Romagna – La notte rosa

A Fellini, "il genio che amava le donne" come era stato definito, sarebbe piaciuta una grande kermesse all’insegna del "rosa" e, certamente, si sarebbe goduto lo spettacolo dalla terrazza del Grand Hotel, tra colori, musiche e suoni. Proprio al grande regista (a vent’anni dalla sua scomparsa) s’ispira l’ottava edizione de la "notte rosa", il Capodanno dell’estate italiana sulla Riviera Adriatica dell’Emilia Romagna, in programma dal 5 luglio. Fellini è ricordato con la parola "Asa NIsi MAsa" che campeggia, a grandi lettere, sul manifesto ufficiale.

A Fellini, "il genio che amava le donne" come era stato definito, sarebbe piaciuta una grande kermesse all’insegna del "rosa" e, certamente, si sarebbe goduto lo spettacolo dalla terrazza del Grand Hotel, tra colori, musiche e suoni. Proprio al grande regista (a vent’anni dalla sua scomparsa) s’ispira l’ottava edizione de la "notte rosa", il Capodanno dell’estate italiana sulla Riviera Adriatica dell’Emilia Romagna, in programma dal 5 luglio. Fellini è ricordato con la parola "Asa NIsi MAsa" che campeggia, a grandi lettere, sul manifesto ufficiale.

 Una formula magica utilizzata dai bambini nella celebre pellicola "8 e ¿" (il film festeggia i cinquant’anni) che dà spazio ai sogni e la speranza di far muovere gli occhi di un ritratto, durante la notte. Un alfabeto "serpentino" (un alfabeto segreto che scompone le parole in sillabe e, dopo ogni sillaba, aggiunge la esse seguita dall’ultima vocale del gruppo) che cela la parola Anima. Allo stesso tempo svela l’anima dei romagnoli: calorosi, autentici, simpatici, ospitali e divertenti.

 Unica conditio per essere ammessi in questo vortice di festa è indossare qualcosa di rigorosamente "pink". Basta un dettaglio, un cappellino, un foulard, una sciarpa, una maglietta, un paio di occhiali o persino una parrucca. Rosa colore dell’ottimismo, dell’energia, della positività. E poi occorre tanta voglia di divertirsi.

 Dopo l’appendice di fine giugno a Rimini, il clou della festa è dal tramonto di venerdì 5 a quello di domenica 7: si potrà scegliere tra oltre 300 eventi tra concerti, feste in spiaggia, intrattenimento per bambini, enogastronomia, readings, spettacoli, dj set e tanto altro, con viali, piazze, monumenti, hotel, stabilimenti balneari anch’essi "vestiti" di rosa.

 In ricordo di Fellini, si inizia venerdì 5, in prima serata, presso il Complesso degli Agostiniani, con "In Limbo – Asa NIsi MAsa", dj set tra suggestioni sonore e visive dedicato a "8 e ¿". Presso il teatro Galli si potrà vistare la mostra di Milo Manara dedicata a due storie scritte da Federico Fellini – Viaggio a Tulum e Il Viaggio di G. Mastorna, detto Fernet – illustrate dal noto fumettista italiano.
 
 Protagonista sarà la musica melodica, ma non mancheranno "contaminazioni" da altri generi. Venerdì 5 a Lido delle Nazioni (Fe) saliranno sul palco in Piazza Italia Giuliano Palma & Orchestra accompagnati da un mito della canzone italiana, Gino Paoli. A Rimini si esibirà, in piazzale Fellini, Antonello Venditti. Sul lungomare di Misano Adriatico esibizione live dei Pooh, accompagnati da un’orchestra sinfonica di quasi 70 elementi.

 Ai Giardini Pubblici di viale Santi Baldini a Ravenna, direttamente dal Ravenna Festival 2013, concerto dei PB Underground (funk band il cui leader vanta collaborazioni con Level 42, Incognito, Chaka Khan e Mark Ronson). In Piazza Garibaldi a Cervia "That’s all folk", musica e balli folk della grande tradizione locale, e sabato 6 ai Magazzini del Sale cervesi "Canal Latino", samba, musiche e danze caraibiche. A Gatteo Mare (Fc) in Piazza Romagna Mia esibizione di Andrea Mingardi e la Rosso Blues Brothers Band.

Di giorno ci si può divertire all’Aquafan: si balla nella soffice schiuma rosa al ritmo della Pink Dance che per due giorni diventerà la colonna sonora tematica del weekend all’interno del famoso parco acquatico.

 Spazio anche alle animazioni gastronomiche, con la regina rosa dei salumi regionali, la Mortadella. "È qui la fetta?", spazi degustativi, a Rimini e Riccione, dedicati a prelibati assaggi di Mortadella Bologna Igp, divertenti iniziative social in chiave 3.0 con scatti fotografici da postare live sui Network più importanti e, in esclusiva, speciali gadget firmati MortadellaBò per offrire al pubblico un mix unico di eccellente cultura gastronomica e puro divertimento.

 E se artisti e programma cambiano di anno in anno, un momento, il più atteso, resta sempre uguale: il grande spettacolo di fuochi d’artificio a mezzanotte del venerdì, con tutta la spiaggia illuminata a giorno dai bagliori colorati che "ricamano" il cielo a tinte vivaci.

 Per godere al meglio di questo fine settimana "total pink", gli operatori turistici hanno creato appositamente pacchetti soggiorno all’insegna della convenienza e dell’all inclusive per tutte le tasche e le esigenze.

 Tutta la riviera, non solo per questo fine settimana, si propone, visti i tempi di crisi, in versione gratuita o low cost. Totalmente a costo zero una visita al Parco Naturale di Cervia che offre una vera e propria full-immersion a tu per tu con la natura: è facile fare suggestivi incontri ravvicinati con i numerosi animali che lo popolano mentre ci si inebria dei profumi e dei colori lungo il percorso botanico al suo interno. Il Parco della Salina di Cervia, stazione del Parco Regionale del Delta del Po e riserva naturale dove ammirare da vicino specie rare e protette, è un’altra idea passatempo a budget ridotto.

 Chi ama andare in bicicletta può usufruire del servizio gratuito di bike sharing (Riccione, Rimini, Bellaria-Igea Marina, Cesenatico e Ravenna) e andare agevolmente alla scoperta delle località balneari.

 Per gli appassionati di danza tre i dancing in Riviera: il Rio Grande di Igea Marina, lo 007 di Rimini e l’Euroclub a Savignano. E se vi serve qualche lezione nessun problema: lasciatevi guidare dai ballerini esperti che sono cresciuti a valzer e mazurka, saranno entusiasti di insegnarvi – gratuitamente e con il sorriso – i passi dei balli di coppia tipici della tradizione di Romagna.

 Infine, per scoprire i sapori più autentici della Romagna si può scegliere uno dei 95 chioschi di cibo di strada segnalati dalla guida Rimini Street Food, disponibile negli uffici di informazione turistica della città in formato cartaceo o scaricando l’App che segnala gli indirizzi più comodi e vicini rispetto dove ci si trova.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: