Natale: prevenzione dello stress da vacanza

Condividi questo articolo su :

Vacanze natalizie finalmente alle porte e, tasche e lavoro permettendo, sono molti gli italiani che “prendono il volo” durante questa pausa invernale, ma, attenzione, perché il rischio stress da viaggio è alto, assicurano gli esperti. Le mete preferite? Dopo la classica montagna, con piste innevate e scorpacciate di sci e snow board, ci sono le località esotiche, le spiagge caraibiche e assolate, che assicurano caldo e relax, ma anche le città cosmopolite oltreoceano.

Vacanze natalizie finalmente alle porte e, tasche e lavoro permettendo, sono molti gli italiani che “prendono il volo” durante questa pausa invernale, ma, attenzione, perché il rischio stress da viaggio è alto, assicurano gli esperti. Le mete preferite? Dopo la classica montagna, con piste innevate e scorpacciate di sci e snow board, ci sono le località esotiche, le spiagge caraibiche e assolate, che assicurano caldo e relax, ma anche le città cosmopolite oltreoceano.

Si parte alla ricerca di un periodo di pausa, di un espediente per staccare la spina qualche giorno, lasciando in ufficio e a casa ansie, preoccupazioni e tensioni, ma, secondo gli esperti potrebbe non andare proprio così. Infatti, nonostante le buone intenzioni, spesso le vacanze si trasformano in esperienze ad alto tasso di stress e preoccupazioni, che rischiano di affaticare il malcapitato molto più del previsto.
 
Le vacanze e i viaggi hanno anche un imprevisto lato molto faticoso, in alcuni casi, fatto di ritardi, voli annullati, jet lag, prenotazioni sbagliate o mancanti, alimentazione scorretta e l’organismo rischia di subirne pesantemente i riflessi negativi.
 
Piccoli e grandi imprevisti che possono affaticare l’organismo e, soprattutto, indebolire il sistema immunitario: le difese si abbassano e lasciano campo libero, o quasi, all’incursione di ospiti rischiosi e indesiderati, come virus, germi e batteri.
 
Per assicurarsi un vero periodo di vacanza, svago e relax, meglio osservare alcune semplici regole: la prima cosa da fare è concedersi una buona dose di sonno prima della partenza, per affrontare nella condizione fisica migliore il viaggio, e, in caso di voli aerei, è bene evitare l’assunzione di caffè o bevande alcoliche, che potrebbero favorire la comparsa dei sintomi tipici del jet lag come stanchezza, vertigini, mal di testa e senso di stordimento.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: