Perchè i pasti sull aereo sono insapori

Condividi questo articolo su :

Sarebbe la scarsa umidità presente in cabina a rendere insapori le pietanze offerte in aereo. A scoprirlo i responsabili della compagnia aerea tedesca Lufthansa che hanno voluto ricreare a terra le condizioni di volo per cercare di capire come mai ad alta quota i cibi non hanno sapore. Tra l’altro sembra andare ancora peggio nella business class rispetto all’economy.

Sarebbe la scarsa umidità presente in cabina a rendere insapori le pietanze offerte in aereo. A scoprirlo i responsabili della compagnia aerea tedesca Lufthansa che hanno voluto ricreare a terra le condizioni di volo per cercare di capire come mai ad alta quota i cibi non hanno sapore. Tra l’altro sembra andare ancora peggio nella business class rispetto all’economy.

Così nel capannone del Fraunhofer Institute for Building Physics di Holzkirchen, in Baviera, è stata collocata una porzione di un Airbus A310, equipaggiata con le strumentazioni e gli arredi solitamente utilizzati dalle compagnie aeree e sono state create le stesse condizioni di pressione di un aereo in volo a 12mila metri. Non solo. Gli esperti hanno anche utilizzato alcuni simulatori per riprodurre il rumore dei motori e le vibrazioni che si avvertono in volo.

A quel punto ai partecipanti all’esperimento sono state offerte le stesse pietanze assaggiate precedentemente in una situazione normale. Come spiegato da Daniel Michaels sul Wall Street Journal, i ‘passeggeri’ hanno poi dovuto rispondere a un questionario segnalando tutte le differenze di gusto tra le degustazioni a terra e quelle in laboratorio.

Da quanto emerso pressurizzazione e aria condizionata riducono del 30 per cento la percezione del dolce e del salato e circa l’80 per cento di quello che si percepisce come gusto è in realtà profumo. Ma dal momento che a bordo l’aria è molto secca, le mucose nasali finiscono per seccarsi e i cibi risultano quindi completamente insapori.

Ma è possibile intervenire? A quanto pare un certo margine di miglioramento c’è. Bisognerebbe combinare gli aromi giusti, concentrandoli nel modo adeguato e regolare il loro processo di cottura.

Fonte: www.viaggi.excite.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: