New York – Nudi al ristorante e in teatro

Condividi questo articolo su :

New York, città sempre più nuda. Non bastano il "naked cowboy" e sua moglie a Times Square, che divertono i turisti tra un giro di chitarra e uno di mutande. Non sono bastate neppure le attiviste americane che, nel febbraio 2003, si sono spogliate a Central Park sfidando la polizia e una fitta nevicata. Ora, secondo il New York Post, il nudo è zen.

New York, città sempre più nuda. Non bastano il "naked cowboy" e sua moglie a Times Square, che divertono i turisti tra un giro di chitarra e uno di mutande. Non sono bastate neppure le attiviste americane che, nel febbraio 2003, si sono spogliate a Central Park sfidando la polizia e una fitta nevicata. Ora, secondo il New York Post, il nudo è zen.

Nella Grande Mela del vizio e del peccato, lo spazio per il nudismo non è mai mancato, soprattutto in aree come East Village e Brooklyn, dove si concentrano la maggior parte delle palestre di yoga in cui, a partire da quest’anno, si medita meglio senza avere vestiti addosso, "au naturel" per dirla alla francese.

Anche a Midtown, presso il Phoenix Temple, l’insegnante di yoga incoraggia continuamente gli allievi a spogliarsi per raggiungere in modo più appropriato l’equilibrio mente-corpo. "Per ora ho dieci devoti – ha spiegato Isis Phoenix – in alcune classi celebriamo il corpo con alcune sedute. All’inizio sono tutti un po’ tesi, ma dopo pochi minuti l’inibizione se ne va".

Persino nei ristoranti e nelle tavole calde, da Mercantille Grill su Pearl Street a Pete’s Downtown a Brooklyn, il trend è ai massimi livelli. "Ci troviamo più a nostro agio se siamo nudi", ha detto John Ordover, che a Manhattan affitta ristoranti con un’unica regola: non avere vestiti addosso. "Non vogliamo dare spettacolo né impaurire i clienti. Troviamo che il modo migliore di stare insieme sia quello di non indossare vestiti", ha aggiunto.

Si contano almeno 50 ristoranti che chiedono a Ordover un servizio "spogliato". E nei cosiddetti "comedy club", celebri a New York City per gli show iperscorretti, la moda è in continuo rilancio: "La prima volta che mi sono esibito nudo in una performance comica, è stato incredibile", ha detto Andy Ofiesh, fondatore di Naked Comedy Showcase, che una volta mese, nel Chelsea, attira un folto pubblico. "Anche gli spettatori dovrebbero essere nudi come gli attori sul palco", ha aggiunto.
"Per questo, almeno mezza sala è riservata a chi vuole ridere senza vestiti addosso".

Fonte: www.parmaok.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: