Madrid – Il nuovo quartiere della moda

Condividi questo articolo su :

Era una zona a luci rosse. Adesso triBall è il triangolo della moda giovane e low cost. Negozi e atelier nuovi e originali, da mettere in agenda e vedere subito
 
Si chiama triBall (triángulo Ballesta) la nuova Soho di Madrid. Nell’ex quartiere a luci rosse, in pieno centro, tra la Gran Vía, corredera Baja de San Pablo e calle Fuencarral, un susseguirsi di atelier di moda giovane e low cost, che ha spodestato i più famosi quartieri dello shopping Chueca e Salamanca.

Era una zona a luci rosse. Adesso triBall è il triangolo della moda giovane e low cost. Negozi e atelier nuovi e originali, da mettere in agenda e vedere subito
 
Si chiama triBall (triángulo Ballesta) la nuova Soho di Madrid. Nell’ex quartiere a luci rosse, in pieno centro, tra la Gran Vía, corredera Baja de San Pablo e calle Fuencarral, un susseguirsi di atelier di moda giovane e low cost, che ha spodestato i più famosi quartieri dello shopping Chueca e Salamanca.

Partendo da calle de la Ballesta, da non perdere La Maison de la Lanterne rouge (calle de la Ballesta 4, tel. 0034.91.52.39.762), un’ex casa di appuntamenti di cui conserva pareti rosso rubino e nere, convertita in un concept store. Su tre piani, gli ex boudoir sono oggi piccoli vivaci atelier di moda, dove acquistare abiti vintage per uomo e donna (da 20 €), creazioni di stilisti madrileni emergenti, come Laura Rodríguez Peña-Marín, accessori e cataloghi d’arte. Ricco anche il programma di mostre fotografiche, installazioni e dj set. Sulla stessa via, al 6, Kling, uno spazio moda femminile e per eventi, è un cult nel passaparola fra attrici e presentatrici della tv: abiti semplici, ma impreziositi con applicazioni o dai tagli inconsueti, gonne, camicine e maglie a prezzi imbattibili, tutto da 10 a un massimo di 50 €. In calle de Valverde, l’altra via per lo shopping a triBall, l’indirizzo da non mancare, al 29, è El Atelier de la Maison: abiti in seta a motivi orientali (da 150 €), tailleur, cappotti, giacche dai tagli irregolari, gonne con fantasie che richiamano il mondo dei toreador.

La Maison, al 30, è uno spazio dal glamour Paris anni ’50 con abiti iperfemminili, tra Vivienne Westwood e minimalismo giapponese. E ancora, al 31, c’è l’espacio dello stilista colombiano Freddy Gaviria , che organizza anche corsi di alta sartoria. In corredera baja San Pablo si fa tappa da Laga, al 34, per bijoux fantasy e abiti romantici, mentre i più eccentrici si trovano da Trendy Tube (c. Baja de San Pablo 45), e i patiti di oggetti di design da Kikekeller (c. baja de San Pablo 17, tel. 0034.91.89.75.160).

Meta della movida creativa e trendy, triBall è anche un concentrato di locali, tapas bar e ristoranti. Fra i tanti, Casa Perico (calle de la Ballesta 18, tel. 0034.91.53. 28.176): nel menu arroz a lo cutre e chuletas de cordero, apprezzati anche da Pedro Almodóvar. Nella medesima calle, La Tasquita de Enfrente (tel. 0034.91.53.25.449) offre cucina creativa, ma non ci sono menu: si mangia quel che c’è e i piatti cambiano ogni giorno. Per un caffè, o un calice di vino iberico, si va da Bufalino (calle de la Puebla 9, tel. 0034.91.52.18.031, www.bufalino.es ), un locale giovane, dall’arredo vintage, con musica in sottofondo. Mentre Acero 18 Bar è uno spazio dal design minimalista, dove fashion victims e creativi si ritrovano per l’aperitivo o il dopocena (corredera baja de San Pablo 18, tel. 0034.91.52.38.079). Per la notte, l’hotel Siete Islas, un moderno 4 stelle (Valverde 14-16, www.sieteislas.com ), o l’elegante Tryp Cibeles, sulla Gran Vía, accanto al Prado e al Reina Sofia (Mesoneros Romanos 13, tel. 0034.91.53. 21.552, www.solmelia.com ).

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: