Messico – La Riviera Maya

Condividi questo articolo su :

Basta allontanarsi di pochi chilometri dalla mondana Cancún per immergersi nel paradiso naturale della Riviera Maya. Dove fare snorkeling tra pesci pagliaccio, dormire in suite che galleggiano su acque smeraldo, visitare le antichi piramidi. E ballare con i dj sulle terrazze degli hotel. Gustando i sapori delle ricette precolombiane.

Basta allontanarsi di pochi chilometri dalla mondana Cancún per immergersi nel paradiso naturale della Riviera Maya. Dove fare snorkeling tra pesci pagliaccio, dormire in suite che galleggiano su acque smeraldo, visitare le antichi piramidi. E ballare con i dj sulle terrazze degli hotel. Gustando i sapori delle ricette precolombiane.

Se cercate una vacanza nella natura, tutta mare e sole, ma non volete rinunciare al divertimento, il posto dove andare esiste. Ed è la Riviera Maya, quel tratto di costa che si estende per circa 130 chilometri nella porzione dello Yucatán chiamata Quintana Roo. Cancún, il suo cuore turistico, conta più di 25 mila hotel e una miriade di ristoranti, negozi, centri commerciali e locali. Ma basta noleggiare un fuoristrada e spingersi lungo la carretera 307 fino a Tulum, per scoprire un vero paradiso naturale, con foreste immense, laghi, cenotes (grotte con pozze di acqua dolce), spiagge di sabbia candida e una barriera corallina – seconda al mondo per grandezza – dove fare immersioni in compagnia di coloratissimi esemplari, come il pesce pagliaccio o il rospo di Cozumel.

Un attrezzato centro sub è Dive Mike a Playa del Carmen (tel. 0052.9848031228). Per dormire lontano dallo folla ci sono le raffinate camere sulla spiaggia o quelle vista mangrovie del Rosewood Mayakobá, un raffinato resort immerso in 650 ettari di vegetazione. Alcune suite galleggiano sulle acque color smeraldo della laguna, hanno piscina in veranda e doccia in giardino. Altre sembrano spuntare dalla sabbia, con grandi vetrate vista oceano. All’arrivo si è accolti dal maggiordomo e da un cocktail di benvenuto a base di tequila e mandorle al chili. I ristoranti Casa del Lago e Punta Bonita propongono una rivisitazione creativa di sapori messicani e tradizione mediterranea: ceviche di polpo e insalata di agave, tortilla di mais con gamberi, tacos di aragosta. La spa olistica Sense che sorge su un’isola privata, è raggiungibile con un piccolo ponte: nelle cabine sulla laguna vengono proposti molti trattamenti, come il massaggio aromaterapico alle 10 essenze e il trattamento al viso Mayakobá.

A 15 minuti d’auto la mondana Playa del Carmen è la sosta obbligata per il divertimento e lo shopping. Lungo la Quinta Avenida si trovano negozi e gallerie di arte messicana come Sacbe (tel. 0052-9848733017) oltre a bar, ristoranti e locali dove tirar tardi la notte. Per cenare si può andare da Yaxche, e assaggiare le antiche ricette maya, nella raffinata Casa del Agua (tel. 0052-9848030232, menu da 26 euro), oppure nel ristorante e wine bar Di Vino (tel. 0052-9848031270, menu da 28 euro) celebre per i suoi piatti freschi e ben presentati, come il carpaccio di cernia con guacamole e quello di polpo con tapenade di olive nere. Chi preferisce invece un ambiente giovane e informale può optare per il Diablito Cha Cha Cha (tel. 0052-9848034506, menu da 20 euro) con cucina messicano-giapponese. E per finire in bellezza la serata, nulla di meglio che la terrazza del Deseo (tel. 0052.9848793620), un design hotel che propone musica ambient suonata dal dj nella lounge all’aperto, con piscina e jacuzzi. Da non perdere le escursioni nelle città-fortezza di Tulum e Cobá, dove l’antica civiltà maya costruì i suoi maestosi templi. All’interno di un parco naturale di oltre 600 ettari, Tulum svetta su una scogliera a picco sul mare e offre uno spettacolo meraviglioso all’alba. Tra le splendide vestigia precolombiane che si estendono su 6 chilometri di costa, vale la pena visitare il Tempio del Dio del Vento, quello del Dio Discendente, dei Frescos con dipinti all’interno e El Castillo, l’edificio più imponente. A breve distanza si trova Xel-Ha, sito archeologico e paradiso subacqueo, mentre l’altra città fortezza dei Maya-Cobá – si trova a 40 chilometri da Tulum e vanta diverse piramidi, la più grande delle quali è nel gruppo di Nohoch Mul, ed è alta 42 metri. E chi volesse trascorrere qualche giorno nei dintorni, può soggiornare da Ana y José Charming Hotel & Spa, un lodge sulla bianca spiaggia di Punta Piedra dove, nel suo ristorante, si possono anche gustare ottimi frutti di mare.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: