Saldi a Londra

Condividi questo articolo su :

Il tempo li ha aiutati e i maniaci dei saldi e dello shopping, un classico del 26 dicembre londinese, hanno fatto la fila già dalla notte davanti ai grandi magazzini di Oxford Street senza inzupparsi. Non vale la pena venire a Londra per Natale, visto che anche trovare un ristorante dove mangiare decentemente il 25 dicembre è un’impresa e non c’è niente da fare se non camminare a Hyde Park,  ma essere qui al mattino di Santo Stefano è un divertimento.

Il tempo li ha aiutati e i maniaci dei saldi e dello shopping, un classico del 26 dicembre londinese, hanno fatto la fila già dalla notte davanti ai grandi magazzini di Oxford Street senza inzupparsi. Non vale la pena venire a Londra per Natale, visto che anche trovare un ristorante dove mangiare decentemente il 25 dicembre è un’impresa e non c’è niente da fare se non camminare a Hyde Park,  ma essere qui al mattino di Santo Stefano è un divertimento.

Quando le porte di uno dei più ambiti "department store" come Selfridges si aprono, è come assistere alla partenza della maratona di New York. Taccuini alla mano (perché dalla sera del 24 i più attenti avevano segnato ubicazione e taglia dell’oggetto dei desideri) i clienti si precipitano dentro i negozi e assaltano le scale mobili, in una frenesia difficile da comprendere per chi non è amante dello shopping.

I prezzi, se si è puntato bene il proprio obiettivo, valgono le ore di attesa in mezzo alla strada. In alcuni casi gli sconti raggiungono anche il 75 per cento e una borsa di Prada da 400 euro si può acquistare a un quarto del prezzo. Ma il vero affare si fa soltanto se si è davvero preparati, se si è stati abbastanza bravi nei giorni degli ultimi regali di Natale, a individuare gli articoli delle nuove collezioni, in modo da non farsi rifilare gli scarti di magazzino. Ecco allora una selezione di negozi imperdibili.

Dover Street Market

Il posto migliore per le griffe, da Comme des Garçons a Lanvin e Givenchy, sei piani di pezzi classici per sfoggiare un abito firmato

Harrods

Se si riesce a farsi strada tra i veri compratori e le migliaia di turisti che vengono qui soltanto perché è il negozio di proprietà di Al Fayed, si possono trovare delle vere chicche. Il più delle volte si esce con un pacchetto di caramelle, a meno che il portafoglio non sia, appunto, come quello di Al Fayed.

Liberty

Il suo edificio così inglese è uno specchio per le allodole per I turisti. Tutto finto, Liberty non è ospitato da un palazzo d’epoca, però i suoi sconti arrivano al 60 per cento e se il gusto italiano rende difficile frugare tra i capi di abbigliamento, si possono però trovare un mucchio di regalini da riportare a casa agli amici.

John Lewis

In genere in Italia i saldi sono occasioni per capi di vestiario, in realtà in Gran Bretagna la gente aspetta il 26 dicembre per comprare televisori, lavatrici e articoli per la casa in genere. Se vi entusiasma l’ultimo modello di tostapane, John Lewis in Sloane Square è il posto per voi, lo troverete scontato del 50 per cento.

Butler & Wilson

Ha celebrato i 40 anni uno dei negozi più rinomati per il vintage. In South Molton Street si trova il meglio dell’abbigliamento glam di David Bowie e Roxie Music, con sconti fino al 50 per cento.

Number Six Dray Walk

Trenta per cento di sconti sui pezzi vintage sportivi, con un assortimento eccezionale di Adidas originals.

The Girl Can’t Help It

Cercate la sezione con scritto "Hell To Pay room", dove vengono concentrati gli articoli in saldo. Camicie da smoking, abiti pieni di paillettes, scarpe, borse e cappelli che semb rano usciti da un guardaroba teatrale, ma se siete bravi potete mettere insieme una mise assolutamente unica.

Fonte: www.viaggi.repubblica.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: