli stabilimenti balneari hanno registrato, aveva rilevato l’Osservatorio dei prezzi, un tasso medio di crescita su base annua del +7,3%, contro il 3,3% del paniere complessivo di beni e servizi. E non appena le spiagge hanno ricominciano a popolarsi a fine primavera, c’è stata un’ulteriore accelerata dei prezzi con un picco a maggio del 16,5%, mentre la variazione su base annua, registrata a giugno, è stata del 9%. Da domani, però, tutti in spiaggia al pomeriggio. La mattina si dorme e il pomeriggio si risparmia. Ma la mille lire non basterà lo stesso.

Fonte: www.lastampa.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: