Nuova trovata pubblicitaria Ryanair : Tutti in piedi

Condividi questo articolo su :

Prima l’annuncio di voler introdurre una tassa per usare il bagno a bordo. Poi l’idea che ognuno si carichi il proprio bagaglio sull’aereo. E adesso una nuova pensata: passeggeri in piedi durante i voli. È la politica di Ryanair. O almeno quella che vorrebbe attuare. La compagnia low-cost sta facendo di tutto per ridurre i costi e aumentare i passeggeri. Ecco quindi anche l’idea di far viaggiare i passeggeri, o una parte di loror, in piedi come su un bus. «Ci sarebbe un incremento di persone fino al 30 per cento su ogni volo. E allo stesso tempo il biglietto costerebbe il 20 per cento di meno», spiega il portavoce Stephen McNamara.

Prima l’annuncio di voler introdurre una tassa per usare il bagno a bordo. Poi l’idea che ognuno si carichi il proprio bagaglio sull’aereo. E adesso una nuova pensata: passeggeri in piedi durante i voli. È la politica di Ryanair. O almeno quella che vorrebbe attuare. La compagnia low-cost sta facendo di tutto per ridurre i costi e aumentare i passeggeri. Ecco quindi anche l’idea di far viaggiare i passeggeri, o una parte di loror, in piedi come su un bus. «Ci sarebbe un incremento di persone fino al 30 per cento su ogni volo. E allo stesso tempo il biglietto costerebbe il 20 per cento di meno», spiega il portavoce Stephen McNamara.

LA PROPOSTA- Un’idea non nuova: già un paio di anni fa era stata avanzata, come ipotesi, dai costruttori. Ma le perplessità, anche riguardo la sicurezza, erano numerose. In ogni caso, Ryanair ci pensa e la cosa certamente farà discutere. In un articolo il Daily Mail spiega che la compagnia irlandese ha preso spunto dalla comagnia cinese Spring che ha già avviato il progetto. I passeggeri dovrebbero stare (quasi) seduti su una panchina con una cintura per l’atteraggio e il decollo. E poi in piedi per la durata del volo. «Sarebbe tutto in regola», spiegano dalla compagnia. La proposta è al vaglio dalle autorità aeroportuali irlandesi. Ma, sempre secondo il quotidiano inglese, Micael O’Leary avrebbe già preso contatti con la Boeing per disegnare un aereo con le nuove caratteristiche. Anche l’Airbus si starebbe muovendo in questa direzione.

I COSTI- Le nuove procedure farebbero risparmiare alla compagnia quasi 26 milioni di sterline, cioè quasi 38 milioni di euro. Ed entrano in una politica di abbattimento dei costi portata avanti da O’Leary. Da ottobre, per esempio, il check-in sugli aerei sarà solo online. Tagliando così tutto il personale di terra. Allo studio anche la possibilità che ogni passeggero si carichi da solo il proprio bagaglio. E per questa nuova proposta si attende il via libero dell’ente aeroportuale.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: