Riviera Maya

Condividi questo articolo su :

Spiagge bianche bagnate dal Mar dei Carabi e vestigia maya nascoste da una rigogliosa vegetazione tropicale. Siamo sull’incantevole Riviera Maya, un tratto costiero che si estende per 120 km da Puerto Morelos a Punta Allen nella porzione dello Yucatan chiamata Quintana Roo.

Spiagge bianche bagnate dal Mar dei Carabi e vestigia maya nascoste da una rigogliosa vegetazione tropicale. Siamo sull’incantevole Riviera Maya, un tratto costiero che si estende per 120 km da Puerto Morelos a Punta Allen nella porzione dello Yucatan chiamata Quintana Roo.

Se cercate belle spiagge troverete veri e propri eden dove praticare snorkelling, sub e diving in compagnia di coloratissimi pesci tropicali che nuotano attorno alla barriera corallina. Le baie più rinomate hanno nomi evocativi di Paraiso e Secreto dove sdraiarsi all’ombra di palme accarezzate dal vento.

Se amate la natura, diventerete sudditi di un regno incontaminato dove cavalcare e camminare nel verde lussureggiante delle riserve ecologiche come quella di Sian Ka’an.

Rimarrete poi incantati dalle città fortezza della Riviera, Tulum e Cobà, in cui l’antica civiltà Maya costruì i suoi maestosi templi.

Se in tutta questa bellezza cercate anche un po’ di divertimento verrà in vostro soccorso la mondana Playa del Carmen con ristoranti e locali notturni.
Da Sapere
Famosissima località della Riviera Maya, Playa del Carmen offre divertimenti e attrattive di ogni genere tra i numerosi ristoranti e locali di Quinta Avenida. Molto chic è Playacar dove si trovano le ville e gli hotel più esclusivi. Le antiche tracce dei Maya si possono avvistare tra i resti e il tempio di Xaman-Ha.

Sorge all’interno di un parco naturale di oltre 600 ettari la città maya di Tulum, costruita direttamente sull’oceano. Tra le splendide vestigia precolombiane che si estendono su sei km di costa vale la pena visitare il Tempio del Viento, di El Castello, dei Frescos e del Dios Discendente.

L’atra città fortezza di origine maya che si distingue per la bellezza dei suoi templi e del paesaggio è Cobà. A 40 km da Tulum si estende un paesaggio di raro fascino dove i sacri templi maya sono protetti dalla rigogliosa foresta tropicale. Ben cinque sono i laghi che incontrerete nella splendida città: Cobà, Macanxoc, Sacalpuc, Yaxlaguna e Xcanh.

A pochi minuti di strada da Tulum, ecco una delle più antiche città precolombiane, Muyil. Vale la pena raggiungere questa località sia per visitare l’alto Tempio di El Castello, sia per ammirare la superba bellezza naturalistica di Sian Ka’an, dichiarata Riserva della Biosfera per il suo eccezionale patrimonio di flora e fauna tropicale. Tra le sue acque cristalline si può praticare l’immersione dove esplorare la seconda barriera corallina al mondo per grandezza.

Imperdibile è il parco tematico ecoturistico, che permette di ricostruire la vita delle popolazioni maya nella quotidianità e nella ritualità delle cerimonie, immersi in un ambiente incontaminato. A Xcaret farete, infatti, un viaggio nel tempo scoprendo usi e costumi di uno dei più misteriosi ed evoluti popoli dell’antichità tra templi e abitazioni ricostruiti. C’è poi da rimanere incantati nell’osservare i fiumi sotterranei, le farfalle che gareggiano in bellezza con le orchidee e gli spettacoli dell’acquario e del delfinario.

Fonte: www.tiscali.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: