Mangiare ad Helsinki

Condividi questo articolo su :

Zuppa di salmone o sandwich di renna? La domanda non è così peregrina se invece di trovarsi ai tropici si è finiti in quel di Helsinki, capitale della Finlandia nonché città nordica e fredda, come leggenda tramanda. Ma allora perché non coniugare la tradizione con la passione enogastronomica, si sono detti in molti?

Zuppa di salmone o sandwich di renna? La domanda non è così peregrina se invece di trovarsi ai tropici si è finiti in quel di Helsinki, capitale della Finlandia nonché città nordica e fredda, come leggenda tramanda. Ma allora perché non coniugare la tradizione con la passione enogastronomica, si sono detti in molti?

E così ecco nuovi itinerari da mordere, nel senso letterale del termine, visto che l’obiettivo è il cibo, da degustare o solo da ammirare nei suoi preziosi ingredienti.Market Square, ovvero la Piazza del Mercato, è in questo senso il punto da cui non si può non cominciare il percorso. Vicinissima al mar Baltico oltre a ricevere i rigidi effluvi delle acque del Nord ne riceve anche le primizie, a partire dal pesce, vero e proprio orgoglio nazionale. Il consiglio è di iniziare la visita a digiuno. Già nella prima sosta, infatti, tra i banchi colorati del mercato che si apre sulla piazza, il Kauppahalli (orari 8-18), l’acquolina insegue proposte diverse. Dai più globalizzati hot dog e pizza alle più tradizionali zuppe di salmone e panini imbottiti di renna. I prezzi sono modici, l’esotismo in un certo senso assicurato. Per chi poi vuole andare sul sicuro sempre a Market Square si può optare per un più classico piatto di patate, fritte o arrosto. Se invece volete fare provviste la chicca da portare a casa è la salsiccia di alce. Attenzione però perché è cara, circa 55 euro al chilo.

Lo shopping enogastronomico continua, poi, in quelli che sono considerati l’Harrods locale, i magazzini Stockmann. Fondati nel 1862 in questi anni di ingredienti ne hanno venduti e tanti, per i finlandesi ma anche per i visitatori più curiosi, merito anche di una rete di negozi anche in Russia, Lettonia ed Estonia. In questo tempio post sovietico il piano da visitare è senza dubbio quello alimentare, con un’attenzione particolare agli alcolici e ai dolci. Un’occhiata, però, merita anche quello dedicato alle saune e a tutti i prodotti ad esse correlati, di cui i finlandesi sono accaniti fruitori.

Infine non si può perdere l’appuntamento con il Fazer Chocolates, il marchio di cioccolato più famoso della Finlandia. Le sue pasticcerie sono sparse un po’ ovunque per la città, il pezzo forte è la classica cioccolata calda arricchita nei modi più curiosi, come menta e cannella. Ma per gli amanti del salato gli stuzzichini qui non fanno invidia a nessun altro negozio.

Fonte: www.panorama.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: