Riga

Condividi questo articolo su :

La città baltica che in passato fece parte della Lega Anseatica è oggi la vivace capitale lettone, la città più popolosa della nazione con quasi 1 milione di abitanti e caratterizzata da una notevole diversità culturale.
Il nucleo centrale è costituito da Vecriga, il centro storico della città i cui edifici richiamano la tipica architettura tedesca della lega anseatica. In netta contrapposizione alla Vecchia Riga e separata da questa dal fiume Daugava è la Città Nuova, la moderna zona residenziale della città con centri commerciali, locali e caffetterie.

La città baltica che in passato fece parte della Lega Anseatica è oggi la vivace capitale lettone, la città più popolosa della nazione con quasi 1 milione di abitanti e caratterizzata da una notevole diversità culturale.
Il nucleo centrale è costituito da Vecriga, il centro storico della città i cui edifici richiamano la tipica architettura tedesca della lega anseatica. In netta contrapposizione alla Vecchia Riga e separata da questa dal fiume Daugava è la Città Nuova, la moderna zona residenziale della città con centri commerciali, locali e caffetterie.

Passeggiando per le strade di questa dinamica città si può comprendere come nel XX secolo Riga fu soprannominata la Parigi del Nord.
 
I moderni edifici e i palazzi di cristallo dal design contemporaneo della Città Nuova si fondono perfettamente con gli antichi resti della città medievale, le numerose chiese e le eleganti facciate dei palazzi Art Nouveau testimoniando l’importante sviluppo culturale di Riga, un’intrigante città cosmopolita sempre più vicina all’atmosfera occidentale.

Alcune attrazioni assumono una maggiore importanza per essere sopravvissute alle distruzioni della Seconda Guerra Mondiale come il famoso Monumento alla Libertà fatto erigere nel centro della città a cavallo delle due guerre mondiali. Nonostante i numerosi tentavi di demolizione il monumento rappresenta tutt’ora il simbolo dell’indipendenza nazionale e il principale punto di riferimento della città.

Nella zona medievale sono conservati i monumenti più antichi di Riga con numerosi campanili che spuntano nello skyline. La zona antica si sviluppa prevalentemente attorno alla chiesa luterana di S. Pietro, uno dei più antichi esempi di chiesa medievale del Baltico e il cuore geografico della città da cui, salendo sull’antico campanile in legno, si gode un incantevole panorama del centro storico e delle zone limitrofe.
A pochi passi dalla chiesa di S. Pietro si trova la caratteristica Casa delle Teste Nere, edificio risalente al XIV secolo ma completamente ricostruito dopo i bombardamenti della guerra.
Nella Vecriga ricordiamo molti altri importanti edifici come il Duomo di notevole interesse per la presenza di diversi stili che vanno dal gotico al barocco e per essere il più grande edificio sacro della Lettonia. Non manca il complesso I Tre Fratelli, classico esempio di struttura residenziale della vecchia Riga.

Tra il XIX-XX secolo sulla riva sinistra del fiume iniziò a svilupparsi la Città Nuova con quartieri moderni, raffinati edifici in Art Nouveau e caffè intellettuali che hanno fatto di Riga la Parigi del Nord.Da Non Perdere
 
Se volete vivere e assaporare veramente lo stile si vita e i costumi di Riga vi basta visitare il Mercato Centrale, il secondo più grande d’Europa. Il mercato si svolge all’interno dei vecchi hangar dello Zeppelin in cui venivano costruiti i dirigibili durante la Prima Guerra Mondiale.
Nel mercato potrete trascorrere ore a curiosare tra i banchi e comprare svariati generi alimentari oppure semplicemente osservare i costumi e le tradizioni culinarie della popolazione.Intrattenimenti
 
L’inizio delle feste estive sono inaugurate il primo finesettimana di giugno con la nota fiera d’arte e artigianato Gadatirgus, mentre il 23 giugno la popolazione si sposta dalla città alla campagna per far festa immersa in una natura rigogliosa tra foreste di pini e laghi. Le tavole sono imbandite di torte, gustosi formaggi e buone birre che ricordano vagamente L’Oktober Fest.
Segue a metà luglio il rigoroso appuntamento per i lettoni con la settimana di soli spettacoli e musica del Festival Internazionale del Folkore Baltico.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: