Moleskine City Notebook – Ora la guida la scrivi tu !

Condividi questo articolo su :

Moleskine (http://www.moleskine.it/ita/default.htm),  il leggendario taccuino di Hemingway, Picasso e Chatwin, ha ideato una guida per i viaggiatori metropolitani completamente innovativa: il City Notebook

Un taccuino speciale da acquistare per sé o da regalare agli amici, per creare una guida personale della tua città preferita.
Può essere usato più volte, rielaborato e aggiornato. Permette di raccogliere tutte le informazioni importanti su luoghi, indirizzi, persone, storie, ricordi e di ritrovarle al prossimo viaggio.
Uno strumento pratico, con dettagliate mappe a colori, e allo stesso tempo un diario per ripercorrere i tuoi viaggi con la memoria e l’immaginazione.

Moleskine (http://www.moleskine.it/ita/default.htm),  il leggendario taccuino di Hemingway, Picasso e Chatwin, ha ideato una guida per i viaggiatori metropolitani completamente innovativa: il City Notebook

Un taccuino speciale da acquistare per sé o da regalare agli amici, per creare una guida personale della tua città preferita.
Può essere usato più volte, rielaborato e aggiornato. Permette di raccogliere tutte le informazioni importanti su luoghi, indirizzi, persone, storie, ricordi e di ritrovarle al prossimo viaggio.
Uno strumento pratico, con dettagliate mappe a colori, e allo stesso tempo un diario per ripercorrere i tuoi viaggi con la memoria e l’immaginazione.

In principio era il taccuino di viaggio. Quando ancora non esistevano le guide turistiche approfondite nei minimi dettagli, il viaggiatore era davvero l’esploratore dell’ignoto che, taccuino in mano, fermava immagini e parole nate intorno ai luoghi in cui si imbatteva con spontaneo stupore. Molte frasi celebri di poeti, artisti, scrittori, in giro per il mondo, si sono tramandate così, dai loro mitici diari di viaggio.

Forti di questa ispirazione colta, piccole manifatture francesi che fornivano le cartolerie parigine frequentate dalle avanguardie internazionali, cominciarono a produrre in origine i taccuini Moleskine. Usati da personaggi famosi come Van Gogh, Hemingway, André Breton, Picasso, verso la fine del secolo scorso divennero introvabili. Nel 1998, complice un piccolo editore milanese, Moleskine è tornato, diventando nel tempo una sorta di cult del viaggiatore intellettuale, un po’ avventuriero un po’ poeta.

Da questo retroterra avanguardistico nasce oggi la nuova rivoluzione Moleskine: il City Notebook, ovvero la prima guida che scrive il viaggiatore stesso, tracciando una personalissima mappa della città. Strumento pratico ed efficace e opera d’arte al tempo stesso, il City Notebook va a finire nelle mani del viaggiatore metropolitano che va e viene, a ritmi veloci, per lavoro, turismo, cultura o anche tempo libero. Un accesso tascabile nel mistero della vita urbana e dei suoi sempre nuovi stili di vita.

Ma di cosa sono fatti questi personali diari di viaggio, esattamente? Di tanti dettagli creativi : key map e metro map con indice delle stazioni, fino a 36 mappe di zona, con indice delle strade, city files, rubrica a 12 tacche (food, drink, luoghi, libri etc.) con 35 etichette adesive per la personalizzazione, foglietti trasparenti riposizionabili per tracciare itinerari e foglietti staccabili per messaggi veloci. I primi City Notebook, relativi a 12 città europee, sono in vendita nelle principali librerie d’Europa e nei più importanti bookstores degli Stati Uniti dalla prima settimana di ottobre.

Nel 2007 si aggiungeranno alla collezione 8 città statunitensi. Le città dei City Notebook sono: Amsterdam, Barcellona, Berlino, Dublino, Lisbona, Londra, Madrid, Milano, Parigi, Praga, Roma, Vienna. Ma dalla primavera del 2007, saranno coperte le 4 città americane Boston, New York, San Francisco e Washington. Mentre, per la fine del 2007 Chicago, Los Angeles, Miami e Seattle si aggiungeranno alla collezione. I City Notebook sono in vendita in libreria a 15.50 euro

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: