New York per i bambini

Condividi questo articolo su :

Palazzi di 100 piani, hamburger triplo strato e i negozi di giocattoli più grandi del mondo. A New York sono le dimensioni che contano e i bambini si sentiranno dei Lillipuziani. Ma la Grande Mela è amica dei più piccoli: sotto i 112 centimetri viaggiano gratis sui mezzi pubblici, e in molti alberghi dormono in camera con i genitori senza pagare. Seguiteci, allora, in un tour della metropoli pensato per i più piccoli e dove la parola noia non esiste.

Palazzi di 100 piani, hamburger triplo strato e i negozi di giocattoli più grandi del mondo. A New York sono le dimensioni che contano e i bambini si sentiranno dei Lillipuziani. Ma la Grande Mela è amica dei più piccoli: sotto i 112 centimetri viaggiano gratis sui mezzi pubblici, e in molti alberghi dormono in camera con i genitori senza pagare. Seguiteci, allora, in un tour della metropoli pensato per i più piccoli e dove la parola noia non esiste.

NEL CUORE DI MANHATTAN
Il punto di partenza è la Fifth Avenue. Tempio dello shopping, una passeggiata lungo questa strada farà felici i genitori. Ma anche i figli. Qui, infatti, c’è il Walt Disney Store (www.worldofdisney.com) con gadget, poster e vestiti ispirati ai celebri personaggi dei cartoon. Nella Stanza dell’amicizia, si può anche stringere la mano al furbo Topolino e a quel maldestro di Paperino. Per la felicità delle bambine, invece, c’è il Doll Hair Salon del negozio American Girl (www.americangirl.com). Il parrucchiere è lì che le aspetta per consigliare la pettinatura più adatta alla loro bambola preferita. Un’altra sosta da non perdere è all’entrata del famoso impero dei balocchi Fao Schwarz (www.fao.com), dove farsi fotografare all’ingresso in compagnia dei soldatini giocattolo. La specialità dell’immenso negozio sono i peluche, ai quali è dedicato un intero piano, con morbidi elefanti a grandezza naturale.

Tornati su Fifth Avenue, si ritorna indietro con il naso all’insù. Già, perché è arrivato il momento di vedere da vicino uno dei grattacieli simbolo di New York. È il Rockefeller Center (www.rockefellercenter.com), quello che a Natale ha ai suoi piedi la pista da pattinaggio con al centro un albero altissimo. I bambini proveranno l’emozione di salire fino al 70° piano e da lì, tutt’intorno, vedranno quanti altri grattacieli fanno compagnia al Rockefeller. Si scende, ma per risalire di nuovo, questa volta su un camion dei pompieri al Children Museum of Manhattan (www.cmom.org). Il museo offre anche la versione in miniatura di New York. Qui, per una volta, saranno i bambini a essere più alti dei grattacieli.

IN GIRO PER CENTRAL PARK
Ora ci vuole una sosta. E allora non c’è niente di meglio che dirigersi verso il polmone verde di New York, una vera oasi nella città. Ma anche il paradiso dei bambini, con i suoi 21 parchi gioco attrezzati e la statua in bronzo di Alice (quella del paese delle meraviglie) appollaiata su un fungo insieme al Cappellaio Matto. La maggior parte dei passatempi qui sono gratuiti: come le gare di modellini di barche a vela, ogni sabato al Conservatory Water (www.centralparknyc.org). Fino al 26 giugno, poi, lo Swedish cottage marionette theatre mette in scena uno spettacolo dedicato a Pippi Calzelunghe. Dalle favole agli animali il passo è breve, perché c’è il petting zoo, che ospita animali domestici come capre, pecore e mucche. Ma, nelle vicinanze, brilla un’altra stella. È l’American museum of natural history, dove è stato girato il film Una notte al museo con l’attore Ben Stiller. Fare un giro nelle sue sale, tra enormi scheletri di tirannosauri e la balena di 34 metri nella Hall of Ocean Life, è come viaggiare all’indietro con la macchina del tempo. Da veri paleontologi, si può esplorarlo anche al buio con le torce e poi passare la notte in sacco a pelo. Per farlo, bisogna prenotare su www.amnh.org/kids/sleepovers .

Fonte: www.donnamoderna.com

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: