New York – Taxi meno cari della metropolitana

Condividi questo articolo su :

Un solo consiglio ai numerosi turisti italiani che verranno quest’estate a New York: se siete una comitiva di quattro o cinque persone (o anche soltanto in due o in tre per un breve tragitto), prendete il taxi. Il perché è molto semplice: tra poche settimane le migliaia di auto gialle di Manhattan costeranno circa come la metropolitana, se non addirittura meno: una media di 10 dollari a corsa, mentre il biglietto di un viaggio in subway passerà dai 2 ai 2,5 dollari.

Un solo consiglio ai numerosi turisti italiani che verranno quest’estate a New York: se siete una comitiva di quattro o cinque persone (o anche soltanto in due o in tre per un breve tragitto), prendete il taxi. Il perché è molto semplice: tra poche settimane le migliaia di auto gialle di Manhattan costeranno circa come la metropolitana, se non addirittura meno: una media di 10 dollari a corsa, mentre il biglietto di un viaggio in subway passerà dai 2 ai 2,5 dollari.

Colpita in pieno dalla crisi che ha messo in ginocchio Wall Street ed il mercato immobiliare diminuendo drasticamente il gettito fiscale, New York si prepara ad una serie di aumenti decisamente poco popolari, tutti nel settore dei trasporti pubblici, almeno per il momento. Salvo sorprese dell’ultimo minuto il biglietto della metropolitana passerà, come accennato, da 2 a 2,5 dollari e lieviterà anche il prezzo degli abbonamenti quotidiani, settimanali e mensili. Una prima assoluta, e forse la decisione più criticata: verrà istituito un pedaggio sui ponti che attraversano l’East River.

Storicamente sono gratuiti, contrariamente ai tunnel e ai ponti che collegano New York al New Jersey, come il George Washington Bridge. Si pagherà quindi il passaggio sul ponte di Brooklyn (ma non a piedi né in bici, attraverso la corsia centrale percorsa ogni giorno da centinaia di turisti). Lo stesso avverrà, più a nord, sui ponti di Manhattan, Williamsburg e Queensboro. Il Queensboro Bridge è quello che i maratoneti attraversano provenienti da Long Island City, nel Queens. Un ponte che per molti candidati rappresenta l’ultima immagine della corsa: una volta sbarcati a Manhattan sono in molti a rinunciare, `uccisi´ dalla lunga salita della First Avenue. Oltre ad far pagare il passaggio su tutti i ponti, le autorità locali hanno deciso l’aumento del pedaggio per i tunnel che portano a Manhattan. Saliranno infine i costi dei biglietti dei treni per i pendolari. Le proposte sono state approvate dalla Metropolitan Transportation Authority (Mta) e il via libera definitivo è atteso domani. Gli aumenti dovrebbero scattare tra giugno e luglio.

Fonte: www.ilsecoloxix.ilsole24ore.com

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: