Luoghi veri in ambientazioni inventate: queste location da film aspettano solo voi

Condividi questo articolo su :

Due località agli antipodi spostano da Sydney alla California l’ambientazione televisiva di un best seller. La Croazia si traveste da Grecia nella riedizione di un musical. Luoghi inesistenti nascono dalla fusione di location che potete visitare anche voi, per immergervi nelle atmosfere che avete amato al cinema.

le riprese di “Avengers: Age of Ultron” (2015) sono state fatte al Forte di Bard in Valle d’Aosta © D. Camisasca/Archivi Forte di Bard

Quando arriva in Italia una troupe da Hollywood si capisce subito dai video di backstage rubati da qualcuno della troupe che diventano virali, prima ancora che dai titoli dei giornali: la sparatoria tra i sassi di Matera del prossimo 007 No Time to Die (in uscita nelle sale nel 2020), le riprese al Forte di Bard in Valle d’Aosta di Avengers: Age of Ultron (2015) o quando un paio di anni fa Colin Firth è stato visto in giro per Torino durante le riprese di Kingsman: Il cerchio d’oro (2017) o Ben Stiller e Owen Wilson in giro per la capitale durante lo shooting di Zoolander 2, girato interamente a Cinecittà. Basta sbirciare sui profili Instagram degli attori per scoprire che Jude Law è a Venezia (starà girando una nuova stagione di The Young Pope o sarà in vacanza, chi può dirlo?) o Tom Hanks a Roma per le riprese dell’ennesimo best seller di Dan Brown.

La sparatoria del prossimo “007 No Time to Die” è stata girata tra i sassi di Matera ©canadastock/Shutterstock

Ci sono film imprescindibili dalle loro location, che hanno il merito di aver lanciato turisticamente una destinazione. Mangia, prega, ama (Eat Pray Love, 2010) è uno di questi: da quando Julia Roberts si è fatta riprendere in bicicletta tra le strade di Ubud, questa località nell’entroterra balinese è diventata meta di pellegrinaggi turistici da tutto il mondo. Molte scene del film sono state girate al Four Seasons Resort di Jimbaran Bay, dove troverete le stesse atmosfere meditabonde del film, e sulla spiaggia di Padang Padang, poco più a sud.

Le atmosfere balinesi di “Mangia, prega, ama” ©Markus Gebauer Photography/Getty Images

In quanto a spiagge da sogno è rimasta scolpita nell’immaginario collettivo quella di The Beach (2000) con Leonardo DiCaprio: si trova a Maya Bay, sull’isola di Phi Phi Leh in Thailandia. Molte scene del film sono state girate tra Krabi, Bangkok e il parco nazionale di Khao Yai, dove potete ammirare la maestosa cascata ripresa nel film.

In quanto a spiagge da sogno è rimasta scolpita nell’immaginario collettivo quella di The Beach (2000) ©kittikorn nimitpara/Getty Images

Spesso gli adattamenti filmici dei romanzi adeguano anche la location alle esigenze degli addetti ai lavori, che trovano più pratico girare nei dintorni di Hollywood. È il caso di Piccole grandi bugie, la pluripremiata serie tv prodotta da Nicole Kidman, che ha cambiato l’ambientazione del romanzo da cui è tratta – il best seller Big Little Lies dell’autrice australiana Liane Moriarty – spostandola dalle spiagge a nord di Sydney a quelle californiane di Monterey, un paio d’ore di freeway a sud di San Francisco.

A volte allontanarsi troppo dal set principale non è necessario: si può improvvisare uno scorcio di Parigi girando a Mestre, come in The Tourist (2010), dove Johnny Depp e Angelina Jolie flirtano nelle stanze dell’Hotel Danieli. Una licenza cinematografica strausata, dove l’incanto non viene spezzato solo grazie alla bravura di location manager navigati, spesso per creare luoghi che non esistono. Un esempio molto recente è Attenti a quelle due (The Hustle, 2019) con Anne Hathaway e Rebel Wilson, girato interamente a Maiorca per evocare Beaumont-sur-mer, una località fittizia in Costa Azzurra.

“Attenti a quelle due” è stato girato interamente a Maiorca per evocare la Costa Azzurra ©Jon Davison/Lonely Planet

L’inesistente isola di Kalokairi, nel film Mamma Mia del 2008 è stata ambientata tra Skiathos e Skopelos in Grecia. Mentre per il sequel, uscito nel 2018, è stata scelta Lissa (Vis) in Croazia, simulando atmosfere greche in un luogo che dista oltre mille chilometri in linea d’aria dall’arcipelago delle Sporadi e offre paesaggi molto diversi. Se volete ripercorrere le tracce dei protagonisti sull’isola di Lissa puntate verso Kut e Comisa, due borghi di pescatori nei quali sono state girate molte scene in esterna, dove gustare dell’ottimo pesce fresco locale. Per dormire nello stesso letto di Andy Garcia o Pierce Brosnan, Amanda Seyfried o Lily James, potete chiedere in giro ai locali: la troupe ha “invaso” l’isola per sei settimane durante le riprese e pare che se la siano goduta.

Per rappresentare l’immaginaria Isola Vinciguerra di Operazione U.N.C.L.E. (2015), diretto da Guy Richie e ambientato tra Roma e Napoli, la location manager Sue Quinn ha scelto il Castello Aragonese di Baia a Bacoli e Castel dell’Ovo sull’Isolotto di Megaride. Il primo è situato dentro il Museo Archeologico dei Campi Flegrei e potete visitarlo in un soggiorno tra le vicine Miseno e Pozzuoli. Il secondo si raggiunge dal centro storico di Napoli ed è collegato alla terraferma da breve un istmo: la leggenda narra che qui si arenò la sirena Partenope. Gli inseguimenti del film, per esigenze di scena, sono stati girati tra il Surrey e il Galles, anziché sulle curve sinuose della SS163, ovvero la strada panoramica che serpeggia a strapiombo lungo la costiera amalfitana. Voi non potete proprio perdervela.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: