Ma in Liechtenstein cosa c’è da vedere?

Condividi questo articolo su :

Racchiuso tra la Svizzera e l’Austria, spesso il principato rischia di passare inosservato: ecco perché secondo noi vale la pena visitarlo, partendo dalla capitale Vaduz.

image

Il Liechtenstein è un paese troppo spesso sottovalutato in Europa, un po’ come il Molise in Italia, ma in realtà questo piccolo principato racchiuso tra Svizzera e Austria ha davvero molto da offrire. Pur essendo un paese prevalentemente montuoso che conta solo 37 mila abitanti, negli anni il Liechtenstein è riuscito a posizionarsi tra gli stati più ricchi del mondo grazie alla sua florida economia. Vediamo, allora, quali sono i posti più interessanti da scoprire in questa piccola perla nascosta tra le Alpi, a partire dalla capitale del paese, Vaduz.

1. Vaduz

image

Del Liechtenstein Vaduz è la prima meta. Questa cittadella alpina di circa 6 mila abitanti vanta uno splendido castello medievale, ampliato nel corso del sedicesimo e diciassettesimo secolo, in cui tuttora vive la famiglia reale. Sfortunatamente la fortezza è chiusa ai visitatori, ma ai turisti viene data la possibilità di partecipare a piccoli tour organizzati alla scoperta di questo edificio e della sua storia. Passeggiando poi per le vie di Vaduz, ci si imbatte in un caratteristico centro storico, dove vale la pena fermarsi per gustare i piatti della cucina locale. Per gli appassionati d’arte, invece, il Museum of Art è una vera e propria tappa obbligata, in quanto conserva le più antiche collezioni private dell’intero paese.

2. Malbun

image

In Liechtenstein i luoghi di interesse sono tanti, nonostante le dimensioni ridotte del territorio. Tra le città di montagne che meritano di essere esplorate vi consigliamo Malbun, situata sulla strada tra Steg e Vaduz e dunque facilmente raggiungibile direttamente dalla capitale. Il centro cittadino ospita turisti tutto l’anno, anche se è nell’alta stagione invernale che Malbun si riempie di sciatori e snowboarder. Non mancano piste nordiche e da slitta, e programmi studiati appositamente per i bambini.

3. Triesenberg

Chi vuole vivere lo spirito dell’alpinismo più autentico, deve assolutamente organizzare un weekend a Triesenberg. In passato era nota principalmente per le sue grandi produzioni agricole, oggi invece è conosciuta per lo per più per le sue piste sciistiche. Tuttavia, Triesenberg non è una meta da considerare solo nell’alta stagione invernale, perché anche nel periodo estivo offre interessanti attività sportive e non. La città poi vanta molti piccoli musei situati in edifici religiosi di rilievo, come nel caso della Chiesa di St. Joseph’s Parish, dove sono conservate antiche reliquie. Per gli amanti delle attività open door, nel vicino villaggio di Steg si trova una grande area escursionistica apprezzata anche dai più piccini. Insomma, non dite che in Liechtenstein il turismo non funziona.

4. Schaan

Schaan non solo è uno degli insediamenti più antichi del paese, ma è anche uno dei principali centri culturali del territorio – carta e penna alla mano: da non perdere il famoso teatro cittadino, TAK Theater, che ospita una grande quantità di eventi, spettacoli e rassegne. Ah, se voleste fare un salto anche in Svizzera o in Austria, ricordate che Schaan è l’unico comune del Liechtenstein ad avere una stazione ferroviaria passeggeri (Schaan-Vaduz) collegata ai due paesi.

5. Balzers

 

La piccola cittadina di Balzers è situata a sud, sul confine con la vicina Svizzera. Passando da queste parti vale la pena vedere il Burg Gutenberg, antico castello del tredicesimo secolo appartenente un tempo ai duchi d’Austria. Dopo un periodo di abbandono, la fortezza fu venduta a uno scultore che gli diede l’aspetto attuale, e fu adibia a ristorante. Accanto all’imponente Burg Gutenberg si trova poi la neo-romanica Chiesa di San Nicola.

Fonte articolo originale

 

 

Hits: 5

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: