Madrid come Parigi: La spiaggia sul fiume

Condividi questo articolo su :

Progetto pronto entro il 2010 sul Manzanarre: sabbia sulle sponde, passerelle e restauro di ponti storici .

Se funziona lungo la Senna, perché no sulle rive del Manzanarre? Anche Madrid, come Parigi, avrà la sua playa, in piena città, di fronte all’ex mattatoio, il Matadero, ora uno degli spazi culturali più ricercati e celebrati. Il progetto Madrid Rio, presentato dal sindaco, Alberto Ruiz-Gallardon (Partito popolare).

Progetto pronto entro il 2010 sul Manzanarre: sabbia sulle sponde, passerelle e restauro di ponti storici .

Se funziona lungo la Senna, perché no sulle rive del Manzanarre? Anche Madrid, come Parigi, avrà la sua playa, in piena città, di fronte all’ex mattatoio, il Matadero, ora uno degli spazi culturali più ricercati e celebrati. Il progetto Madrid Rio, presentato dal sindaco, Alberto Ruiz-Gallardon (Partito popolare).

Prevede la ristrutturazione delle anse del fiume, nuove passerelle per attraversarlo da un argine all’altro, il restauro di ponti storici e, soprattutto, una spiaggia nel tratto di Arganzuela, con chioschi, ombrelloni, sedie a sdraio e, a giudicare dalle immagini computerizzate dei progettisti, perfino la possibilità di librarsi in deltaplano o di vogare nelle acque del Manzanarre. Che naturalmente dovranno essere prima ripulite: con la costruzione di 13 chilometri di nuovi collettori e la modernizzazione dei depuratori.

LAVORI – I lavori riguarderanno 820 ettari nella zona occidentale della capitale spagnola. Una volta completati, le sponde del fiume offriranno una passeggiata nel verde di sei chilometri di lunghezza e 25 metri di larghezza, battezzata il «Salone dei pini», 30 chilometri di piste ciclabili, undici aree riservate ai bambini e altre sei per la ricreazione degli anziani. Il verde guadagnerà altri 213 mila metri quadri e 26.263 nuovi alberi. Del nuovo grande parco beneficeranno sei distretti, nell’asse occidentale e meridionale di Madrid, sulle due sponde del fiume, la parte meno privilegiata della città dal punto di vista urbanistico. Il sindaco ha specificato che il progetto prevede anche il recupero di palazzi, di strade e spazi pubblici limitrofi, oltre alla creazione di nove nuovi parcheggi per oltre 4 mila auto di residenti. Dalla sua approvazione definitiva, «Madrid Rio» richiederà almeno altri due anni, per le gare d’appalto e l’esecuzione dei lavori. Se tutto andrà come spera Gallardon, dunque, i madrileni potranno inaugurare la loro spiaggia nel 2010.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: