Riapre a Capri la via Krupp

Condividi questo articolo su :

Ci sono voluti 32 anni e 7 milioni di euro, ma alla fine Capri ritrova la sua strada-scultura, la via Krupp, fatta scavare tra la roccia e il mare nel 1902 dal re dei cannoni, il tedesco Friedrich Alfred Krupp. Un serpentone di tornanti che dai magnifici Giardini di Augusto porta a Marina Piccola.

Ci sono voluti 32 anni e 7 milioni di euro, ma alla fine Capri ritrova la sua strada-scultura, la via Krupp, fatta scavare tra la roccia e il mare nel 1902 dal re dei cannoni, il tedesco Friedrich Alfred Krupp. Un serpentone di tornanti che dai magnifici Giardini di Augusto porta a Marina Piccola.

Una passeggiata memorabile – l’hanno percorsa Brigitte Bardot, Moravia, Neruda, Sartre, Maria Callas – che da sola vale una puntatina sull’isola. Anche solo per quel panorama che si spalanca davanti, con i mitici Faraglioni e un orizzonte infinito. Quest’anno, poi, la vacanze caprese è all’insegna della cultura. Si inizia con il Capri Tango Festival dal 5 all’8 giugno. Maestri e professionisti da oltre 18 paesi, coinvolgeranno pubblico e appassionati di questa danza argentina.

Dal 27 giugno al 6 luglio la rassegna Le Conversazioni, scrittori a confronto accoglie un ciclo di incontri con autori di lingua inglese; ospite d’onore lo scrittore dominicano Junot Díaz, premio Pulitzer per la fiction con il romanzo La breve e favolosa vita di Oscar Wao.
Ma è lungo la via Krupp che affiora la Capri da cartolina, la più fotografata, raccontata e dipinta; qui la sua essenza più vera. Tutto il resto può attendere: la piazzetta, lo shopping griffato, la mondanità chiassosa.

A cinquanta metri circa dalla via Krupp, si può pernottare all’Hotel Luna, posizione incantevole, con terrazze a strapiombo sui Faraglioni e prezzi possibili (viale Matteotti 3, tel. 081.83.70.433, www.lunahotel.com , doppia panoramica 370 e, doppia con vista sulla corte interna 275 €). Scenario identico ai tavoli del ristorante Il Geranio, ambiente e cucina mediterranea. Superba la posizione anche di Villa Krupp (viale Matteotti 12, tel. 081.83.70.362, www.villakrupp.it , doppia da 160 €), un tre stelle che conserva il fascino (e i prezzi) della vecchia pensione di una volta, cosa ormai rara sull’isola che strizza l’occhio a vip, starlette e magnati russi. La gestione è familiare, gli ambienti semplici, senza pretese di lusso e modernità, ma la terrazza dove viene servita la prima colazione è uno spettacolo e ricorda certe atmosfere della Capri che fu. Qui – qualcuno ricorda ancora – dimorò Maksim Gor’kij. In via Tiberio si incontra Villa Sarah, dove si respira l’atmosfera delle tipiche ville capresi, con i grandi archi e i soffitti a vela, il giardino con l’orto e il vigneto. Le stanze sono venti, l’arredo è semplice e mediterraneo con dettagli rétro. Per gli ospiti ci sono anche la piscina e una biblioteca per letture sulla storia dell’isola (via Tiberio 3a, tel. 081.83.77.817, www.villasarahcapri.com , doppia da 130 €). La via Krupp è senza dubbio l’icona della Capri del primo Novecento, quella di Pablo Neruda e di Axel Munthe, di Curzio Malaparte e Tommaso Marinetti. Quelle atmosfere tornano alla ribalta anche grazie a un nuovo boutique hotel che è un amarcord caprese. Si chiama Villa Marina Resort&Spa (via Provinciale Marina Grande, cell. 331.63.55.534, www.villamarinacapri.com , doppia da 600 €) e ciascuna delle 21 stanze (alcune con piscine private scavate nella pietra e affacciate sul mare) di questa residenza del 1915 è ispirata proprio a quell’enclave artistica che ha scritto la storia di Capri nei primi decenni del Novecento.

In via Croce la Galleria Blu Lizard Art&design (tel. 081.83.76.11) propone oggetti ed eventi d’arte contemporanea come il Capri Pool Side (vedere riquadro). Per lo shopping, due gli indirizzi da mettere in agenda: il negozio-atelier di Grazia Vozza (via Fuorlovado 38, tel. 081.83.74.010), artigiana e designer di gioielli, che lavora le pietre dure, le acquemarine e le perle di fiume componendo collane e pendenti di fascino. Un nuovo indirizzo, piuttosto nascosto, a pochi passi dalla piazzetta, è Angeli (via Acquaviva 31a, tel. 081.83.76.480), la boutique di Salvatore Gigante che seleziona capi e accessori di stilisti emergenti in tutto il mondo.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: