Quest’isola dei Caraibi sarà la prossima destinazione del lusso

Condividi questo articolo su :

Le ragioni per cui Canouan sarà la la nuova St.Barth.

Perfettamente situata a metà strada tra lusso estremo e natura incontaminata, l’isola di Canouan nell’arcipelago di St.Vincent e delle Grenadine è considerata essere la degna erede della gloriosissima St.Barth. A convincere i billionaires a trascorrere le vacanze in questo paradiso caraibico sono i paesaggi incontaminati e i resort da sogno delle sue coste. Se fino ad oggi quindi St.Barth si era giocata il titolo di destinazione più remota e lussuosa dei Caraibi insieme a Mustique, meravigliosa terra amatissima dalla principessa Margaret, è Canouan a conquistare definitivamente la nomea di micro-isola del lusso da visitare assolutamente.

Le spiagge bianche e una barriera corallina incontaminata

Rinomata per le lunghe spiagge di sabbia bianca e finissima e per le acque tranquille, l’isola di Canouan è la rappresentazione dei Caraibi come ce li siamo sempre immaginati. L’atollo, che deve il proprio nome alla popolazione di tartarughe che da sempre abita le sue coste, è infatti un’incredibile celebrazione della natura selvaggia tipica di queste isole remote. Con una barriera corallina che corre per più di due chilometri ininterrottamente, le spiagge di Canouan (le più belle sono Mahault, South Glossy Bay e Windward Bay) godono di un'acqua calma e cristallina difficile da trovare altrove. Piccola e facile da girare con i golf cart forniti dai resort, l’isola è un ottimo punto di partenza per un'escursione alle Tobago Cays, un gruppo di cinque isolotti nel cuore di un’area marina protetta.

sail boats and catamarans moored near uninhabited islands of tabago cays, grenadines, 2019
 

Gli splendidi resort con ville indipendenti e piscine a sfioro

Caratterizzata da luxury resort con ville private e piscine a sfioro, l'isola si presta a nuove aperture che si succedono l'un l'alta. L’ultimo ad approdare a Canouan è stato Mandarin Oriental, che nel 2018 ha inaugurato la sua prima proprietà caraibica proprio sull'isola. Con un design innovativo per il luogo, l'hotel è un tributo alle storiche residenze di villeggiatura della costa mediterranea. E se oggi le voci di future aperture, tra cui quella di una Soho House e un resort Aman, si fanno sempre più insistenti, è lecito sottolineare che non è questo il primo tentativo fatto nella storia per rendere Canouan il paradiso dei super rich. All’inizio degli anni 2000 furono infatti Trump e alcuni altri imprenditori coraggiosi a tentare l’impresa. Con la creazione di un casinò di proprietà dell’attuale Presidente degli Stati Uniti, un resort firmato Raffles e un golf course progettato da Jim Fazio sul pendio del Mount Royal, l’isola sembrava avere tutti i presupposti per raggiungere la fama già vent’anni fa: a fermarla fu la mancanza di infrastrutture, oggi problema totalmente risolto.

sail boats and catamarans moored near uninhabited islands of tabago cays, grenadines, 2019

Si raggiunge con un jet privato o uno yacht dalle Barbados

Con pochissimi voli commerciali a collegare la terra ferma all’isola caraibica, la soluzione ideale per raggiungere Canouan è quella di atterrare a Barbados e optare per un jet privato. Nonostante l'aeroporto possa infatti oggi accogliere anche veicoli Boing 737, l'hangar è stato inizialmente progettato su misura per aeromobili privati. Sono molti i resort presenti sull’isola che offrono gratuitamente transfer in jet da Barbados per i clienti che soggiornano negli hotel per più di quattro notti.

Un altro modo per raggiungere Canouan è quello di approdarvi a bordo di uno yacht: una nuova marina in grado di ospitare mega yacht (fino a 100 metri) è stata infatti inaugurata recentemente sull'isola. Il Sandy Lane Yacht Club dispone di 120 posti barca ed è stato realizzato grazie a un investimento di Dermot Desmond, proprietario di Sandy Lane a Barbados, pari a circa un quarto di milione di dollari.

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: