New York – Guerra al cibo sui mezzi di trasporto

Condividi questo articolo su :

È l’ultimo divieto in una New York ormai sempre più a tolleranza zero. Dopo il fumo, il sale in eccesso, i grassi saturi, l’uso del telefono alla guida e mentre si attraversa la strada, presto New York potrebbe mettere al bando anche il consumo di cibi e bevande sui mezzi pubblici della Grande Mela.

La proposta è stata lanciata dai dirigenti della Mta, società che gestisce il trasporto metropolitano di New York. «Il divieto di bere e mangiare sui treni e bus della città è un’ottima idea», ha dichiarato al Daily News la Presidentessa dell’Mta, Doreen Frasca.

È l’ultimo divieto in una New York ormai sempre più a tolleranza zero. Dopo il fumo, il sale in eccesso, i grassi saturi, l’uso del telefono alla guida e mentre si attraversa la strada, presto New York potrebbe mettere al bando anche il consumo di cibi e bevande sui mezzi pubblici della Grande Mela.

La proposta è stata lanciata dai dirigenti della Mta, società che gestisce il trasporto metropolitano di New York. «Il divieto di bere e mangiare sui treni e bus della città è un’ottima idea», ha dichiarato al Daily News la Presidentessa dell’Mta, Doreen Frasca.

Tutto è nato da un video fatto circolare in rete, e visto da moltissimi utenti, in cui un passeggero del metrò rovescia addosso a un altro, in una scena a dire poco tragicomica, un piatto di fumanti spaghetti al sugo.

 SPAGHETTI – «Gli spaghetti non c’entrano» ribattono i promotori dell’iniziativa, che assicurano di essere motivati da timori per la salute e l’igiene pubblica. «I cumuli di rifiuti alimentari putrescenti nella metropolitana sono l’habitat ideale per topi, scarafaggi e altri parassiti» punta il dito Mitch Pally, membro del Cda della Mta. «Stiamo valutando il modo migliore per risolvere il problema». Sono infatti sempre più numerosi i ratti che scorazzano liberamente nella rete metropolitana della Grande Mela, spesso anche insinuandosi nei vagoni dei treni, attratti proprio dalle montagne di spazzature e dai resti di cibi. E ciò nonostante il «Rules of Conduct», o codice di comportamento per i passeggeri (varato dalla Mta nel 2005 ) preveda, tra l’altro, multe anche salate per chi mangia in metropolitana. Ma poiché nessuno sembra osservare queste regole, è diventata scena di ordinaria quotidianità vedere la persona seduta al proprio fianco in treno e in autobus mangiare senza alcun problema spaghetti cinesi, patatine fritte e hot dog, ma anche speziati cibi indiani, il cui forte odore si disperde nell’intero vagone. Treno e bus come veri e propri fast food, insomma, in una città dove la gente è sempre di corsa e ottimizzare il proprio tempo è ormai un imperativo, anche a costo di mangiare in piedi e per strada.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: