Monte Rosa, il 1 Marzo parte il “Rosa Challenge”

Condividi questo articolo su :

Alagna, ai piedi del Monte Rosa, conserva il fascino di un luogo d’altri tempi, coniugato a un ottimo comprensorio sciistico. Per questo, chi ama la neve non avrà bisogno di scuse per pianificare una visita. Ma nel fine settimana del primo marzo c’è un motivo in più per raggiungere questi paesaggi incontaminati: il Rosa Challenge, una discesa a tempo con gli sci che parte dal Passo dei Salati a 2977 metri e arriva ad Alagna (1212 metri) con un dislivello di 1765 metri e una lunghezza di 10 chilometri circa. Il percorso è delineato da porte direzionali che si snodano lungo tutta l’area sciabile (pista battuta) del versante valsesiano del Monte Rosa.

Alagna, ai piedi del Monte Rosa, conserva il fascino di un luogo d’altri tempi, coniugato a un ottimo comprensorio sciistico. Per questo, chi ama la neve non avrà bisogno di scuse per pianificare una visita. Ma nel fine settimana del primo marzo c’è un motivo in più per raggiungere questi paesaggi incontaminati: il Rosa Challenge, una discesa a tempo con gli sci che parte dal Passo dei Salati a 2977 metri e arriva ad Alagna (1212 metri) con un dislivello di 1765 metri e una lunghezza di 10 chilometri circa. Il percorso è delineato da porte direzionali che si snodano lungo tutta l’area sciabile (pista battuta) del versante valsesiano del Monte Rosa.

Il tragitto è lungo e impegnativo, ma alla portata di tutti gli sciatori medi. Lo spirito della manifestazione è quello di puro e sano divertimento, per questo chiunque si può iscrivere, gustandosi un momento di sana competizione. Ci sarà una classifica di combinata per coloro che hanno partecipato alla White Challenge di Bormio (che si è svolta il 19 gennaio). La manifestazione non è a scopo di lucro e parte dei soldi raccolti con le iscrizioni saranno devoluti alla Onlus Amici del Monte Rosa, associazione che ha tra i suoi obiettivi la costruzione di una scuola in Nepal, guidata dal recordman “Gnaro” Mondinelli, bresciano ma ormai residente proprio ad Alagna, che ha conquistato 14 volte vette oltre gli ottomila metri senza l’uso dell’ossigeno.
Molte sono anche le manifestazioni a corollario della gara. La sera di sabato primo marzo, per esempio, è in programma “La notte Rosa”. A partire dalle 17 sono organizzati vari eventi in diversi locali, per coniugare musica e buona tavola. La festa si protrarrà fino a notte fonda, ballando in discoteca.

Chi, invece, preferisce il contatto con la natura ad Alagna avrà solo l’imbarazzo della scelta. I piccoli villaggi, le case walser e gli antichi mulini ad acqua rendono possibile scoprire la vera essenza delle Alpi.
La cultura ha influenzato anche la cucina: nei ristoranti della zona vengono servite tipiche ricette locali.
Unica località piemontese del Comprensorio del Monte Rosa, Alagna si collega con la Valle d’Aosta tramite il Passo dei Salati, finestra panoramica sulle due regioni. Per sciate indimenticabili attraverso la valle di Gressoney, fino a Champoluc.

Fonte: www.panorama.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: