Polonia – Musei gratis per un mese

Condividi questo articolo su :

Avete in programma un viaggio in Polonia o state cercando una destinazione per una vacanza all’insegna dell’arte e della cultura? Se la risposta è sì sappiate che a partire da quest’anno in Polonia, il mese di novembre sarà festeggiato come il mese della cultura. L’iniziativa è stata appena lanciata dal Ministero dei Beni culturali polacco e prevede l’apertura gratuita, per l’intero mese, di alcuni dei maggiori monumenti e delle maggiori istituzioni culturali del Paese.
 

Avete in programma un viaggio in Polonia o state cercando una destinazione per una vacanza all’insegna dell’arte e della cultura? Se la risposta è sì sappiate che a partire da quest’anno in Polonia, il mese di novembre sarà festeggiato come il mese della cultura. L’iniziativa è stata appena lanciata dal Ministero dei Beni culturali polacco e prevede l’apertura gratuita, per l’intero mese, di alcuni dei maggiori monumenti e delle maggiori istituzioni culturali del Paese.
 
Cominciamo dalla capitale Varsavia, oggi centro della vita artistica e della vita notturna polacca. Qui, dove si trova il 25% dei musei della Polonia, potrete recarvi, con ingresso gratuito, nel maestoso Castello reale o Zamek Królewski. Costruito nel XIV secolo, durante il ducato di Masovia, distrutto durante la Seconda Guerra, e poi riedificato tra il 1971 e il 1984, il castello fu sede ufficiale dei monarchi polacchi: qui vide la luce la Costituzione del 3 Maggio 1791, la prima in Europa e la seconda nel mondo. Nel castello sono esposte diverse collezioni d’arte, nelle quali spiccano quadri di Rembrandt e di Canaletto, e sono organizzati numerosi eventi musicali ed artistici.
 
Sempre a Varsavia potrete accedere senza pagare il biglietto nel Museo-Palazzo di Wilanów o anche della "Piccola Varsavia", uno dei pochi monumenti storici della città a non essere stato distrutto durante la guerra. Fatto costruire dal re Jan III Sobieski alla fine del XVII secolo, con il suo rigoglioso parco e gli altri edifici che lo circondano, è considerato dai polacchi uno dei simboli indiscussi del Paese. Qui, dove fu aperto uno dei primi musei pubblici, si svolgono interessanti manifestazioni culturali, tra cui i Concerti Reali Estivi nel Giardino delle Rose. Non dimenticate infine di fare una rilassante passeggiata tra i boschi e i laghi del Parco Reale "Łazienki Królewskie" ammirando alcuni degli edifici storici che vi sorgono, come il Palazzo sull’Acqua voluto dal re polacco Stanisław August Poniatowski, che lo utilizzò come residenza personale.
 
Ma i musei e i castelli aperti non sono solo nella capitale: anche a Cracovia, tra le più antiche città del Paese, troverete diversi siti a ingresso gratuito. Sulla riva sinistra del fiume Vistola, in cima alla collina Wawel, spicca il Castello Reale. Luogo tra i più importanti e visitati della città, fu sede dei reali polacchi per cinque secoli, dal 1038 al 1596; al suo interno sono conservati il Tesoro della Corona, le Armerie e i bellissimi arazzi, creati dai migliori artigiani tra il 1550 e il 1565. Al di sotto del Castello si trova la Grotta del Drago, secondo la leggenda dimora del Drago di Cracovia. Adiacente al castello sorge la Cattedrale,  luogo deputato all’incoronazione dei re: qui non perdetevi la Cappella di Sigismondo, uno dei più magnifici esempi di architettura rinascimentale toscana a Cracovia.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social