Natale in Valle d’ Aosta

Condividi questo articolo su :

Tutto può succedere a Natale in Valle d’Aosta: questa regione candidamente innevata nei mesi invernali è la meta ideale per tutta la famiglia, per praticare sport, fare tranquille passeggiate a piedi a cavallo, andare in giro per i mercatini…

Tutto può succedere a Natale in Valle d’Aosta: questa regione candidamente innevata nei mesi invernali è la meta ideale per tutta la famiglia, per praticare sport, fare tranquille passeggiate a piedi a cavallo, andare in giro per i mercatini…

Sulla neve i più piccoli possono divertirsi in tutta sicurezza, negli attrezzatissimi comprensori sciistici dedicati proprio a loro: accanto alle stazioni del “grande sci” di fama internazionale, la regione ospita infatti ben 22 scuole di sci destinate all’apprendimento dei più piccoli (Associazione valdostana maestri di sci: www.maestridisci.com ); esistono inoltre alcuni comprensori che offrono tariffe agevolate, come quelle delle stazioni sciistiche incluse nel forfait blu (www.skivallee.it ), come Antagnod, Brusson, Chamois, Champorcher, Col de Joux, Cogne, La Magdeleine, Ollomont, Rhêmes-Notre-Dame, St-Oyen/Flassin, St-Rhémy/Crévacol, Torgnon, Valgrisenche, Valsavarenche. In queste stazioni i tapis roulant hanno sostituito gli skilift, mentre accanto alle piste sono sorte un po’ ovunque aree giochi, come a Torgnon, che negli ultimi anni si è organizzata per lo sci famigliare con il Winter Park di Chantorné in prossimità dell’arrivo della telecabina; qui i maestri accolgono i i ragazzi principianti. Il Winter Park prevede inoltre un’area ludica con gonfiabili (scivolo gigante e “salta salta”), tappeto elastico, “rotocubo”, altalena e giochi imbottiti (www.torgnon.net , www.montecervino.it ). 

Per i bambini che invece non ne vogliono proprio sapere di discese a spazzaneve in numerose località sciistiche sono nati i “Baby Snow Park” o “Fun Park”, dove anche gli adulti possono divertirsi  lanciandosi sulle piste con slitte, gommoni o biciclette da neve: pupazzi e strutture gonfiabili sono presenti in un sempre maggior numero di stazioni.
A Flassin (nel comune di  Saint-Oyen, verso il Gran San Bernardo) nei pressi del Foyer de Fond, è stato allestito un grande Baby Snow Park su neve che si estende su una superficie di circa 35.000 mq. Qui adulti e bambini possono usufruire di tracciati per scendere con gli sci o snowboard per principianti, slitte, gommoni, biciclette da neve o semplicemente scivolare con pupazzi gonfiabili. Presente anche uno scivolo gonfiabile gigante, una parete di arrampicata e una pagoda dove le mamme possono riscaldarsi e controllare i bimbi che giocano (www.gransanbernardo-valpelline.it ).
Nel comprensorio del Col-de-Joux sopra Saint-Vincent si trova, inoltre, il JouxPark Giocaneve. Pila ospita il Baby Snow Park (www.pilaturismo.it ) e un Adventure Park aperto anche nel periodo invernale, comprensivo di 4 percorsi ideali per provare i primi passi con le manovre di corda e arrampicata (www.pila.it ).
Il territorio della Valle d’Aosta si presta anche a passeggiate, escursioni o trekking di più giorni, a piedi o a cavallo, per esplorare strade e sentieri montani (di facile pendenza), ma anche boschi e itinerari di alta quota. Uno dei modi migliori per godersi la quiete dei paesaggi valdostani è proprio passeggiare nei boschi ricoperti dalla neve: sono molte le proposte delle associazioni di turismo equestre e dei maneggi; da un itinerario di 3 giorni lungo la Via dei Walser al Tour del Monte Bianco (7 giorni a cavallo, fra Italia, Svizzera e Francia, 180 km, 890 mt. di dislivello e 30 località visitate, anche con servizio di trasporto bagagli da un pernottamento all’altro), ma anche uscite di una giornata fra villaggi antichi o alla scoperta dei castelli medioevali. Tra le proposte invernali, da non dimenticare le originali passeggiate in carrozza, ideali per scoprire il patrimonio storico di Aosta da una prospettiva diversa, ma anche le riserve naturali i parchi, i vigneti, i castelli.

Infine, i mercatini: come non cedere alla tentazione di acquistare dolci tipici e manufatti locali, tra strenne e Babbi Natale incappucciati? Il 24 dicembre le vie del piccolo borgo medievale di Bard festeggiano l’arrivo del Natale con la Veillà, una festa con animazioni per bambini, rievocazioni di antichi mestieri e presepe vivente. Ad Aosta, invece, nella centralissima piazza Severino Caveri è già allestito il Marché Vert Noël, mercatino con oggetti d’artigianato, tessuti, pizzi ed enogastronomia locale. Giocolieri e musicisti animano le addobbate vie del centro (orari: dalle 10.00 alle 20.00; fino al 7 gennaio 2010). Dal 26 al 30 dicembre si respirerà ancora la magica atmosfera del Natale tra le bancarelle della 7° Foire Marche de Noël du Grand Combin di Etrouble, con addobbi natalizi, oggetti di artigianato locali e prodotti tipici (uscita Aosta in direzione Gran San Bernardo; orario: dalle 14.00 alle 20.00)

Fonte: www.tgcom.mediaset.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: