Musei strani !

Condividi questo articolo su :

Sei stanco del solito turismo culturale che puzza da gita di classe? Vuoi vedere qualcosa che sia davvero originale ed impressionante? Ecco allora un’imperdibile lista dei musei più strani del mondo, luoghi bizzarri dove vivrai esperienze fuori dal comune e ti potrai chiedere ‘ma a chi è venuto in mente di aprire un posto simile???’

Iniziamo dalla nostra Firenze, città celeberrima per le affollatissime gallerie d’arte degli Uffizi. Ebbene, se non hai voglia di imbottigliarti in lunghe code per vedere dei Caravaggio, Tintoretto o Tiziano c’è un’alternativa a portata di mano.

Sei stanco del solito turismo culturale che puzza da gita di classe? Vuoi vedere qualcosa che sia davvero originale ed impressionante? Ecco allora un’imperdibile lista dei musei più strani del mondo, luoghi bizzarri dove vivrai esperienze fuori dal comune e ti potrai chiedere ‘ma a chi è venuto in mente di aprire un posto simile???’

Iniziamo dalla nostra Firenze, città celeberrima per le affollatissime gallerie d’arte degli Uffizi. Ebbene, se non hai voglia di imbottigliarti in lunghe code per vedere dei Caravaggio, Tintoretto o Tiziano c’è un’alternativa a portata di mano.

Nel centro di Firenze si trova infatti il Museo dei Serial Killer, una vera chicca per gli amanti dell’orrore. All’interno troverai diverse statue di cera dei più sanguinari serial killer del mondo (Charles Manson ti dice qualcosa?), inseriti in un contesto che richiama la loro storia…e ti assicuriamo che non è bello trovarsi faccia a faccia con questi loschi figuri. Ma non è tutto! Vengono infatti spiegati i metodi di indagine utilizzati per catturare questi mostri e come sono stati trattati dopo la trattura, ovvero, sedie elettriche, camere a gas e altre atrocità. Se ti riscopri sadico dopo la visita, allora potresti apprezzare anche il Museo della Tortura ad Amsterdam, o il Museo delle Streghe e della Tortura di San Gimignano.

Passiamo ora a qualcosa di meno agghiacciante, niente di meglio allora di un’appetitosa visita al Museo del Currywurst (la salsiccia piccante) a Berlino! Questa è la definizione che ne danno i fondatori sul sito web: ‘Scopri i segreti del Currywurst tramite una mostra interattiva per vedere, sentire, annusare, tastare – tutti i sensi verranno stimolati da questa esperienza!’. Per quanto la tematica possa sembrare assurda, bisogna tener conto che il Currywurst in Germania è una vera e propria istituzione e che questo nuovissimo museo gli rende onore con un percorso ludico – didattico davvero ineccepibile. E se non sei ancora sazio allora devi volare a Mount Horeb nel Wisconsin, dove troverai quello che potrebbe essere un museo gemellato al precedente, ovvero il Museo della Mostarda, con tanto di fornitissimo shop e un’incredibile giornata nazionale della mostarda che si festeggia ogni anno con sfilate e concerti nel primo sabato di agosto.

Se invece ami la cucina orientale una tappa fondamentale è il Raumen Museum a Shin – Yokohama, paradiso dei celebri noodles giapponesi. Si tratta di un museo – parco dei divertimenti, dove i visitatori possono assaggiare molte varianti del famoso piatto, vedere come viene cucinato e perfino creare il packaging di una ‘Cup of Noodles’ da portare a casa come souvenir! Il Giappone, si sa, è un paese sempre in grado di sorprendere e il Raumen Museum non è l’unica stramberia che si possa trovare: segnaliamo infatti a Tokyo il Museo del Bucato (Igarishi Kenji Kinen Sentaku Shiryokan), adatto per i maniaci dell’igiene, e l’apparentemente disgusto Museo dei Parassiti, dedicato a vermi, zecche, tenie e altri infestanti animali. Dico ‘apparentemente’ perché, a differenza di quello che si possa pensare, questa collezione di oscenità è presentata con uno stile molto allegro e nel negozio del museo non mancano simpatici gadget per tirarsi su dopo aver visto spettacoli nauseanti come una tenia di 8 metri (!) estratta da un pover uomo che evidentemente aveva mangiato pesce non molto fresco.

Se ti interessano questo tipo di esposizioni allora potresti andare a scoprire un piccolo museo a Parigi (fermata ‘Balard’) che pochi conoscono, ma che ti resterà impresso ben più del Louvre. Stiamo parlando del Musée Fragonard, che prende il nome da un famoso studioso di anatomia e veterinaria vissuto nel XIX secolo (attenzione a non confonderlo con l’omonimo museo dei profumi!). All’interno delle tre sale principali del museo potrai trovare un’ampia esposizione di scheletri e teschi, umani e non. Fin qui tutto bene. Il problema inizia quando si entra nelle sale dedicate alle patologie e alle anomalie: qui ci si trova davanti a una lunga serie di veri e propri mostri (mucche con due teste, cavalli con 5 zampe, idrocefali e perfino un agghiacciante feto in formaldeide del cosiddetto uomo sirena). Insomma un museo per pochi coraggiosi.

A proposito di fobie, come sei messo con gli scarafaggi? Ti metti ad urlare al solo pensiero? Bene, allora evita a tutti i costi il Cockroach Hall of Fame & Museum a Plano in Texas. Il museo è stato fondato dal signor Michael Bohdan, specialista in disinfestazioni di parassiti e si trova all’interno del suo negozio. Il museo offre ai visitatori sia un’esposizione di scarafaggi più o meno esotici (tra cui spiccano quelli del Madagascar che arrivano a quasi 10 centimetri di lunghezza ed emettono un peculiare fruscio se presi in mano!), sia un’improbabile serie di diorama ‘artistici’, in cui degli scarafaggi stecchiti sono stati vestiti e messi in posa per interpretare delle scene storiche.

Dulcis in fundo, voliamo in Islanda, dove nel tranquillo villaggio di Húsavík il signor Sigurður Hjartarson è riuscito a coronare il suo sogno, aprendo un Museo del Pene. Al suo interno si trovano ben 272 esemplari di falli di 92 diverse specie di animali. Il fondatore si vanta d’aver creato un museo unico al mondo e di aver dato un grosso aiuto allo studio della fallologia. Noi non dubitiamo che questo sia vero, ma ci teniamo a sottolineare che gran parte dei visitatori lo reputano un museo del ‘c…o’.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: