Sardegna – La Costa Smeralda

Condividi questo articolo su :

Alla scoperta della Costa Smeralda uno dei luoghi più belli della Sardegna in cui l’azzurro del mare incontra quello del cielo in un affascinante ed unico spettacolo della natura…

La Costa Smeralda è la denominazione del tratto costiero della Sardegna nord orientale conosciuta anche come Gallura. Forma una penisola che si estende la golfo omonimo sino a quello di Cugnana e comprende in particolare le località nel comune di Arzachena. 

Le magnifiche località della costa si estendono per coltre ottanta chilometri e presentano insenature, baie, sabbiose e rocciose dove sono presenti un vasto numero di strutture ricettive.

Alla scoperta della Costa Smeralda uno dei luoghi più belli della Sardegna in cui l’azzurro del mare incontra quello del cielo in un affascinante ed unico spettacolo della natura…

La Costa Smeralda è la denominazione del tratto costiero della Sardegna nord orientale conosciuta anche come Gallura. Forma una penisola che si estende la golfo omonimo sino a quello di Cugnana e comprende in particolare le località nel comune di Arzachena. 

Le magnifiche località della costa si estendono per coltre ottanta chilometri e presentano insenature, baie, sabbiose e rocciose dove sono presenti un vasto numero di strutture ricettive.

Le origini storiche della Costa Smeralda sono molto antiche e addirittura si perdono nella mitologia greca attribuendo ad Ercole la fondazione di Olbia. In località Monte Arci sono stati rinvenuti oggetti risalenti al 6000 a.C. che attestano gli intensi scambi commerciali con le isole della Grecia.

Dalle fonti sappiamo che fino al VI secolo i nuragici regnarono sovrani sulle terre di Sardegna fino  all’arrivo punici. Anche se la presenza dell’uomo in questi territori è documentata sin dal 6000 a.C., il territorio della Costa Smeralda rimase quasi del tutto inabitato sino alla prima metà del XX secolo.

Grazie al principe ismaelita Karim Aga Khan, questa zona conobbe a partire dal 1962 un grande movimento di tipo turistico con la nascita di alberghi e attrezzature di villeggiatura per tutti i gusti.

I principali centri che fanno parte della Costa Smeralda sono Arzachena, Porto Cervo, Porto Rotondo, Baia Sardinia, Cala di Volpe, Poltu Quatu, San Pantaleo, Portisco e Cannigione.
Da Visitare
Uno dei luoghi più famosi  della Costa Smeralda è Porto Cervo, nota località di villeggiatura frequentata soprattutto dai V.I.P. In passato il piccolo borgo era conosciuto come “Monti di Mola” ed era abitato soprattutto da agricoltori e pastori che vivevano nella tranquillità della natura.

Oggi Porto Cervo è un luogo molto affollato soprattutto d’estate per la presenza di strutture ricettive d’elite e per il suo magnifico mare.

Arzachena, in provincia di Olbia-Tempio è una delle località più ricche di storia della Costa Smeralda.

Le sue origini sono da porre in relazione con il periodo nuragico data la vasta presenza di reperti archeologici di tale periodo. Tra le  principali testimonianze di epoca nuragica citiamo la “roccia del fungo” simbolo della città, la Tomba dei giganti di Coddu Vecchju è costituita da una camera funeraria e da un’esedra risalente al 1800 a.C.

Gli amanti del mare non potranno perdere Porto Rotondo posta in un’insenatura a forma di emiciclo è una delle mete più ambite dagli amanti del turismo d’elite.

Baia Sardinia è situata in una splendida cala immersa nel verde e circondata da splendide rocce che formano delle figure uniche ed affascinanti.

Nel piccolo villaggio ci sono molti bar e market, da segnalare inoltre la presenza di una delle discoteche più famose della zona “Il Ritual”.

Una delle località più affascinanti della Costa Smeralda è Cala di Volpe dove c’è uno degli angoli di mare più belli di tutta la Sardegna.

Da non perdere inoltre il caratteristico borgo di San Pantaleo dove vissero noti artisti italiani come Michele Greco e Pat Steel.

Fonte: www.tiscali.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: